A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019 | of 2020 | of 2021 | of 2022
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) Czech, AFED: Attenti agli idioti dell'antimperialismo! - Revisione dell'opuscolo "Te l'avevamo detto" sulla prospettiva siriana della guerra in Ucraina (ca, de, en, pt, tr)[traduzione automatica]

Date Thu, 30 Jun 2022 08:37:32 +0300


Una delle pubblicazioni preparate per l'Anarchist Book Festival (AFK) di quest'anno era un opuscolo giallo-blu, edito da Salé Distribution, che, anche dopo la scomparsa dell'infoshop di Salé, è attivamente coinvolta nella diffusione (non solo) di libri anarchici e altre pubblicazioni. L'opuscolo intitolato We Told You This è un grande contributo al dibattito sulla guerra in Ucraina. Lo vede dal punto di vista di un collettivo, due autori e due autori dal punto di vista della rivoluzione siriana contro il dittatore Bashar al-Assad. Rivela la sanguinosa natura fascista del regime di Putin, l'ipocrisia dell'Occidente, che da anni "guarda altrove", così come l'idiozia della parte della sinistra che si è imprigionata nel prisma dell'imperialismo euro-atlantico.

Quest'ultima critica è rivolta al testo "Anti-imperialism - Idiots", che è l'unico in data pre-invasione, ad esempio all'organizzazione britannica Stop the War, che ha tendenze profondamente autoritarie, e semplicemente non rimane timida Noam Chomsky. Le aspirazioni delle organizzazioni imperialiste e contro la guerra sono condannate per aver manifestato esse stesse maniere imperiali, e il loro discorso è spesso indistinguibile da quello fascista.

Robin Yassin-Kassab (è stato docente all'AFK nel 2018) afferma chiaramente nel testo "Irrazionalità": "Tutto ciò di cui l'Occidente ha a cuore per anni sono affari. La Russia potrebbe bruciare la Siria e abbattere Georgia e Ucraina, e la Cina potrebbe distruggere il popolo uiguro, ma il commercio di assassini doveva continuare perché gli affari erano importanti. "E improvvisamente il mondo è sorpreso di lanciare un'invasione russa su larga scala. "Te l'avevamo detto", grida Marcelle Shehwaro nel suo post "Sicurezza". Dopotutto, "la Siria è stata un banco di prova per l'esercito russo", afferma Yassin Al-Haj Saleh nel testo "Perché l'Ucraina è una cosa siriana". Allo stesso tempo, esprime speranza: "La sconfitta della Russia sarebbe una vittoria non solo per l'Ucraina, ma per il mondo intero. La sconfitta di Putin potrebbe anche mettere fine alla sua vita politica, che è la migliore notizia per i democratici russi nel mondo".

Il testo principale della raccolta è un testo di un gruppo in esilio di Parigi dal titolo "Guerra in Ucraina: dieci lezioni dalla Siria". Non cerca di confrontare la situazione in Siria e Ucraina, ma trova molte cose che possono essere trasmesse come conoscenze crudeli. Sento il bisogno di elencare almeno i singoli punti: 1) Ascoltare le voci del luogo; 2) Non preferire la geopolitica ai comuni protagonisti del conflitto; 3) Non fare distinzione tra gli esiliati; 4) Attenti alla narrativa dei media aziendali; 5) Non fare dell'Occidente un asse del bene; 6) Lotta contro tutti gli imperialismi; 7) Non attribuire la stessa responsabilità a Ucraina e Russia; 8) Comprendere che la società ucraina è attraversata da correnti diverse; 9) Sostenere la resistenza popolare in Ucraina e Russia; 10) Costruire un nuovo internazionalismo dal basso.

L'opuscolo ci porta quindi ad ascoltare non solo le persone comuni che ci stanno vicino in Ucraina, Russia, e quindi Bielorussia e Kazakistan, ma anche coloro che hanno vissuto o stanno vivendo esperienze simili, come i siriani proprio menzionato. È certamente meglio che diventare imperiali come quelli che odiamo così tanto per rimanere bloccati nelle loro stesse bolle di vite umane alienate dalle ideologie.

Te l'abbiamo detto. Prospettiva siriana della guerra in Ucraina. Distribuzione Salé 2022, 44 pagine A5, 50 CZK. Disponibile su saledistro.org.

https://www.afed.cz/text/7679/bacha-na-antiimperialismus-idiotu
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe https://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it