A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019 | of 2020 | of 2021 | of 2022
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) France, UCL AL #328 - Cultura, leggi: Bihr, "Di fronte al Covid-19, le nostre esigenze, le loro incongruenze" (ca, de, en, fr, pt, tr)[traduzione automatica]

Date Fri, 24 Jun 2022 09:50:17 +0300


Quali difetti del sistema capitalista ha rivelato l'improvvisa e brutale comparsa del Covid-19, e come sfruttarli. ---- La crisi innescata dalla pandemia di Covid-19 costituisce una doppia sfida per tutte le forze anticapitaliste. In difesa, devono anticipare l'attuazione di nuove modalità di dominio capitalista, che è stato destabilizzato da questa sequenza ed è costretto a rinnovarsi. ---- In modo offensivo, devono sfruttare l'indebolimento ciclico del potere capitalista per cambiare l'equilibrio di potere a loro favore. In questo potente opuscolo, Alain Bihr offre innanzitutto un'analisi dei diversi aspetti di questa crisi. ---- Spiega come la pandemia ci abbia ricordato che la salute è prima di tutto un bene pubblico, globalmente maltrattato dal funzionamento del sistema capitalista, come ha scosso la produzione capitalistica, ponendo i governi tra gli imperativi del perseguimento dell'attività economica e quelli del protezione della popolazione, come sono state messe in atto misure governative per produrre la vaccinazione di massa.

La crisi ha rivelato che la globalizzazione non ha in alcun modo reso obsoleti gli Stati, e rivela la contraddizione radicale esistente tra la continuazione del modo di produzione capitalistico e il mantenimento delle condizioni ecologiche di esistenza della specie umana e della maggior parte delle altre specie viventi. .

Aprire brecce per una rottura rivoluzionaria
Alain Bihr descrive quindi tre scenari di ciò che potrebbe accadere. Nella prima, il rapporto tra capitale e lavoro rimane lo stesso, portando ad un aggravamento di tutte le precedenti politiche neoliberiste, ad un inasprimento del modello di "impresa fluida, flessibile, diffusa e nomade", ad una sempre maggiore precarietà delle condizioni di lavoro e un rafforzamento del regime che limita le libertà civili al fine di prevenire disordini sociali.

Il secondo scenario implica che queste ultime prendano di mira tutte le politiche neoliberiste e soprattutto si dimostrino in grado di riequilibrare l'attuale equilibrio di potere capitale-lavoro. Potrebbero portare a un nuovo compromesso: il Green New Deal. Ciò comporterebbe, tra l'altro, la creazione di posti di lavoro, un aumento dei salari reali, un aumento della spesa pubblica a favore della protezione sociale nonché una parziale "de-globalizzazione" dell'immediato processo di riproduzione del capitale.

Ciò resta poco plausibile sia per la debolezza del nostro campo di imporre un tale compromesso, sia per la tendenza al ribasso degli incrementi di produttività nelle economie centrali, che rende impossibile finanziare sia la valutazione del capitale che l'aumento dei salari reali, nonché come aumento della spesa pubblica. Soprattutto, questo Green New Deal non sarebbe in grado di risolvere la contraddizione tra la necessaria riproduzione ampliata del capitale ei limiti dell'ecosistema planetario.

L'ultimo scenario prevede di riuscire ad aprire brecce in vista di una rottura rivoluzionaria. L'autore propone un insieme di istanze e misure, talvolta comuni allo scenario precedente ma suscettibili nella loro radicalità di costituire una rottura con il funzionamento capitalista.

Questi mirano a costruire nuove pratiche e strutture di emancipazione sotto forma di controlli e contrappesi e ad imporre misure di controllo popolare sulla produzione.

Questa analisi, che è insieme dettagliata, solidamente supportata dal punto di vista teorico e radicata nelle realtà concrete, è un'ottima base di discussione e azione per tutti coloro che, come Alain Bihr, dirottando le parole di Rosa Luxembourg, credono che oggi noi si trovano di fronte a un'alternativa radicale: il comunismo o la morte.

Camille (UCL Parigi nord-est)

Alain Bihr, Di fronte al Covid-19. Le nostre esigenze, le loro incongruenze, Syllepses, 2021, 96 pagine, 5 euro.

https://www.unioncommunistelibertaire.org/?Lire-Bihr-Face-au-Covid-19-nos-exigences-leurs-incoherences
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe https://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it