(it) France, Alternative Libertaire AL #268 - Software gratuito: Complicato e degrado librisme (en, fr, pt) [traduzione automatica]

a-infos-it a ainfos.ca a-infos-it a ainfos.ca
Gio 12 Gen 2017 10:36:25 CET


Le tecnologie digitali sono al centro di due grandi lotte di emancipazione: da un lato per 
la liberazione degli utenti e gli utenti delle multinazionali digitali come lo Stato del 
Grande Fratello nei confronti; l'altra, che per una diminuzione della società, ecologista, 
basso consumo energetico e materiali non riciclabili. Ma i due raramente comunicano però e 
può anche sembrare incompatibili. È un'articolazione comunista libertaria possibile? ---- 
All'inizio di novembre è stato rilasciato il biopic di Oliver Stone del segnalante Edward 
Snowden, che nel 2013 ha rilasciato la sorveglianza di massa di programmi segreti 
dell'agenzia di intelligence NSA afferma-statore (PRISM, xkeyscore etc. .). Essi sono 
stati resi possibili dalla collaborazione attiva di grandi multinazionali digitale, 
Google, Apple, Microsoft, Yahoo, Facebook, ecc (Collaborazione regolarmente negata da 
loro, ma costantemente riconfermato, come ad esempio l'inizio di ottobre, quando Yahoo è 
stato accusato di accettare di buon grado il ruolo di subappaltatore della sorveglianza di 
stato[1]).

La centralizzazione dei dati di identificazione

France non fa eccezione, come dimostrano le recenti decreto TES (proteggere i documenti 
elettronici) governo Valls, che ha stabilito un dati identificativi altamente 
centralizzata di tutti i francesi e francesi[2]. Questa è l'occasione per rivangare quello 
che potremmo chiamare la "questione Grande Fratello". Anche se poco dibattuto tra i 
libertari (per mancanza di interesse o di consenso? Con ignoranza?), Si tratta di un nodo 
centrale nella lotta di emancipazione anti-stato. Difficile da difendere contro la 
repressione o per organizzare la rivoluzione, in uno stato di polizia come la Francia 
sotto lo stato di emergenza.

Anche difficile, tuttavia, aspettarsi ogni militante e attivista che utilizza solo 
software libero e crittografa i suoi messaggi di posta elettronica perché richiede ancora 
un investimento significativo (nonostante gli sforzi reali di democratizzazione degli 
strumenti che ha seguito le rivelazioni Snowden[3]). Essere consapevoli dei problemi di 
sicurezza del computer e non riposare sugli intermediari capitalisti di scambi critici 
(organizzazione azione diretta o ambientalisti fascisti, per esempio) è comunque un 
"minimo" non è sempre scontato. Noi, comunisti libertari dovrebbe certamente portare un 
messaggio politico libriste[4]non ambiguo né compiacenza[5].

Un'altra lotta libertaria lo porta a prendere una posizione sul digitale: il rilascio 
della crisi ecologica adottando un'economia anticapitalista chiamato "in diminuzione". 
Naturalmente, il termine "discesa" copre una realtà ampia e variegata, da 
anarco-primitivisti autoritario marxista in difesa che una digitale variano altrettanto.

Ma una delle analisi più sorprendente di digitale è che preso come un esempio dal 
quotidiano Il decadimento , il Breakers pub Associazione[6], di cui l'anti-EELV editoriale 
e anticapitalista è in gran parte conforme con gli ambientalisti posizioni Alternative 
Libertaire.

Dice Il declino sul digitale? Infatti, tutti coloro che si apre un problema di questo get 
mensile sarà presto conto[7]Sulla base della osservazione (base) che inquinano digitale, 
le relazioni sociali disumanizzanti, isola Internet permette la sorveglianza di massa, ecc 
essi deducono che dobbiamo lottare unilateralmente "schermi della società" rifiutare "per 
dirla," finto chi horizontalise Internet ha aiutato un po 'la società, ecc Gettano senza 
esitazione il bambino con l'acqua sporca: il loro decadimento è inconciliabile con il 
digitale, e quindi con la librisme.

Eppure Wikipedia porta la cultura a tutti; peer-to-peer (peer-to-peer) promuove la 
condivisione, il decentramento, l'autogestione e violentemente portato il copyright 
capitalistico al male; TOR permette attivisti a dittature come la Cina per aggirare la 
censura del governo, proteggendo contro la repressione. L'insegnamento della 
programmazione a scuola potrebbe aiutare ad illustrare la differenza tra errore 
(scientifico), educativo successo, e il fallimento (la scuola), fattore di esclusione 
sociale ... Gli esempi abbondano, ed è, di fatto, né necessario né persino possibile 
elencarli tutti qui per convincere: negare interessi digitali è la postura altrettanto 
grottesca e pieno di malafede nel negare i problemi.

duplice compito

La domanda movimenti libertari devono pertanto porsi non è tanto quella del boicottaggio 
digitale cieco che il legame tra anti-produttivista lotta libriste e combattere. Che posto 
digitale libro nel progetto di società comunista libertaria? Un doppio lavoro, simile a 
quella di anarco-sindacalismo, che comprende contemporaneamente impegnarsi in una lotta 
libriste "immediato miglioramento delle condizioni di vita degli utenti e utilizzatori del 
digitale" e una lotta anti-produttivista di stabilire un Internet sé, la fine di 
obsolescenza programmata e la corsa per la potenza di calcolo, il riciclaggio anche spinto 
come possibili componenti, e così via, è possibile? Domande senza risposte chiare in 
questo momento (a mia conoscenza almeno). Invito il dibattito e la riflessione su questo 
trasversale soggetto, né solo ambientalista, né solo anti-autoritaria, ma certamente 
d'attualità.

Leo (AL Val-de-Marne Nord)

[1]"Spionaggio: Yahoo! ha rispettato le ultime volontà del NSA, "humanite.fr.

[2]"la libertà di stampa Osservatorio e digitale" laquadrature.net.

[3]Prism-break.org

[4]Un termine che si riferisce al software libero e più in generale per il calcolo 
distribuito, e di nuovo nelle mani degli utenti.

[5]Ad esempio, non tollerano il discorso "non ho nulla da nascondere", "Lettera aperta a 
chi non ha nulla da nascondere," internetactu.net

[6]ladecroissance.net

[7]Si veda ad esempio l'editoriale del n ° 134 (novembre 2016), l'articolo "La vostra 
attenzione per favore ..." di n ° 133 (ottobre 2016), l'intervista "contro la scuola di 
schermi" della voce 130 (giugno 2016).

http://www.alternativelibertaire.org/?Logiciels-libres-Articuler


Maggiori informazioni sulla lista A-infos-it