(it) circolo libertario mantovano CLM: 25 aprile, compagne e compagni uniti per la libertà,aprile 18, 2019

a-infos-it a ainfos.ca a-infos-it a ainfos.ca
Gio 25 Apr 2019 08:49:56 CEST


Appuntamento al Corteo antifascista cittadino del 25 aprile, Piazza dei Mille, ore 10.30, 
insieme a eQual, LaBoje Spazio Sociale, Non Una di Meno - Mantova, Sportello Diritti, 
Rifondazione Comunista Mantova, Sinistra Italiana MN, Potere al Popolo Mantova. ---- Noi 
donne e uomini libertari riconosciamo come inizio della Resistenza il 15 aprile 1919 
quando a Milano fu assassinata la compagna socialista Teresa Galli per mano dei militanti 
nazionalisti e fascisti. Il 15 aprile, a pochi giorni dalla costituzione avvenuta il 23 
marzo del '19, dei fasci di combattimento, il fascismo evidenziò, pur in una situazione 
politica complessa, una direttrice chiara e precisa, quella della reazione padronale. La 
Resistenza nasce come reazione alle prime violenze nazionaliste e fasciste ed ha un 
carattere non solo politico ma di classe. Ricordiamo il comandante Chieri, compagno 
anarchico, che guidò insieme al comandante Picelli gli Arditi del Popolo nella difesa di 
Parma del 1922.

Compagni e compagne anarchiche si sono battute su tutti i fronti contro il fascismo. 
Umanità Nova, la rivista fondata da Errico Malatesta, veniva distribuita in 8000 copie 
alla settimana nel 1944. Le formazioni partigiane anarchiche sono state particolarmente 
attive in Liguria, Lombardia e nell'Appennino Tosco-Emiliano. Il Battaglione Lucetti che 
operava nella lunigiana prendeva il nome dal compagno Gino Lucetti che compì un'attentato 
al tiranno Mussolini. Il compagno anarchico Emilio Canzi comandò prima il Battaglione 
Cantarana nella difesa di Parma, combatté poi nella Guerra di Spagna e infine in Italia 
dopo il 1943 era al comando della 13° zona operativa dell'Appennino Tosco-Emiliano.

Oggi il risorgente fenomeno nazionalista deve essere combattuto con fermezza. La retorica 
razzista e sessista, insieme a quella sovranista della difesa delle frontiere è di nuovo 
tornata predominante nel discorso pubblico. Le manipolazioni della storia tornano ancora 
più prepotenti cancellando il sacrificio di donne e uomini per la libertà. Riflettere su 
tutto ciò è indispensabile per rovesciare i miti di superiorità che i sovranisti stanno 
diffondendo con provocazioni di stampo fascista. Il 25 aprile riaffermiamo insieme a tutta 
la sinistra mantovana l'impegno di lotta per la libertà contro le nuove forme di dominio, 
sempre più diffuse e ambigue che segnano il nostro esistente.

  CONDIVIDI

https://circololibertariomn.blogspot.com/2019/04/25-aprile-compagne-e-compagni-uniti-per.html


Maggiori informazioni sulla lista A-infos-it