(it) France, Alternative Libertaire AL #272 - unionismo, Tolosa: Un corso universitario contro il disprezzo (en, fr, pt) [traduzione automatica]

a-infos-it a ainfos.ca a-infos-it a ainfos.ca
Ven 2 Giu 2017 08:10:11 CEST


Contro la chiusura di due collegi Tolosa, la lotta è organizzato in Mirail e Reynerie. Le 
donne del quartiere sono in prima linea. ---- Di fronte a classe di disprezzo, la violenza 
politica e razzista sui "  responsabili  " e il loro portavoce, la lotta è organizzata nel 
quartiere Mirail contro la chiusura di Badiou e Bellefontaine college: la lotta è stata 
lanciata principalmente le donne di questo quartiere. In caso di successo, i 16.000 
abitanti e residenti Reynerie e Bellefontaine vivono senza il college per diversi anni ; 
essi e saranno quindi mandare i loro figli alle scuole lontane senza le condizioni di 
ricezione sono garantite. Dietro a questo progetto si nasconde una stigmatizzazione 
violenta di quartieri, il disprezzo dei cittadini che vi abitano, la volontà neocoloniale 
assimilativo. Intervista con Fanny, un insegnante al college e Badiou militante SUD 
Istruzione 31.

Alternative Libertaire: Chi è l'iniziatore di questo progetto e quali sono i suoi obiettivi ?

Fanny: Questo progetto ha una dimensione nazionale e locale. A livello nazionale, è parte 
di un vasto piano di diversità sociale e nel quadro della mobilitazione della scuola per i 
valori della Repubblica. In Francia, 84 istituti saranno sottoposti esperimenti nel tag 
mix sociale, ma costituisce un attacco contro la priorità educativa.

A livello locale, l'attuazione di questo piano è stata delegata a consigli di contea. A 
Tolosa, la sperimentazione, considerato il più ambizioso, è quello di chiudere due scuole 
nella zona più povera della città, in Badiou Reynerie e di Bellefontaine, svuotando 
progressivamente i loro studenti: nel 2017, la rimozione 6 ° e 5 ° l'anno successivo e, 
nel 2019, la chiusura completa di Badiou collegio. Al college chiusura Bellefontaine 
sarebbe iniziata nel 2018.

Il Consiglio di Contea giustifica questa chiusura con il pretesto di insuccesso scolastico 
priorità e la diversità sociale, sostenendo che il distretto è "  una bomba a orologeria " 
e che ci sia il dovere di "  civiltà Repubblica  ". Queste scuole, il consiglio della 
contea lasciarli morire senza aggiornamento per anni ...

Il progetto prevede l'eventuale costruzione di quattro o cinque anni per una nuova scuola, 
ma che non è affatto assicurato: la terra non è stato acquistato e il bilancio non 
garantita. Inoltre, se lo stabilimento va avanti, non sarebbe in materia di istruzione 
prioritaria in quanto l'obiettivo è quello di rendere il criterio mix sociale preso in 
considerazione nell'assegnazione la denominazione "  educazione prioritaria  ". Nel 
frattempo, gli studenti saranno envoyé.es in base ai loro indirizzi negli stabilimenti più 
privilegiate del centro o periferia più lontani che portano alcuni studenti di 55 minuti 
per raggiungere la loro sostituzione scuole.


Questo progetto costituisce un attacco, concertata e ben in aria contro la nazionale di 
istruzione priorità temporale nel suo complesso. Tutte le scuole che ci ha servito 
perderanno il loro stato di priorità di istruzione entro due anni. E 'anche parte di un 
attacco più ampio contro i quartieri popolari. Nel quartiere di Reynerie, se si toglie la 
scuola e l'università, niente di più. Essi potranno anche presto rompere il CAF.

Quale forma ha assunto la mobilitazione ?

