A - I n f o s

a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **
News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts Our archives of old posts

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Catalan_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ _The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_
First few lines of all posts of last 24 hours | of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019 | of 2020 | of 2021

Syndication Of A-Infos - including RDF - How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups

(it) UCL, Bruxelles: Una manifestazione di fronte a un omicidio nella nostra comunità è e deve essere politica (ca, de, en, pt)[traduzione automatica]

Date Tue, 4 May 2021 10:56:41 +0300


Molti di noi hanno quindi deciso di partecipare al raduno organizzato da Rainbow House e dai suoi membri. Volevamo anche fare un ritorno, che è stato ritardato, al punto che ci siamo chiesti se non fosse "un po 'tardi per parlarne". ---- Infine, ci è sembrato essenziale rifiutare questo istinto di prescrizione. Al contrario, è continuando a parlarne che diamo vita alla nostra memoria e impediamo alla Storia di dimenticare i nomi dei nostri morti. ---- È politico ricordare che nulla è banale nelle storie di omicidi, che l'omofobia e la transfobia hanno ucciso e continuano a uccidere. ---- Uno dei nostri compagni che era presente alla suddetta manifestazione era accompagnato da un cartello "Complici della giustizia e della polizia".

Complici della giustizia e della polizia
In effetti, la giustizia ha messo in dubbio la natura omofobica dell'omicidio, ma oggettivamente evidente: i sospettati avevano già commesso almeno altre due aggressioni contro omosessuali ed erano quindi noti alla polizia. Ci sembra quindi chiaro che queste due istituzioni hanno ancora una volta una responsabilità di fronte alla nostra morte.

Alla persona è stato rapidamente rifiutato l'ingresso sia dagli organizzatori che dalla polizia stessa, che gli hanno spiegato che "la manifestazione non era politica".

Rifiutiamo questa posizione e diciamo il contrario: tutto ciò che riguarda una manifestazione di fronte all'omicidio nella nostra comunità è, e deve essere, politico.

Vediamo in questo una ripresa, consueta delle violenze subite dalle nostre comunità, da parte delle istituzioni, e la denunciamo. Se rispettiamo il lutto della famiglia e gli esprimiamo il nostro pieno sostegno, ciò non elimina in alcun modo la necessità di politicizzare questo tipo di evento, che non ci è estraneo.

È nostro diritto e dovere afferrare questo dramma per includerlo nella continuità della storia Queer, perché è anche la storia dei membri delle nostre comunità oppresse, emarginate e uccise.

È essenziale gridarlo ad alta voce

SI, questo omicidio è omofobo!
Che non è trascurabile che la polizia conoscesse i sospettati di altri attacchi omofobici ma che l'omicidio fosse ancora commesso.

Che l'omicidio di una persona LGBT in un comune che vota al 55% per n-va e vlaams belang non è un dettaglio semplice.

Non è nemmeno banale che questo assassinio sia avvenuto durante una pandemia in cui i nostri soliti luoghi di incontro tra persone Queer ci sono stati strappati, spingendoci a incontrarci in luoghi non sicuri, come il parco dove è stato ucciso David Polfiet.

Ci rifiutiamo di permettere alle istituzioni di parlare per noi in modo depoliticizzato e non vogliamo più dare loro l'opportunità di farlo.

Vogliamo anche notare che l'indignazione collettiva di solito è alleviata quando si tratta di affrontare l'omicidio di un uomo cis; la politicizzazione della sua memoria non dovrebbe sopraffare quella di tutti gli altri nostri morti trans, dighe, TDS, razzisti, precari, e non dovrebbe promuovere la sola liberazione della parola maschile.

Infine, va notato che è passato appena un mese da quando è stato commesso questo crimine e già, non ne abbiamo più sentito parlare.

Il silenzio è micidiale in quanto protegge e contribuisce a questa giustizia eteropatriarcale che non vogliamo più.

Agiremo in modo che tutto questo finisca e che i nostri incontri siano orgogliosi di essere politici.

https://bxl.communisteslibertaires.org/2021/04/28/un-rassemblement-face-a-un-meurtre-dans-notre-communaute-est-et-doit-etre-politique/
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it
A-Infos Information Center