(it) France, Alternative Libertaire AL #289 - Brasile: come potrebbe vincere Bolsonaro (en, fr, pt)[traduzione automatica]

a-infos-it at ainfos.ca a-infos-it at ainfos.ca
Sat Dec 22 07:44:41 CET 2018


Domenica 28 ottobre 2018, poco più del 55% degli elettori in Brasile ha fatto la scelta di 
Jair Bolsonaro contro il candidato di sinistra, Fernando Haddad. Jair Bolsonaro ha 
ragione, molto a destra, per non dire affascinante ... ---- Jair Bolsonaro, 66 anni, è un 
ex capitano dell'esercito brasiliano. Appare chiaramente come un nostalgico della 
dittatura militare, lodando la repressione dei " rossi ", la tortura e la violenza 
sessuale. Aveva, in una famosa frase, detto all'avversario che era " troppo brutta per 
essere violentata " [1]. ---- Bolsonaro assume un certo lignaggio con il fascismo storico. 
Il suo slogan della campagna è " Brasil Acima de tudo " (il Brasile soprattutto), che è un 
riferimento a " Deutschland über alles " , la frase dell'inno nazionale tedesco proposto 
dal regime nazista.
Dal punto di vista ideologico, il discorso di Bolsonaro è molto simile alla retorica 
fascista: il leader carismatico sostiene di dare energia alla nazione e ripristinare 
l'ordine, la comunità e la connessione sociale. Il problema è che, naturalmente, ciò viene 
fatto dalla liquidazione del nemico, che nel caso di Bolsonaro è a tutto campo: i Red 
incarnati dal Partito dei Lavoratori (PT), le persone lesbiche, gay, bisessuali e 
transgender ( LGBT) accusato di " distruggere la famiglia ", e dei poveri di favelas e di 
indigeni visti come un pericolo sociale. Questo vasto programma di liquidazione comporta " 
naturalmente " uno stato autoritario e dittatoriale. Bolsonaro è apertamente nostalgico 
per la dittatura che promette di restaurare.

Un regime apertamente nostalgico per la dittatura
Il programma di Bolsonaro è in linea con queste affascinanti prospettive. Innanzitutto, è 
un programma patriarcale di recupero e rafforzamento, contro la procreazione medicalmente 
assistita e i diritti LGBT, con il sostegno delle chiese evangeliche.

Arriva nel campo dell'educazione con una riforma dei programmi considerati " rossi ". In 
campo economico, non si preoccupa del discorso pseudo sociale spesso agitato dai fascisti, 
l'obiettivo è diretto. Offre austéritaire spurgo neoliberista: la rimozione di programmi 
di assistenza sociale e medica per i poveri, la privatizzazione di quasi tutti i servizi 
pubblici, e al tempo stesso rafforzare vis-à-vis il protezionismo del Mercosur, il mercato 
comune dell'America Sud.

Infine, il suo programma è catastrofico in termini ambientali: promette la continuazione 
della distruzione della foresta pluviale amazzonica, ma essenziale per l'equilibrio 
dell'ecosistema globale. Così, il Ministero dell'Ambiente si sarebbe fusa con quella di 
Agraria, nelle mani dei proprietari terrieri, e le riserve indigene che coprono il 13% del 
territorio consegnato agli interessi dell'agrobusiness.

Offre inoltre una politica ultra-repressiva e vigilante: di fronte a un crimine dilagante 
(69 000 omicidi nel 2017), offre più la violenza della polizia come armi di " buoni 
cittadini " che sono autorizzati a sparare a vista ...

Supporto dominante della classe dominante
La rapida ascesa di Bolsonaro, che in precedenza era percepita come fascista, estrosa e 
marginale, deve molto al sostegno della classe dominante. Ci sono tre componenti 
essenziali. Il primo è quello dei grandi proprietari terrieri dell'agrobusiness: in un 
paese in cui il settore agroalimentare è essenziale per le esportazioni, sono molto 
pesanti. In larga misura, tutti i grandi datori di lavoro industriali supportano anche 
Bolsonaro. Infine, il settore della " sicurezza " offre il suo sostegno: le alte gerarchie 
militari e di polizia, ma anche le società private del settore della sicurezza.

Questo supporto decisivo si è manifestato in particolare con le massicce campagne " false 
notizie " su Facebook e in particolare con WhatsApp, ampiamente utilizzato in Brasile, che 
è stato rivelato essere stato finanziato da un gruppo di oltre 150 aziende collegate al 
grande datori di lavoro [2].

Bolsonaro divenne ben per grande strumento di business nella lotta che essi offrono al PT 
in quanto la rielezione di Rousseff nel 2014. Il presidente del PT esito dei ranghi è 
stato deposto a seguito di un'indagine di corruzione almeno discutibile, il licenziamento 
supportato da tutta la classe dominante.

Il presidente ad interim di destra Michel Temer è diventato così impopolare dopo una serie 
di riforme neoliberali che il suo tasso di approvazione non ha superato il 3%. Di fronte 
alla minaccia di un ritorno al PT, il fascismo guidato da Bolsonaro divenne quindi una 
prospettiva accettabile per una borghesia brasiliana che non si preoccupa di scrupoli ... 
Se il PT e le sue misure redistributive sono insopportabili per il Classe dirigente 
brasiliana, assetata di profitti, questo non significa che questo partito sia esente da 
responsabilità nell'elezione di Bolsonaro.

La responsabilità della socialdemocrazia
Nel 2002, il PT è salito al potere con l'elezione di Lula che ha il sostegno dei sindacati 
e di tutti i movimenti sociali. Eletto su base anti-liberale e socialista, il suo primato 
era povero, offuscato da compromessi e corruzione endemica. Molto rapidamente, Lula dà 
garanzie al grande capo: non attaccherà i suoi interessi né la proprietà privata dei 
grandi gruppi industriali ... Alla fine, il PT esegue solo una politica di gestione ai 
margini del capitalismo: programma di aiuti per i più poveri, i medici cubani per i più 
poveri, pensioni che sono in qualche modo vantaggiose.

In realtà, non cambia molto. Brasile è rimasto uno dei paesi più disuguali al mondo in cui 
la classe media e la borghesia possono beneficiare della protezione delle guardie armate a 
consumare, mentre gran parte della popolazione di vegetare in condizioni disumane e i feed 
PT una burocrazia corrotta che fa ben poco per gli sfruttati. Il tradimento e 
l'umiliazione della socialdemocrazia brasiliana hanno aperto la strada al fascismo in 
Brasile. Meditare al momento delle speranze elettorali intorno alla Francia insubordinata ...

Matt (AL Montpellier)

[1] "Il Brasile, il deputato troppo brutto per essere violentato teme più violenza ", 22 
agosto 2018 su Liberation.fr.

[2] " Brasile, giorno della campagna difficile per bolsonaro e haddad ", 10 ottobre 2018 
su Ladepeche.fr.

http://www.alternativelibertaire.org/?Bresil-Comment-Bolsonaro-a-pu-l-emporter


More information about the A-infos-it mailing list