A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019 | of 2020 | of 2021 | of 2022
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) Serbia, ASI SK, Direct Action: SCIOPERO DEI LAVORATORI FIAT (ca, de, en, pt, tr)[traduzione automatica]

Date Fri, 24 Jun 2022 09:52:41 +0300


All'inizio di maggio diverse centinaia di lavoratori Fiat di Kragujevac, il cui terzo proprietario è lo Stato, hanno organizzato una protesta davanti all'ingresso della fabbrica Six Poplars, bloccandola. La protesta è stata sostenuta anche dai colleghi della consociata FIAT plastik, in sciopero generale dal febbraio dello scorso anno. ---- Il motivo di questa protesta è l'annunciato licenziamento dei lavoratori, in quanto in esubero, se non accettano di lavorare per due anni negli stabilimenti Fiat in Slovacchia, Polonia, Italia e Germania. La direzione ha informato i lavoratori che la fabbrica sta chiudendo temporaneamente per prepararsi all'inizio della produzione di un nuovo modello di auto elettrica a Kragujevac.
Dopo la protesta davanti alla fabbrica, i lavoratori sono andati a fare una passeggiata di protesta all'edificio dell'amministrazione comunale a Kragujevac, per far sapere al sindaco quanto sono insoddisfatti della nuova situazione e che se lo stato consente minacce di licenziamento, bloccheranno le strade cittadine e le autostrade.
Le richieste dei lavoratori di questa azienda sono modeste e giuste: che l'andare all'estero per lavorare sia esclusivamente volontario con lavoro garantito sul nuovo modello dopo il rientro, che chi vuole rimanere impiegato in fabbrica con congedo retribuito del 65%, e che coloro che accettano di lasciare la fabbrica percepiscono un'adeguata indennità di fine rapporto.
Dopo la protesta, i lavoratori hanno più volte negoziato con la direzione ei rappresentanti del governo, ma finora le promesse non sono state in gran parte mantenute. I lavoratori hanno minacciato che se le loro condizioni non saranno soddisfatte entro l'8 giugno, migliaia di loro scenderanno in piazza e organizzeranno blocchi a Kragujevac e oltre.
Sosteniamo pienamente la lotta dei lavoratori FIAT contro questo ultimatum criminale tra licenziamento e tanti anni di lavoro all'estero. Crediamo che i lavoratori della FIAT di Kragujevac debbano continuare con le proteste fino a quando le loro richieste non saranno concretamente realizzate. Ci auguriamo che stiano attenti che i burocrati sindacali non negozino cattive condizioni per loro conto e che in tal caso entrino in proteste ancora più forti e radicali!
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe https://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it