(it) France, Alternative Libertaire AL #296 - Congresso comunista libertario dell'Allier Nascita di una nuova federazione (en, fr, pt)[traduzione automatica]

a-infos-it a ainfos.ca a-infos-it a ainfos.ca
Dom 14 Lug 2019 06:54:30 CEST


Ecco: quasi 200 persone hanno partecipato alla conferenza congiunta AL-CGA, dall'8 al 10 
giugno in Allier. E ha deciso di fondare insieme l'Unione Comunista Libertaria. Un piccolo 
evento nel movimento rivoluzionario, solitamente più abituato alle divisioni e alle 
divisioni. ---- Una grande sala riunioni decorata con striscioni che ricordano anni di 
lotte, baie affollate di attivisti di tutte le età che sbucciano copiosi quaderni di 
conferenze (90 pagine !) In un allegro tumulto ... È con una certa emozione che la 
commissione ha preparato la prima sessione della conferenza congiunta AL-CGA sabato 8 
giugno. Un congresso eccezionale da quando ha dovuto decidere - o no ! - la loro unificazione.
Provenendo da tutta la Francia e il Belgio, hanno partecipato quasi 200 persone, due terzi 
da AL e un terzo da CGA, tra cui un numero significativo di nuovi e nuovi. Nonostante 
questo afflusso inaspettato - si prevede che 150 persone - i compagni Auvergne aveva 
organizzato la zona verde altopiano, un laghetto: pasti biologici, birra eccellente, 
animazione per i bambini e anche un piccolo concerto Domenica sera

Questo congresso congiunto ha chiuso un processo iniziato alla fine del 2017. Diciotto 
mesi di discussioni hanno permesso di verificare che AL e la CGA erano d'accordo - a prima 
vista - per il 90  % dei soggetti: l'urgenza ecologica, la concezione di comunismo e 
rivoluzione libertari, anti-patriarcato, antistatalismo e critica del socialismo di stato, 
forza trainante della lotta di classe, pratica sindacalista rivoluzionaria, strategia 
basata su lotte sociali e sé -organizzazione, antifascismo ...

Restava da decidere i punti meno consensuali: la portata del nostro antielettorato, il 
marxismo-anarchismo e alcune questioni femministe e antirazziste. È quindi logicamente su 
questi punti che i dibattiti erano concentrati. Ciò potrebbe aver dato agli osservatori 
l'impressione fuorviante di un dissenso generale. Eppure questo è l'argomento di una 
convenzione: non tenere una massa di auto-inganno, ma discutere e risolvere i disaccordi.

Da questo punto di vista, le sessioni si sono svolte in un'atmosfera costruttiva, con le 
opinioni espresse in realtà non disegnando un divario AL-CGA.

Dato il gran numero di presentazioni, il tempo di parola era limitato a due minuti (invece 
dei soliti tre). È un po 'corto, ma costringe a condensare i suoi argomenti, e promuove il 
flusso della parola.

Anti-elettoralismo e marxismo
Infine, sulla questione di anti-elettorale, è stato stabilito che egli può "   essere una 
reale democrazia sotto il capitalismo. Ecco perché, senza rendere l'astensionismo un dogma 
intangibile, stiamo boicottando le istituzioni dello stato e le elezioni 
rappresentative.[...]Lungi dal fiammifero disprezzo per le persone che votano, 
l'anti-elettorale che professiamo non si limita alla politica e alle elezioni: ravviva lo 
spirito della Prima Internazionale, che ha dichiarato che "l'emancipazione i lavoratori 
devono essere opera degli stessi lavoratori ".  "

Per quanto riguarda il rapporto a Marx, UCL rifiuta certamente "  illusioni stataliste 
trasportati dalle correnti e le teorie marxiste  " , ma osserva che "  i libertari hanno 
attirato pesantemente, come Bakunin nel suo tempo, e senza il feticcio in pensiero 
materialista e dialettico sintetizzato in particolare da Marx. Continua a occupare un 
posto singolare per coloro che vogliono cambiare il mondo. Soprattutto quando non va fuori 
strada nella sovra-determinazione economica. Per noi, non c'è né destino né destino: siamo 
tutti noi che, attraverso la nostra azione, facciamo la storia.  "

Sulla questione antirazzista, il congresso ha affermato il suo sostegno alle minoranze 
vittime di oppressione e discriminazione - per esempio, l'islamofobia - in particolare 
incoraggiando la loro auto-organizzazione. Non in modo cieco, tuttavia: la solidarietà 
dell'UCL "  in primo luogo ai movimenti che, con le lotte contro il razzismo, associano un 
progetto democratico di emancipazione sociale affidandosi all'azione delle classi popolari".

