(it) usi-cit: COMUNICATO RLS USI-SANITÀ MILANO --- SCABBIA AL SAN PAOLO DI MILANO

a-infos-it a ainfos.ca a-infos-it a ainfos.ca
Lun 15 Lug 2019 07:35:33 CEST


UNA VELINA APPARSA SUI MEDIA IL 24 GIUGNO 2019 SUL PROBLEMA DELLA SCABBIA AL SAN PAOLO E 
LA CONSEGUENTE POSIZIONE DI ALCUNI RLS AZIENDALI SANTIPAOLOCARLO ASCOLTATI SOLAMENTE IL 
GIORNO SUCCESSIVO ALLA SUA PUBBLICAZIONE/DIVULGAZIONE ---- Informazione pubblicata il: 
24/06/2019 21:15 da ADNkronos ---- "E' stato gestito in questi giorni un focolaio di 
'scabbia' all'Ospedale San Paolo di Milano. La situazione è comunque sotto controllo". Lo 
riferisce l'assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera. "La segnalazione 
riguarda il reparto di Oncologia - ha spiegato Gallera - e le cause sono già state 
individuate dagli operatori sanitari dell'Ospedale. A seguito delle analisi effettuate, 12 
persone, fra le quali ci sono medici, operatori di reparto, pazienti e familiari, sono 
state sottoposte a profilassi. L'attività di sorveglianza è stata attivata immediatamente 
e la situazione non presenta ulteriori criticità".

La direzione dell'ASST Santi Paolo e Carlo ha trasmesso una relazione dettagliata all'ATS 
Citta' Metropolitana di Milano.

I controlli e le azioni di sorveglianza continuano a scopo precauzionale. "Non c'è allarme 
- ha confermato l'assessore - e nemmeno pericolo. La delicata vicenda è stata gestita nel 
migliore dei modi ed e' ormai sotto controllo".

Non sorprende affatto che l'ottimistica e palesemente autoreferenziale comunicazione di 
cui sopra, fotocopia di tutte le altre apparse contemporaneamente ad opera dell'assessore 
Gallera, fedelmente riportate dalla grancassa mediatica della "disinformazio" di massa, 
dia in pasto al pubblico "in questi giorni" come unico labile riferimento cronologico per 
la pretesa brillante operazione di igiene pubblica antiscabbia reclamizzata...

In realtà, da paziente "focolaio". (ricoverato al San Paolo proveniente da altro ospedale 
"d'eccellenza" a partire dall'11 marzo) chi ha imbeccato l'assessore con un comunicato 
tutto aziendale, si è scordato di dire che la diagnosi di scabbia risale solo al 22 di 
marzo... Segue naturalmente e cronologicamente a partire dalla prima metà di maggio tutta 
la scia delle infezioni contratte da grandi e piccini, da ricoverati o lavoratori, o 
parenti...

Certo la situazione era "sotto controllo" alla data del 24 giugno giorno della velina 
passata ai media, forse perché si spera (e ci si augura) negli esiti positivi del 
risanamento dell'intero reparto epicentro del problema infettivo che è appunto avvenuto 
nel week end tra il 22 e il 23 giugno.

Davvero tantissimi complimenti e felicitazioni "per la vicenda gestita nel migliore dei 
modi"...

Da raccontare ce ne sarebbero tantissime di altre cose a cui il sig. Gallera e nemmeno il 
suo corrispondente sanpaolino dr. Stocco eviterebbero di fare riferimento nei loro 
autoincensamenti preventivi a mezzo stampa (non si sa' mai che cosa potrebbero invece 
anticipatamente riferire ai giornaloni certi sindacati non in linea con i dettati 
aziendali, come per esempio l'USI Sanità). Per citarne una, più volte sottolineata dagli 
inascoltati RLS aziendali, la mancanza negli spogliatoi degli infermieri collocati al 
piano -2 degli armadietti dove è possibile separare le divise di lavoro con gli abiti 
personali che invece finiscono in un bel minestrone. Vi sembra poco cari acari, assessori 
e direttori?

Tutto questo, più o meno e tralasciando altri particolari, hanno avuto modo di dire gli 
RLS del Santipaolocarlo anche loro informati a mezzo stampa domestica durante la periodica 
riunione mensile davanti al Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione, riunione 
avvenuta il 25 giugno, quando la situazione era finalmente, si spera, "sotto controllo".

USI SANITA' ASST SANTI PAOLO E CARLO - MILANO

http://www.usi-cit.org/index.php/1611-comunicato-rls-usi-sanita-milano


Maggiori informazioni sulla lista A-infos-it