A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019 | of 2020 | of 2021 | of 2022
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) Brasil, FOB: SIGA-SP | Non votare, combatti! - Costruisci il Congresso del popolo! (ca, de, en, pt, tr)[traduzione automatica]

Date Sun, 19 Jun 2022 10:01:07 +0300


Dopo un disastroso governo Bolsonaro/Mourão, in uno scenario di elevata povertà, fame, disoccupazione, milioni di morti per COVID-19, conseguenza della nefasta gestione della Pandemia, quest'anno si avvicina un altro circo elettorale. ---- Fin dal primo momento, la sinistra riformista ha dato il messaggio di quale sarebbe stata la sua posizione durante il governo Bolsonaro, solo pressioni parlamentari e con manifestazioni occasionali solo per rilanciare la controversia all'interno dello Stato, nulla di efficace è stato fatto in opposizione al governo, no piano di lotta messo in pratica. ---- La politica di Lula e PT durante il governo Bolsonaro è stata un bagnomaria, concentrandosi sull'usura dei soli media per lanciarsi quest'anno come l'unico redentore dei mali bolsonaristi.
Due elementi sono fondamentali per una corretta posizione sul prossimo periodo, e, in particolare, per le prossime elezioni:

1 - La direzione politica di qualsiasi soggetto eletto alle prossime elezioni dipende quasi esclusivamente da come la borghesia si riorganizzerà per risparmiare i suoi profitti nel periodo di crisi, quindi chi sarà eletto avrà poco o nessun margine d'azione, le decisioni dipenderà ancora di più dai dettami imperialisti in contrasto con le ideologie e le posizioni di qualsiasi candidato. Così, la borghesia sceglierà come suo candidato non colui che è politicamente d'accordo con essa, ma colui con la capacità più politica di articolare il programma borghese.

2 - Le tattiche di Lula e PT per queste elezioni sono le stesse del 2018, portando Bolsonaro al secondo turno, come l'avversario ideale per la narrativa del "ritorno eroico" di Lula, ovvero il PT insiste per alimentare la polarizzazione Lula contro Bolsonaro. Questa polarizzazione porta al ritiro politico delle forze della sinistra riformista (PSOL, PCB, PSTU, ecc.), a qualsiasi processo politico critico e alla politicizzazione con la classe operaia, a favore dell'abbassamento del dibattito sulla disperazione elettorale.

Un punto importante da sottolineare in relazione a questa polarizzazione che il PT proietta come ideale per lo scenario elettorale è che, all'aumentare della polarizzazione, aumenta anche l'astensionismo elettorale, aumentando ad ogni elezione. Quindi, per abbassare il programma elettorale delle altre forze di sinistra, la polarizzazione è stata efficace per il PT, ma l'astensionismo è un effetto collaterale sia per il PT che per il bolsonarismo.

In questo modo, sia in termini economici che politici, è possibile avere un preludio a ciò che ci aspetta in queste elezioni e per i prossimi 4 anni, un governo altamente controllato e sottomesso al programma della borghesia, senza spazio di manovra e completamente ostaggio del 'Centrão' al Congresso, e chi vince lancerà un programma di recupero dei profitti borghesi a spese della miseria popolare.

In questo senso, qualsiasi forza politica che avalli il discorso del TSE in difesa della partecipazione elettorale è contraria al percorso di una vera opposizione, e ancora più lontana da un progetto di rivoluzione socialista. Se omettere dal processo significa rinunciare a un momento di effervescenza nel dibattito e ignorare le idee e le posizioni dei lavoratori, è nascondersi di fronte alle burocrazie sindacali e ai partiti riformisti.

È importante sottolineare che, come si può osservare in tutte le elezioni dal 2013, il "no vote" (Astensioni + nulli + spazi vuoti) è cresciuto sempre di più rispetto al precedente periodo elettorale. Da questo semplice fatto non si possono trarre molte conclusioni, ma si può dire che una fetta enorme della popolazione non vota, per i più svariati motivi. Questo è indicativo del decadimento accelerato del sistema elettorale brasiliano e persino dello Stato brasiliano e del capitalismo stesso.

Quindi, difendere la partecipazione elettorale è difendere il mantenimento del capitalismo brasiliano. Pertanto, noi di SIGA-SP/FOB invitiamo tutte le forze politiche, le organizzazioni, i sindacati, i partiti, i movimenti e gli attivisti in generale a costruire quest'anno a San Paolo una grande campagna per il "no vote". Che lungi dal sminuire il dibattito politico all'interno della classe operaia, realizzi un dibattito conseguente e favorisca la discussione e l'organizzazione in contrappunto alla farsa elettorale.

Possiamo dare una direzione al giusto rifiuto che il popolo mostra di fronte alle istituzioni marce del capitalismo brasiliano. Che possiamo trasformare questo rifiuto in una lotta per i salari, l'alloggio, l'occupazione, i trasporti e contro la fame!

NON VOTARE, COMBATTI!

Non votare, combatti! , SIGA-SP

https://lutafob.org/9554/
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe https://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it