A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019 | of 2020 | of 2021 | of 2022
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) Argentina, FARosario: COLORO CHE COMBATTONO PER LA VITA NON VENGONO UCCISI O MORTE (ca, de, en, pt, tr)[traduzione automatica]

Date Fri, 17 Jun 2022 08:14:56 +0300


In un giorno come oggi, nel 1976, Gerardo Gatti fu rapito e scomparve. ---- Anarchico fin dall'adolescenza, ha lasciato la professione di insegnante per diventare grafico e attivista sindacale. La sua vita è stata quella di creatore e ricreatore di organizzazioni: è stato una parte fondamentale del processo formativo della Federazione Anarchica Uruguayana (FAU) e del Sindacato dei lavoratori (CNT). Fu anche socio fondatore e referente del ROE (Resistenza studentesca lavoratore). Gatti, insieme al compagno e ai tre figli, si era trasferito in Argentina nel 1973, respinto dal colpo di stato in Uruguay. Da lì scrisse nel 1975: ---- "Non è una ragione qualsiasi dell'alta politica dove è la prima origine e la ragione della nostra lotta. Quell'origine è nel dolore e nel desiderio di quella grande umanità di cui il nostro popolo fa parte".
Il 9 giugno 1976 fu rapito dalla sua casa dalle forze armate argentine e uruguaiane, nell'ambito del Piano Condor. È stato portato al centro di detenzione clandestina "Automotores Orletti", dove è stato visto da diversi sopravvissuti. Tre dei suoi torturatori erano ufficiali uruguaiani: il maggiore Nino Gavazzo, il capitano Manuel Cordero e Anibal Gordon. Ancora oggi non si conosce la data della sua morte.
Siamo convinti che ci sia molto da recuperare dalla storia e dall'eredità che Gerardo Gatti ci ha lasciato. Dalla sua capacità e impegno per l'organizzazione del movimento operaio, sempre dal basso, alla necessità di mantenere la critica e di lottare contro la stagnazione dell'organizzazione anarchica e del movimento operaio. Evidenziando anche la convinzione politica e la non resa e rassegnazione di fronte al terrorismo di Stato.
Alziamo la bandiera della memoria, della verità e della giustizia in tutta l'America Latina, per ricordare e rivendicare la lotta di ogni compagno che ci è stato tolto nella lotta. Non ci facciamo ingannare dal tentativo degli Stati di lavare la faccia all'apparato repressivo, sappiamo che non è altro che una scusa per scatenare la repressione e garantire la riproduzione di questo sistema di miseria e disuguaglianza.

Partner Gerardo Gatti PRESENTE! ORA E SEMPRE!
Su quelli che combattono!

https://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=442098964585010&id=100063547308480
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe https://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it