A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019 | of 2020 | of 2021 | of 2022
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) Germany, FAU, direkte aktion: "SE STIAMO TUTTI BENE, ALLORA LE COSE POSSONO SOLO MIGLIORARE". Di: Jonah Larkin White (ca, de, en, pt, tr)[traduzione automatica]

Date Sat, 25 Jun 2022 08:43:40 +0300


sulla nuova raccolta di racconti della casa editrice criminale ---- In futuro il cielo è pieno di droni e i ciclisti indossano maschere antigas mentre sotto di loro mucchi di immondizia intasano le fogne. I pochi momenti positivi sono girare clip per piattaforme di social media o alcolismo disinibito. Ecco come potrebbe essere il prossimo futuro, come descrive l'operatore culturale Philipp Böhm nella sua ultima pubblicazione. ---- LA DISTOPIA DELLE STARTUP ---- super latteè la seconda pubblicazione di Böhm con editori criminali. In nove storie, il volume disegna un'immagine distopica di una società post-capitalista attraverso intensi e brevi approfondimenti sui pensieri di vari personaggi. Ci sono scorci di una classe più abbiente - ad esempio, attraverso una sensazione di vuoto, giornalista investigativo in una start-up - così come impressioni dalla classe inferiore. Ad esempio, la vita di un custode in un gigantesco condominio in uno slum consiste nella rabbia verso il suo ospite fisso che pernotta non si trasferisce più e nell'adorazione segreta del suo agente dell'agenzia di collocamento.

Alla luce della nostra economia della gig attualmente in espansione e degli errori neoliberisti, anche lo scoperto della situazione lavorativa sembra meno surreale che molto più simile a una riflessione realistica, come una citata start-up che assume falsi lavoratori autonomi per aiutare i proprietari a cacciare le persone delle loro case. Come sempre più accade nella nostra società, i personaggi subiscono un'immensa pressione di costante auto-ottimizzazione per essere sufficienti per il mercato del lavoro. Questo non solo distrugge la vita dei dipendenti della classe media di rango superiore nelle start-up. ("Ho la storia della Società nel profondo del mio cuore nervoso e non riesco a dormire. Non riesco a dormire da molto tempo." (pag. 12)) Sistemi di valutazione utilizzati dai clienti, utilizzato di recente nella gig economy potrebbe aver portato all'immensa pressione che ha impedito al custode degli slum di lavorare come autista di autobus. Ricorda il suo vecchio lavoro come segue: "Penso alle notti in cui riempivo tazze di quark con interi pacchetti di zucchero vanigliato e nel freddo bagliore del mio schermo inghiottivo la massa troppo zuccherata, perché sapevo che non era abbastanza, solo guidare i passeggeri da un posto all'altro, ma così facendo dovevo presentare la mia azienda in modo creativo e divertente. Lo zucchero ha aiutato." (p. 103) Ricorda il suo vecchio lavoro come segue: "Penso alle notti in cui riempivo tazze di quark con interi pacchetti di zucchero vanigliato e nel freddo bagliore del mio schermo inghiottivo la massa troppo zuccherata, perché sapevo che non era abbastanza, solo guidare i passeggeri da un posto all'altro, ma così facendo dovevo presentare la mia azienda in modo creativo e divertente. Lo zucchero ha aiutato." (p. 103) Ricorda il suo vecchio lavoro come segue: "Penso alle notti in cui riempivo tazze di quark con interi pacchetti di zucchero vanigliato e nel freddo bagliore del mio schermo inghiottivo la massa troppo zuccherata, perché sapevo che non era abbastanza, solo guidare i passeggeri da un posto all'altro, ma così facendo dovevo presentare la mia azienda in modo creativo e divertente. Lo zucchero ha aiutato." (p. 103) ma che dovevo presentare la mia azienda in modo creativo e divertente. Lo zucchero ha aiutato." (p. 103) ma che dovevo presentare la mia azienda in modo creativo e divertente. Lo zucchero ha aiutato." (p. 103)

UN PICCOLO CAPOSALDO DELLA SOLIDARIETÀ
A prima vista, nell'antologia sono rimaste poche speranze. I pochi tentativi che i personaggi fanno per ribellarsi sembrano privi di significato. La maggior parte dei personaggi fa i conti con il proprio destino: si drogano con l'alcol o diventano emarginati dalla società. Per lavoro autonomo, un gruppo di adolescenti orfani va in centro una volta al mese per picchiare i diplomatici. La società descritta sembra ferma, che è ciò che costituisce la vera tragedia della distopia descritta. Un movimento rivoluzionario legato a Feliks Dzierzynski sembra sfuggente, aggressivo e misantropico.

L'unico raggio di speranza positivo è una residente della baraccopoli che accetta affermativamente la sua situazione e tiene un blog sulla vita dei suoi simili della classe apparentemente dimenticata - non per presentare la situazione al pubblico, ma per "cambiare il mio atteggiamento verso il mio posto, il luogo in cui mi trovo. E a me, che sono lì in piedi in questo posto: se ognuna di queste storie vale la pena di essere conservata e scritta, allora è anche la mia. Se tutti sono persone interessanti, allora lo sono anch'io. Se tutti meritano di essere consolati, anch'io lo faccio. Se tutti abbiamo fallito, allora non è più un fallimento. Se siamo tutti a posto qui e stiamo ancora bene, è meglio che stiamo insieme. Se stiamo tutti bene

Questo atteggiamento non potrebbe costituire la prima pietra angolare per una maggiore coesione? Per aver riconosciuto che questo fallimento non è il tuo, ma quello del capitalismo e di questa forma di società? E infine costruire una base per una rivoluzione attiva e non "solo" reattiva-distruttiva?

In Supermilch , questo pensiero è solo leggermente accennato e Böhm rimane per lo più in una prospettiva pessimistica sul futuro. C'è da sperare che non abbia tanto rappresentato la realtà quanto ha delineato una prospettiva futura spettrale e abbagliante che si materializzerà solo se smettiamo di restare uniti come classe operaia. In questo senso, la raccolta di storie può anche aiutare a motivare le persone ad agire contro gli abusi.

In ogni caso, la raccolta di storie è altamente raccomandata come critica riuscita del capitalismo e non solo fa pensare - Böhm riesce a coprire i problemi del nostro tempo con profonda empatia attraverso una stretta vicinanza ai suoi personaggi complessi, per lo più in piccoli, intimi momenti della loro vita e quindi crea un piacere speciale da leggere.

Philipp Böhm: Super latte. Storie. Berlino: casa editrice criminale 2022.

Immagine in primo piano: copertina del libro Supermilch, fonte: Jona Larkin W.

https://direkteaktion.org/wenn-wir-alle-in-ordnung-ist-dann-kann-es-nur-besser-werden/
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe https://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it