Fanny: La mobilitazione si è basata su un popolo genitori-insegnanti-incontro che già 
esiste da molti anni e che sta crescendo ogni mobilitazione. Essa consiste essenzialmente 
di residenti e abitanti e genitori. Siamo tre o quattro insegnanti per andare ogni volta. 
Questo incontro è molto interessante perché offre un quadro di controllo veramente 
autonomo dagli utenti e dai lavoratori dei servizi pubblici. E 'attraverso questo incontro 
che abbiamo organizzato grandi manifestazioni nella zona (durante gli scioperi del 31 
gennaio e il 2 marzo), che non si era verificato dopo il bombardamento di Gaza. 30 Marzo 
2017, abbiamo anche organizzato un'occupazione pacifica del collegio nel corso della 
giornata in cui chiunque poteva venire a frequentare le lezioni.


Abbiamo già fatto cinque giorni di scioperi ma nel complesso non vogliamo meno scuola, ma 
la scuola: è una specie di slogan della riunione. Non volevamo privare gli studenti di una 
scuola che è in fase di difesa.

Qual è stata la mobilitazione degli insegnanti di fronte al progetto ?

Fanny: A questo livello, è stato più complicato. In Badiou, quando abbiamo avuto 
l'annuncio all'inizio, alcuni di loro e non l'hanno fatto. Per anni il collegio deve 
essere distrutto e che non succede nulla. Inoltre, dietro a questo progetto, ci sono molti 
buoni sentimenti come la diversità sociale. Poi la situazione è cambiata quando è 
specificato il progetto e che i rappresentanti del Consiglio della contea hanno dimostrato 
un'arroganza e incredibile disprezzo per noi. Essi stessi applicati a dirci che la nostra 
università era marcio, non siamo riusciti a fare progressi e che non vi era la violenza 
per tutto il tempo.

Infine, con l'opposizione della maggioranza dei genitori e politici faccia a dispetto 
della maggioranza del collegio docenti è ora opposto al collegio chiuso.

Con contro, università Bellefontaine, gli attivisti hanno più difficoltà ad innescare la 
mobilitazione perché non hanno come buone relazioni che abbiamo con i genitori. Inoltre, 
l'associazione dei genitori degli studenti detenuti da una persona completamente succube 
del PS che spende un sacco di tempo per dividere gli insegnanti ei genitori. E 'un peccato 
perché Bellefontaine Sono sicuro che ci sono opposé.es genitori, ma il quadro 
istituzionale associativa progetto rappresentato è afflitto da problemi di alimentazione.

E qual è stata la reazione dei sindacati ?

Fanny: La CFDT, UNSA e FSU sono per il progetto, ma solo l'unione di maggioranza, vale a 
dire la FSU, i sostenitori per la sua attuazione. Questo è un ostacolo che ha incontrato 
quando il tour farà tutte le scuole primarie rilevanti o in istituti residenziali in 
diversi collegi. Tuttavia i sindacati si oppongono al progetto, c'è anche del Sud 
Istruzione FO e CGT. Si tratta di un interessante making cornice Inter era che la lotta 
contro il diritto del lavoro.


Qual è lo stato attuale di mobilitazione e di lotta quali prospettive ?

Fanny: Durante le vacanze nel mese di aprile, ci sarà porta a sessioni porta come si fa in 
mesi recenti, insegnanti, insegnanti e genitori a firmare una petizione tra cui CM2 
informare i genitori degli studenti su progetto che è stato realizzato senza alcuna 
consultazione con i principali stakeholder, studenti, genitori. Una causa è stata anche 
presentata una richiesta di annullamento della procedura, nella speranza di almeno 
guadagnare tempo per bloccare la rimozione del sesto anno prossimo. In ultima analisi, si 
ritiene anche presentare una querela sul merito del caso attaccando la giunta regionale e 
il Rettore della discriminazione. Gli abitanti e residenti e genitori degli studenti 
attualmente lavorando su questo tema con un avvocato.

Intervista a cura di Cesare (LA Toulouse)

http://www.alternativelibertaire.org/?Education-Un-college-contre-le-mepris-de-classe


Maggiori informazioni sulla lista A-infos-it