A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019 | of 2020 | of 2021
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) anarres info: ANARRES DEL 23 LUGLIO. GENOVA 2001: UN VIAGGIO DURATO VENT'ANNI. FREE(K) PRIDE. DA BOLZANETO A SANTA MARIA CAPUA VETERE. MONTANELLI, STUPRATORE RAZZISTA...

Date Mon, 2 Aug 2021 10:47:33 +0300


Il nostro nostro viaggio del venerdì su Anarres, il pianeta delle utopie concrete. ---- Dalle 11 alle 13 sui 105,250 delle libere frequenze di Blackout. Anche in streaming ---- Ascolta e diffondi il podcast: ---- Anarres del 23 luglio. Genova 2001: un viaggio durato vent'anni. Free(k) Pride. Da Bolzaneto a Santa Maria Capua Vetere. Montanelli, stupratore razzista... ---- Dirette, approfondimenti, idee, proposte, appuntamenti: ---- Free(k) Pride. ---- Sabato 10 luglio migliaia di corpi liberi e soggettività critiche hanno attraversato il centro cittadino da piazza Castello a piazza Arbarello, parlando d'aborto e cattofascisti davanti alla Regione, frocizzando per strada il monumento a Pietro Micca ed approdando all'ufficio d'igiene, con un intervento sulla salute, e alla chiesa della (S)consolata, dove l'imponente schieramento di sbirri non ha impedito preghiere blasfeme e interventi di denuncia. Lasciato il centro, la successiva tappa della via frocis è stata a Porta Palazzo, dove si è parlato di migrazioni, CPR e riqualificazioni escludenti. Si sono poi guadagnate le rive della Dora in corso di gentrificazione, grazie al progetto "Sponde Sicure", cui hanno aderito i gestori "gay friendly" del bar "pausa caffè" e della limitrofa "locanda sul fiume", proseguendo verso l'ex ospedale Maria Adelaide, pronto ad essere trasformato in studentato per le universiadi, per infine approdare ai giardini (ir)reali.
Un'esplosione di vite e corpi fuori norma, erranti, in transito, nel segno di una critica radicale dell'esistente, espressione di un approccio transfemminista, intersezionale, anticapitalista ed antiautoritario.
Liber e mostruos, alla sua quarta edizione, il Free(k) Pride non è l'altro Pride, ma un Pride critico, dove non c'è spazio per sponsor politici o commerciali, dove i poliziotti e le poliziotte di Alter Polis non sono i benvenuti.
Il Primo Pride fu una rivolta innescata da sex worker povere e razzializzate. In questo solco nasce e cresce, anno dopo anno, il Free(k) Pride, quello della Torino transfemminista e queer.

G8. Cosa ci resta di quella stagione a vent'anni di distanza?
Due settimane fa abbiamo ripercorso le tappe della rete "Anarchici contro il G8" con Federico, un compagno della ciurma, che costruì il vascello salpato per Genova.
Lo scorso venerdì abbiamo continuato a ragionare su quelle giornate, cercando di coglierne il senso nel tempo, nell'onda lunga che segna il tempo che siamo forzati a vivere.
In questa puntata vi abbiamo proposto un'intervista con Salvo Vaccaro, anarchico e docente di filosofia politica all'Università di Palermo.

Da Bolzaneto a Santa Maria Capua Vetere.
A Genova, nel 2001, le torture, la violenza, le umiliazioni vennero considerati uno strappo, un'eccezione, una cesura, una "sospensione della democrazia". Ancora oggi la lettura dominante, amplificata dalla sinistra istituzionale, avalla la tesi della situazione eccezionale, della ferita da rimarginare, come se la violenza nei confronti di chi contesta radicalmente l'ordine del mondo, non fosse del tutto "normale". Come se la violenza verso i corpi in eccesso, gli scarti della società, i migranti, i poveri, non fosse del tutto "normale". Dentro e fuori dalle carceri.
I pestaggi e le torture nel carcere di Santa Maria Capua Vetere sono divenuti un caso giudiziario da cui è scaturito l'ennesimo regolamento di conti nell'ammucchiata di governo, non hanno nulla di eccezionale. Se le guardie pestano e torturano questo avviene perché le regole di ingaggio, quelle scritte e quelle informali, lo consentono.
A Bolzaneto come a Modena.
Ne abbiamo parlato con Robertino, un compagno che segue queste vicende da anni.

Montanelli: stupratore razzista
A vent'anni dalla morte il presidente della Repubblica Mattarella ha ricordato Montanelli come "maestro del giornalismo". Noi preferiamo ricordarlo con le sue parole su Destà, una bambina di 12 anni, che gli venne venduta durante la guerra di occupazione dell'Etiopia. Montanelli la stuprò e la usò come serva.
Ne parla come di un cane preso al mercato, pulcioso ma fedele. Destà è un "grazioso animaletto", non è umana, non è neppure una bambina. La narrazione dello stupro, attuato con la collaborazione della madre, che "apre" la figlia infibulata, è atroce nella sua "normalità".
Montanelli rivendica sino all'ultimo la propria avventura coloniale. La storia di Destà, la bambina comprata come schiava sessuale e serva, viene raccontata con compiaciuto distacco come un aneddoto curioso, divertente. Remoto.
Montanelli, fascista non pentito, attraversa la storia italiana in un misto di cialtroneria e abile trasformismo, è l'emblema vivo di un'epoca mai finita, che continua ad alimentare l'immaginario. E, soprattutto, continua a mietere vittime.

Contatti:

Federazione Anarchica Torinese
corso Palermo 46
Riunioni - aperte agli interessati - ogni mercoledì dalle 17,30 (in agosto non ci siamo)
Contatti: fai_torino@autistici.org - @senzafrontiere.to/

Wild C.A.T. Collettivo Anarco-Femminista Torinese
corso Palermo 46 - @Wild.C.A.T.anarcofem

Iscriviti alla nostra newsletter, mandando un messaggio alla pagina FB oppure una mail

scrivi a: anarres@inventati.org

www.anarresinfo.org

fb: @anarresinfo

https://www.anarresinfo.org/anarres-del-23-luglio-genova-2001-un-viaggio-durato-ventanni-freek-pride-da-bolzaneto-a-santa-maria-capua-vetere-montanelli-stupratore-razzista/
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it