A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019 | of 2020 | of 2021 | of 2022
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) Federazione Anarchica Reggiana: 18 giugno Convegno di studi "Da Rimini a Saint-Imier. La nascita dell'anarchismo in Italia (1872-2022)" Cucine del Popolo Massenzatico (RE)

Date Wed, 22 Jun 2022 09:37:22 +0300


Convegno di studi, 18 giugno 2022, Cucine del Popolo, Massenzatico (RE) ---- L'Archivio Storico della Federazione Anarchica Italiana (FAI) e l'Archivio Storico della FAI Reggiana organizzano la giornata di studi: "Da Rimini a Saint-Imier. La nascita dell'anarchismo in Italia". Tra quest'anno e il prossimo, nella cittadina di Saint-Imier, nel Giura svizzero, è prevista una serie di iniziative internazionali per commemorare i 150 anni del Congresso dell'"Internazionale antiautoritaria" che si tenne in quella località nel settembre del 1872. Organizzato in loco dai rappresentanti degli operai orologiai svizzeri e dagli esuli della Comune di Parigi del 1871, il Congresso di Saint-Imier vide la partecipazione di alcune tra le figure più rappresentative dell'anarchismo internazionale come James Guillaume, Michail Bakunin, Carlo Cafiero, Andrea Costa ed Errico Malatesta. Si trattò in effetti dell'atto di nascita del movimento anarchico organizzato, che si strutturò da quel momento in Internazionale Antiautoritaria nel contesto di una Associazione Internazionale dei Lavoratori (o Prima Internazionale) il cui Consiglio Generale, egemonizzato da Marx ed Engels, aveva tentato di imporre la linea della partecipazione politica ad una organizzazione che si configurava dall'inizio più come un sindacato che come un partito politico. Insomma, l'Internazionale delle origini si poneva al di fuori della politica istituzionale per esprimersi nelle lotte sociali, nella resistenza operaia e nel mutualismo.
In particolare, il congresso di Saint-Imier rivendicò l'autonomia delle sezioni e il pluralismo teorico e operativo dell'Internazionale, rifiutando il principio del centralismo e opponendosi ai concetti marxisti di "dittatura del proletariato" e di "periodo transitorio" tramite la formula per cui "la distruzione di ogni potere politico è il primo dovere del proletariato". Si affermò dunque la necessità della solidarietà internazionale delle classi lavoratrici senza distinzione di nazionalità, di etnia e di genere. Se questo Congresso ha avuto un valore fondativo per tutto il movimento libertario internazionale, bisogna ricordare che un ruolo propulsore fondamentale nel convocarlo è stato giocato dalla sezione italiana dell'Internazionale, che poche settimane prima di Saint-Imier aveva svolto la propria conferenza a Rimini, nell'agosto del 1872, stabilendo molti dei punti che saranno poi discussi in Svizzera.
La giornata di studi di Massenzatico, che è di fatto la puntata italiana di questo ciclo di iniziative, analizzerà la storia dell'Internazionale in Italia a partire dai suoi rapporti con la tradizione risorgimentale del mazzinianesimo, del garibaldinismo e del federalismo, dal suo impatto sul movimento operaio, sulla questione sociale e sulla questione femminile, e dall'impatto che vi ebbero eventi storici dirimenti come la Comune di Parigi. Chiuderà il dibattito la presentazione di casi di studio locali, il tutto basato su fonti e documenti.
Una mostra di pubblicazioni sull'Internazionale dal 1872 al 1928 sarà esposta a cura dell'Archivio Storico della FAI. Non mancheranno cucina e convivialità in linea con le abitudini del Circolo Cucine del Popolo che ospita l'iniziativa.

L'incaricato

PROGRAMMA

Saluto iniziale di Gianandrea Ferrari

Ore 10.00-13.30 - I contesti

Presiede: Giorgio Sacchetti

Federico Ferretti, Dal Risorgimento federalista all'Internazionale
Maurizio Ridolfi, L'Internazionale e Mazzini

Pausa caffè 11.15-11.45

Massimo Ortalli, Le pubblicazioni sulla Internazionale
Giuseppe Sircana, Gli Italiani alla Comune

Pranzo

Ore 15.30-18-30 - L'Internazionale

Presiede: Cristina Tonsig

Franco Schirone, L'organizzazione dell'Internazionale
Elena Bignami, Le donne dell'Internazionale

Pausa caffè - 16.45-17.15

Gemma Bigi, L'Internazionale in Emilia
Natale Musarra, Gino Cerrito e l'Internazionale in Sicilia

Seguono cena e serata conviviale

Durante la giornata sarà presente una mostra di Edizioni Originali sulla Prima Internazionale. Dal 1872 al 1928
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe https://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it