A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019 | of 2020 | of 2021
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) France, UCL AL #318 - antifacismo, 70. Fascismo: come si chiama Darmanin? (ca, de, en, fr, pt)[traduzione automatica]

Date Mon, 2 Aug 2021 10:46:59 +0300


Disertore di destra, il ragazzo - ancora alle prese con una denuncia per stupro - si distingue per posizioni omofobe, islamofobe e antisemite. Ai suoi occhi, Marine Le Pen è troppo tenera. Infine, come ministro dell'Interno, è responsabile della nostra sicurezza... il che non deve rassicurarci. ---- Ma chi è veramente Gérald Darmanin ? Nominato ministro dell'azione e dei conti pubblici nel primo governo Philippe dopo l'elezione di Macron, diventa ministro degli Interni del governo Castex nel 2020. Bella promozione per un personaggio molto onesto nei suoi stivali e il cui profilo serve perfettamente gli interessi politici di Macron, giocare la politica dell'estrema destra invece dell'estrema destra.
Indebolito politicamente da mesi da diverse accuse di stupro - una denuncia per stupro, " molestie sessuali " e " violazione di fiducia ", per la quale Darmanin è stato posto sotto lo status di testimone assistito, è tuttora indagata dal Tribunale di Parigi - e dopo aver indirettamente riconosciuto, mentre era deputato, di aver chiesto " favori sessuali " a diverse donne in cambio della promessa di una mano per l'avanzamento delle pratiche che le riguardavano, Darmanin resta comunque uno degli uomini forti di Macronie.

La sua strategia per sopravvivere a queste accuse che ne avrebbero abbattute più di una: incendiarsi. Darmanin quindi gioca il rilancio su tutta la destra e strizza l'occhio appoggiato all'estrema destra.

Scioccato da Halal e Kosher
Così nel luglio 2020 si è staccato da un'intervista a Le Figaro in cui annotava un " selvaggio della società ". Prendendo parola per parola un'espressione usata in particolare dall'autore di estrema destra Laurent Obertone, i cui romanzi ruotano attorno a una fantasia di guerra razziale in Francia e a una storia di attacco di estrema destra in prima persona. Il termine è stato usato per anni anche dal National Rally e dalla sua polena Marine Le Pen o anche recentemente dall'eurodeputato Jordan Bardella.

Di fronte alla brutalità di questo sistema che giorno dopo giorno attacca conquiste sociali faticosamente conquistate, che ferisce e mutila coloro che ancora osano sfidare questo ordine sociale sempre più ingiusto e violento, il programma di Darmanin è chiaro: sempre più repressione. E per creare un diversivo, inventati nemici dall'interno: i musulmani.

Darmanin è uno specialista delle scissioni: il suo opportunismo lo spinge addirittura a marciare a fianco dei poliziotti che hanno manifestato contro di lui il 19 maggio, chiedendo una giustizia sempre più soggetta all'apparato di polizia.
L'11 febbraio, di fronte a Marine Le Pen, Gérald Darmanin ha cercato di superare a destra il presidente della RN. Era chiunque sarebbe rimasto fermo nella sua lotta contro l'Islam e l'Islamismo. Il presidente della Rn è addirittura accusato di " morbidezza " sulla questione. Questo colpo di genio ha permesso di mettere in luce un altro aspetto del personaggio, la sua islamofobia. Le sue posizioni sull'Islam e contro gli " islamogauchisti " lo distinguono a malapena da qualsiasi identità: Darmanin si dichiara scioccato di trovare scaffali hallal e kosher nei supermercati e per il divieto dei minareti.

Ha anche scritto un libro sul tema " Il separatismo islamico ", in cui accoglie inoltre con favore le misure adottate da Napoleone I ° contro gli ebrei, citando come esempio per i musulmani le parole ei fatti dell'imperatore " Il nostro obiettivo è di conciliare la convinzione di gli Ebrei con i doveri dei Francesi e di renderli utili cittadini, risoluti a rimediare al male a cui molti di loro si abbandonano a danno dei nostri sudditi. ". Un bel programma !

Prima di entrare in Macron nel 2017, Darmanin aveva una rotta molto marcata sulla destra. È stato il direttore della campagna dell'estrema destra Christian Vanneste (al quale succederà come deputato del Nord), attivista per il riconoscimento del " ruolo positivo della presenza francese oltreoceano, soprattutto in Nord Africa " e contro il matrimonio. per tutti loro, che qualifica come " aberrazione antropologica ".

Quest'ultimo sarà escluso dall'UMP dopo le osservazioni negazioniste sulla deportazione delle persone omosessuali che descrive come " leggenda ". Darmanin non è da meno sulla questione omofobica da quando sfila nel 2012 con il Manif pour tous e mostra la sua contrarietà, da sindaco, a celebrare personalmente i matrimoni tra persone dello stesso sesso.

Il realismo come scuola
Infine, Darmanin è un ex sostenitore di Action Française, il movimento monarchico di estrema destra. Ha anche scritto diversi articoli sulla loro rivista Politics magazine. Gli attivisti dell'Azione francese hanno ricordato via Twitter alla buona memoria del ministro durante un suo passaggio su CNews.

Dal lato finanziario, dichiara di aver accumulato le sue indennità come sindaco, vicepresidente e poi consigliere regionale di Hauts-de-France, vicepresidente del MEL (Metropoli europea di Lille, di cui assume la presidenza a giugno 2020) e, da maggio 2017, ministro, ma anche 28 seggi in enti o aziende pubbliche o private in rappresentanza di un ente locale. Un vero stacanovista !

Economicamente liberale, socialmente reazionario, omofobo e razzista, Gérald Darmanin è un puro prodotto della classe politica. Impegnato nella difesa degli interessi del capitalismo, persegue una strategia micidiale: superare a destra la RN.

Con le sue dichiarazioni aiuta a fomentare il razzismo per designare un nemico dall'interno - omosessuali, " islamogauchisti ", islamisti, ecc. - e questo gli permette anche di nascondere i problemi sociali causati dal neoliberismo di cui il suo governo è una delle punte di diamante.

Benjamin (UCL Orleans)

CONDANNATI IN APPELLO GLI ASSASSINI DI CLÉMENT
Venerdì 4 giugno, la Corte d'assise di Evry ha condannato in appello i due ex skinhead neonazisti per la morte del nostro compagno Clément Méric a otto e cinque anni di reclusione.

Questo processo e il suo verdetto si oppongono a una smentita senza riserve della tesi dei sostenitori degli assassini, tra cui il loro ex mentore, Serge Ayoub, alias Batskin (ex leader carismatico degli skinhead parigini neonazisti), e ampiamente rilanciata nell'estrema destra media e non solo: non era una semplice rissa tra due bande rivali che sarebbe andata a finire male. Gli assassini hanno agito consapevolmente e per odio politico.

Questa aggressione è caratteristica della vera natura dell'estrema destra e della sostanza del suo progetto politico: stabilire con la violenza un ordine razzista, patriarcale e autoritario.

L'estrema destra si nutre delle disuguaglianze sociali di questo sistema capitalista per prosperare. Combattere uno richiede combattere l'altro. Di fronte all'estrema destra, la nostra risposta deve essere ferma, unita e senza compromessi.

Accogliamo con favore il successo della manifestazione parigina del 5 giugno e chiediamo maggiori mobilitazioni e iniziative unitarie contro lo Stato, il capitale e i loro alleati di estrema destra.

Antifascisti, ovunque, sempre.

https://www.unioncommunistelibertaire.org/?70-Fascisation-de-quoi-Darmanin-est-il-le-nom
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it