A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019 | of 2020 | of 2021 | of 2022
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) UK, AFED London: Uno sguardo alla lotta contro l'aumento del costo della vita in Ucraina: riflessione sull'analisi AF (ca, de, en, pt, tr)[traduzione automatica]

Date Tue, 21 Jun 2022 08:44:48 +0300


I compagni in Ucraina ci hanno inviato questa riflessione, scritta il 7 giugno, al nostro recente saggio sulla crisi del costo della vita nel Regno Unito. Siamo lusingati dal fatto che persone in circostanze molto più terribili di noi possano trovare quell'articolo abbastanza interessante da giustificare una risposta.. Se vuoi leggere più delle loro cose in inglese, dai un'occhiata ai loro articoli su Libcom che coprono la situazione in Ucraina, Russia e Bielorussia. ---- Dinamica dei prezzi degli affitti delle case in Ucraina sullo sfondo della guerra (maggio 2022 rispetto a ottobre 2021). Il capitale è chiaramente concentrato nella parte occidentale del paese. Mentre alcune regioni sanguinano, in altre gli speculatori stanno incassando la rapina di coloro che sono usciti da questo inferno
Questa è una lettera di una rivista online anarchica nella città di Kharkiv, ucraina di confine, sotto attacco missilistico russo quotidiano per più di 100 giorni. Per donare aiuti umanitari alla popolazione civile o una campagna di ripristino collettiva auto-organizzata in blocchi distrutti, sei il benvenuto a partecipare a questa raccolta fondi.

Notando molti punti interessanti nel recente articolo sull'aumento del costo della vita e sulle pratiche anarchiche britanniche per combatterlo, sembra utile aggiungere alcune informazioni dal paese con le condizioni di vita più estreme in Europa. Circa la metà della popolazione ucraina ha perso il lavoro dal 24 febbraio e dozzine di candidati fanno domanda per ogni posto vacante nonostante circa 3 milioni di persone economicamente attive siano andate all'estero con l'invasione. Sebbene a causa della guerra siano stati persi più posti di lavoro di quanti ne abbiano lasciati i profughi, i prezzi dei beni necessari infatti non sono quasi controllati dallo stato. Proprio ieri è stato registrato in Parlamento un disegno di legge sulla responsabilità penale per speculazione su beni socialmente e militarmente significativi e nessuno sa se queste norme saranno effettivamente applicate anche se adottate. Pertanto, prenderemo in considerazione le pratiche già operative dell'azione diretta da diverse parti del paese, che possiamo dividere in tre gruppi: occupato, prima linea e hinterland.

Un buon esempio del primo gruppo è la regione di Kherson, quasi completamente catturata dai militari russi nei primi giorni dell'invasione. La catastrofe umanitaria è iniziata quasi immediatamente: i russi hanno bloccato le strade e non hanno consentito alcun carico umanitario. Le persone sopravvivono solo grazie alle reti di base. «È possibile che questa crisi umanitaria non sia stata creata proprio così. Gli invasori potrebbero aver sperato che quando hanno importato il loro cibo umanitario dalla Crimea, le persone sarebbero state felici, perché semplicemente non avrebbero niente da mangiare. Ecco perché non hanno consentito i prodotti ucraini e ancora non lo fanno. Per quanto riguarda i beni umanitari russi, c'è una lattina di merda in una mano, più forse un po' di pasta o zucchero. Quando i volontari distribuiscono i loro aiuti umanitari, si aspettano che una persona sopravviva per una o due settimane. E nonostante le speranze degli occupanti, in un primo momento il loro umanitario è stato accolto con pietre», ha detto uno dei coordinatori di tali attivisti. Non possono comprare cibo a tutti, quindi preferisco quello che ha la situazione più difficile. Aggiunge inoltre che durante tutto questo tempo non sono stati supportati da alcuna istituzione o struttura ufficiale dello stato ucraino, non c'è alcuna assistenza centralizzata ai territori occupati e nessun programma normale per sostenere le persone che l'hanno lasciato. Fondi necessari per l'approvvigionamento che raccolgono con donazioni nei social network (probabilmente da abbonati esteri).