Infine, l'UCL vede nella lotta contro il patriarcato una "  lotta specifica che non si 
riduce alla lotta contro il capitalismo, anche se entrambi si alimentano a vicenda. Il 
capitalismo sfrutta il lavoro libero ancora largamente svolto dalle donne,  "un lavoro che 
generalmente avvantaggia gli uomini "  nel nostro campo sociale  " . Che suppone una vera 
rivoluzione tra questi ultimi.

I dibattiti sul manifesto e sugli statuti sono stati seguiti votando i 70 emendamenti 
messi ai voti - un numero molto alto, che si spiega con l'eccezionalità di questo 
congresso - e un voto di valori sul nome del futura organizzazione unificata.

Il ruolo della segreteria federale
Il lunedì mattina è stato dedicato al voto dei testi finalizzati e al nome UCL (arrivato 
alla testa il giorno prima), e al mandato del nuovo segretariato federale (SF). 
Testimonianza di un certo entusiasmo, non meno di 28 persone (!) Hanno chiesto di 
rappresentare le otto commissioni operative (tesoreria, web, giornali, relazioni interne, 
relazioni esterne, diffusione, internazionale, formazione) e sei commissioni. intervento 
(lavoro, gioventù, anti-patriarcato, ecologia, antifascismo, SO). Questi mandati 
provengono da 18 gruppi locali ; due terzi di Los Angeles e un terzo di CGA ; Il 20  % 
sono donne

In una organizzazione autogestita, la missione della SF non è "  dare  " la linea, ma 
fissare le linee guida decise collettivamente, in congresso e in coordinamento federale. I 
mandati alla SF dovranno trovare i loro marchi in un nuovo ambiente ... Buona fortuna a 
loro e loro !

Dopo questa sessione plenaria, AL e CGA si sono incontrati separatamente per fare il punto 
sul congresso e hanno votato la loro auto-dissoluzione. Non senza un pizzico al cuore. È 
la fine di un'avventura di ventotto anni per uno ; diciassette anni per l'altro. UCL, li 
riesce. Con responsabilità. Come disse un membro del Congresso in conclusione: "  Non 
possiamo che congratularci con noi stessi per aver ottenuto un permesso di costruzione. 
Ora, per la nostra corrente politica, è un vasto cantiere che si apre.  "

Congressi dell'Allier

E il "  patrimonio  " in tutto questo ?

Cosa fare con le analisi e gli orientamenti di AL e CGA adottati nel corso degli anni su 
molteplici questioni (lotta contro i licenziamenti, protezionismo e libero scambio, 
Palestina, Kurdistan, lotte di liberazione nazionale, nucleare, prostituzione ...) ? Si 
gratta tutto con un pennino e iniziamo da zero ? Solo no.

Una commissione di valutazione è stata incaricata di identificare tutti questi 
orientamenti e di proporre alla federazione di rinnovarli come tali o di dichiararli 
obsoleti o di aggiornarli. Questo lavoro sarà fatto gradualmente e soggetto 
all'approvazione di ciascun coordinamento federale per i prossimi due anni.

Messaggi di incoraggiamento

Diverse organizzazioni hanno inviato ai delegati di Allier commenti politici o cordiali 
saluti - e spesso entrambi.

Per la Francia, menzioniamo i messaggi di NPA , FA , OA , CNT - SO , Associazione 
Autogestione , Associazione dei comunisti unitari (Pierre Zarka), Unione ebraica francese 
per pace , l'associazione Survie (lotta contro Françafrique) e il Consiglio democratico 
curdo in Francia .

I delegati di FDCA (Italia) e OSL (Svizzera) hanno inviato saluti direttamente sul podio.

Dal Stato spagnolo, non inferiore a quattro organizzazioni avevano scritto la CGT , il CNT 
, Solidaridad Obrera e catalano Embat . Ma il più grande contingente venuto dal Sud 
America, insieme a un messaggio comune del CAB (Brasile), la FAU (Uruguay) gruppo Vía 
Libre (Colombia), il Nucleo pro Federación (Cile), il FAR e Roja y Negra (Argentina).

I fondamentali

I testi dovevano raccogliere il 66  % di "  per  " da adottare. Tutti hanno varcato questa 
soglia: il manifesto dell'UCL (94,90  %) ; statuti federali (86,53  %) ; il "  regolamento 
interno  ", che stabilisce le maggioranze qualificate per il processo decisionale (85,42 
%) ; lo schema di finanziamento della federazione, con la scala dei contributi (95,59  %). 
Il nome UCL è stato approvato all'84,39  %.

http://www.alternativelibertaire.org/?Naissance-d-une-nouvelle-federation


Maggiori informazioni sulla lista A-infos-it