A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019 | of 2020 | of 2021 | of 2022
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) UK, AFED, organise magazine: COMMICAZIONE DALL'ULET DELLA COLOMBIA (AIT) (ca, de, en, pt, tr)[traduzione automatica]

Date Mon, 20 Jun 2022 08:38:16 +0300


Oggi, diversi gruppi anarchici, collettivi e organizzazioni, si manifestano pubblicamente contro gli aumenti della riforma fiscale sui beni essenziali di sussistenza. Ma non solo perché consideriamo la riforma una rapina organizzata alle tasche della classe operaia, dei contadini, dei lavoratori dei servizi, dei lavoratori autonomi e dei liberi professionisti. Ma rendiamo anche evidente il fallimento che costituisce questo governo Uribista di Iván Duque e il disastro che è l'intero apparato statale di questo paese. Che ha cercato di nascondere con opere pubbliche, leggi, decreti, propaganda mediatica e nazionalismo a buon mercato, la rapina organizzata che è proprio sulla totalità degli abitanti di questa regione del continente.

Le tasse che Duque -falsamente- ha detto di ridurre, a prescindere dal presidente in carica, sono state, sono e saranno le stesse un furto generale al popolo, poiché hanno garantito, attraverso la mafia clientelare, l'accesso al potere a di 20 famiglie in tutto il paese. 20 famiglie che si sono arricchite in modo corrotto e continuano ad esercitare il potere nei territori -più volte- attraverso l'uso delle armi, legali o illegali. E beneficiando anche di rendite legali e di mercato nero, intese come narcotraffico, contrabbando, tratta di esseri umani, ingrasso della terra, espropriazione della terra ai contadini e estrazione illegale.

Come possono pretendere che la gente continui a credere nello Stato, se lo stesso governo che lo controlla agisce sistematicamente contro di loro?

La gestione della pandemia è disastrosa, non solo il duquismo ha fatto crollare l'opzione covax quando avrebbe potuto garantire la fornitura di vaccini per la Colombia. Ma osano anche fare affari con l'assistenza sanitaria delle persone, a scapito delle tasse che rubano ai lavoratori. La pressione sugli operatori sanitari, lo sfruttamento eccessivo che subiscono giorno dopo giorno, non è esclusiva. Anche gli insegnanti sono stati profondamente colpiti, per non parlare di tutte le persone, che con il loro sudore, lacrime e fatica sostengono uno stato che prende più di quello che in realtà restituisce loro.

La guerra, che si mantiene nei territori, è proseguita a causa di decisioni politiche contro il popolo. Le stesse persone che continuano a pagare il suo tributo di morti, e continuano a subire gli abusi dello Stato, la repressione delle forze di sicurezza che servono solo a mantenere i privilegi di chi controlla il potere politico e/o economico. Dalle promesse non mantenute che hanno portato all'inizio di un nuovo ciclo di violenze, al tradimento degli accordi che hanno seminato speranza nella popolazione della Colombia. Alla fine, hanno deciso di raccogliere un fuoco alimentato a benzina.

Perché tutto questo, e molto altro, è che noi, anarchici, ci esprimiamo in una sonora opposizione alle azioni semplici, che è fare una parata lungo l'Avenida Séptima. Chiediamo invece uno sciopero generale a tempo indeterminato, che porti a spostare lo status quo a beneficio del popolo: dai suoi oligarchi locali e minoranze borghesi, ai popoli larghi, lunghi, larghi e diversi che costituiscono la maggioranza della popolazione nella popolazione della regione colombiana.

Recupero delle autonomie comunali, collettivizzazione del territorio tra coloro che lo abitano ancestralmente o tradizionalmente, e gli abitanti ancestrali o tradizionali (non tra coloro che, per usurpazione, espropriazione e sfollamento, l'hanno ottenuto), esercitando assemblea, comunalismo e orizzontalità, tutto decisioni collettivamente, un'assemblea aperta, partecipativa, diversificata e permanente, che rifiuta qualsiasi autorità, caudillismo, gamonalismo, patronalismo e patriarcato. Non è necessario che lo Stato controllato dall'élite decreti la RIFORMA AGRARIA, sono le stesse comunità, città e comuni, che possono farlo senza intermediari, devono solo concordare un'assemblea e avviarla.

¡!!Abolire i rapporti di subordinazione allo stato narco-oligarchico!!!!

¡!!! Fine dell'attività passiva, è ora di uscire in piazza!!!

¡!!!!Ostruisci l'esercizio della repressione!!!!!

¡!!Costruire quartieri autonomi e assemblee comunali!!!!

Abolire i rapporti di oppressione maschilista e patriarcale: partecipazione diversificata e uguaglianza di genere, accordi di rinuncia alla guerra, ¡¡¡¡disobbedienza civile disarmata!!!!

Evita la riforma fiscale, evita la riforma delle pensioni, evita la riforma del lavoro.

Abolire lo Stato.

¡!! Costituite le Assemblee!!!!

Firmato:

Colectix Kaos Kreador Antifacista - Banderas Negras - ULET-AIT

ULET è un collettivo sindacalista con sede a Bogotá, che sta cercando di costruire un'unione aperta con una base anarchica. Sono membri dell'IWA-AIT.

https://organisemagazine.org.uk/2021/05/06/commication-from-colombias-ulet-ait-statement/
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe https://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it