Un'immagine meno univoca è visibile nelle aree in prima linea. Ad esempio, a Kharkov, dal primo giorno della guerra fino a una leggera diminuzione dell'intensità dei bombardamenti alla fine di maggio, migliaia di persone vivevano come una comune hippie nelle stazioni della metropolitana. Dal momento che i servizi sociali funzionavano male prima della guerra, si sono rivelati impreparati a una tale scala di carichi di lavoro. Anche l'approvvigionamento di questa città sotterranea, la cui popolazione era composta per la maggior parte da pensionati, donne e bambini, è stata assorbita da gruppi di volontari informali. Tuttavia, insieme agli ovvi vantaggi dell'aiuto reciproco senza scopo di lucro all'interno e all'esterno, poche settimane dopo sono emersi una serie di problemi: condizioni antigieniche, atteggiamento sospettoso nei confronti degli estranei, adolescenti che bevono alcolici, nonché visite regolari del sindaco per se stessi -pubblicità tramite la distribuzione di aiuti umanitari. Sembra che le autorità locali non abbiano deliberatamente evacuato le persone fino all'ultimo momento, al fine di fare PR per se stessi in questo modo. Pertanto, è stato un caso in cui vediamo l'intreccio di pratiche orizzontali e verticali di «comunismo disastroso» (a proposito, l'assistenza medica sulle stazioni è stata fornita da una grande organizzazione internazionale, e sono entrati in uno scandalo per il pagamento insufficiente dei salari a personale locale accompagnato da una minore efficienza rispetto alle iniziative di volontariato).

La crescita dei ricavi delle imprese di ristorazione ucraine per il 16-22 maggio di quest'anno rispetto al 14-20 febbraio 2022 mostra un'area geografica simile
Questa storia ha avuto un'ampia risonanza al di fuori della nostra città, e molte voci hanno sottolineato che per evitare la formazione di spazi così emarginati, le persone che soffrono di guerra dovrebbero essere coinvolte nella soddisfazione dei loro bisogni anziché in una lunga ozio. Nei settori in cui è possibile il lavoro autonomo, la cooperazione può salvarti la vita, consentendo di utilizzare le scarse risorse in modo molto più efficiente e di trovare clienti più facilmente. Come abbiamo già mostrato, la principale rinascita dell'economia ucraina si osserva ora nelle retrovie dei suoi territori occidentali, uno dei quali è Lviv, dove opera il gruppo anarchico Black Flag. Alcuni dei loro partecipanti si sono uniti alla difesa territoriale dall'inizio della guerra, mentre altri membri continuano a sviluppare la cooperazione nel campo dell'alimentazione e della logistica. «A Leopoli non ci sono problemi con il cibo come adesso a Kharkov, e sicuramente non è così bombardata. Tuttavia, molte persone a Leopoli se ne sono andate, alcune panetterie hanno chiuso. Un piccolo ha aperto vicino a noi, li abbiamo aiutati, abbiamo stretto un'alleanza con questo panificio e abbiamo iniziato a distribuire i loro prodotti. Questo è tutto! E ora i nostri ragazzi vengono trasportati lì in macchina, imballati, ecc. Ieri hanno detto che ci sono già 24 o 25 punti dove portano il pane. Questa è una delle opzioni. Quando c'è molta gente è molto più difficile, e nella fase iniziale è abbastanza facile creare», ci spiega uno dei fondatori di questo collettivo. Lo scorso autunno, hanno anche avuto l'idea di avviare la coltivazione della terra da qualche parte nella regione di Leopoli.

D'altra parte, in Ucraina non ci sono scioperi degli affitti o movimenti di squat, come suggerito nel materiale di AF. L'unica eccezione significativa sembra essere menzionata nel campo della metropolitana di Kharkiv, e anche questa occupazione di tende non era autorizzata: i residenti l'hanno creata su invito pubblico del sindaco. Le ragioni di questo stato di cose sono oggetto di un intero studio socioculturale. Accettiamolo come un fatto attuale.

Nelle prime settimane di guerra si sono verificate diverse esplosioni di saccheggi di massa - a Melitopol, a Pologi oa Mariupol, non devastata in quel momento. Questa ridistribuzione spontanea di beni prima inaccessibili era il risultato della minaccia della fame o, al contrario, una manifestazione estrema dell'avidità consumistica e dell'egoismo? Anche i circoli anarchici hanno opinioni diverse su questo. Possiamo solo notare che accadde esattamente dove un secolo fa era la base dell'esercito insorto machnovista...

Riassumendo, dobbiamo essere d'accordo sul fatto che, nonostante tutte le specificità delle condizioni ucraine, la nostra lotta richiede davvero una solidarietà internazionale globale. Il primitivismo tecnologico dell'economia ucraina e il fatto che la metà di essa si trovi nel settore ombra significa paradossalmente che è più facile adattarsi in tempi di crisi e, allo stesso tempo, crea qui un'atmosfera di indifferenza per qualsiasi grandioso progetto futuro a causa della concentrazione dell'intera popolazione (anche della borghesia!) sui loro momentanei problemi quotidiani. E poiché il pensiero sociale nella periferia dipende in gran parte dalla situazione del centro capitalista, i successi dei compagni occidentali contribuiranno alla diffusione dell'anarchismo rivoluzionario in Ucraina, dove in questi pochi sanguinosi mesi le classi lavoratrici hanno già dimostrato ottimamente la capacità di auto-organizzarsi.

compagno ceco

https://aflondon.wordpress.com/2022/06/07/a-look-at-counteracting-the-rising-cost-of-living-in-ukraine-reflection-on-the-af-analysis/
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe https://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it