(it) France, Alternative Libertaire AL Decembre - Pesticidi: Lo stato di servire lobby veleno (en, fr, pt) [traduzione automatica]

a-infos-it a ainfos.ca a-infos-it a ainfos.ca
Gio 5 Gen 2017 10:15:41 CET


Il numero di febbraio 2009 della Alternative Libertaire ha fatto il punto sui pericoli di 
pesticidi. Otto anni dopo, poco è cambiato in questo settore. Ricordiamo l'urgenza di un 
divieto totale di pesticidi, e chiamare per unire le associazioni di lotta contro il 
rilascio di decine di migliaia di tonnellate di vari veleni nell'ambiente. ---- Le 
condizioni di diffusione dei pesticidi, prodotti etichettati "protezione delle piante" 
sono attualmente definito da un decreto ministeriale del settembre 2006. Ma il Consiglio 
di Stato, a seguito di una sfida alla "associazione nazionale pere mele," ha rotto questo 
ordine per motivi formali. Un nuovo progetto di decreto è quello di rivedere le condizioni 
di diffusione: la forza del vento, distanze minime di un'abitazione e di un corso d'acqua, 
le scadenze minime prima di lavoratori agricoli - i più esposti .es effetti dei pesticidi 
- possono rientrare una trama trattata.

Ma la FNSEA, associato con la preparazione di questo ordine, vuole dare un pollice alle 
misure di sicurezza. "L'Unione ritiene che queste nuove disposizioni che impongono ampie 
zone non trattate da 5 a 20 metri tra le colture e le case privano gli operatori di una" 
produzione enorme potenziale "(...). FNSEA vuole ridurre il tempo minimo di nuovo in una 
trama trattata con sostanze cancerogene, mutagene e tossiche per la riproduzione (...). In 
questi giorni, l'organizzazione ha anche inviato il suo sostegno parlamentare: Membro del 
Hautes-Alpes Joël Giraud (sinistra radicale) sostiene contro l'ordine in nome di 
agricoltura di montagna, già vincolato dalla geografia. Al Senato, Yvon Collin (RDSE, 
Tarn-et-Garonne) ha sfidato il ministro dell'Ecologia, Ségolène Royal, durante domande al 
governo[1]. "

Di fronte a questa offensiva della lobby agroalimentare, il 17 ottobre, le associazioni 
ambientali, tenuto fuori delle discussioni sono stati comunque invitati al dibattito. 
Acqua e fiumi di Bretagna, Francia Natura Ambiente, le generazioni future e pesticidi 
sostenere le vittime sostengono il mantenimento delle disposizioni minime per la 
protezione contro la diffusione: una superficie trattata con una larghezza di 1 nei 
confronti di tutti gli elementi del contatore sistema fluviale; zone non trattate vicino a 
punti d'acqua, case, giardini e assetto territoriale; un limite di corrente di un vento 
durante la spruzzatura. Eppure sembra che il governo ha ancora una volta situata a FNSEA: 
mentre le statistiche sui volumi di pesticidi per il 2014, pubblicato di recente, mostrano 
un aumento del 16% di diffondere questi "fitosanitario" in la Francia, la possibilità di 
creare una superficie trattata di 5 metri di larghezza intorno alle case ... è 
semplicemente scomparso dalla bozza di decreto[2].

Le enormi perturbatori endocrini danni

perturbatori endocrini (PE) sono una classe di molecole che producono effetti negativi a 
bassi livelli di esposizione, che interferiscono con il sistema ormonale. Si trovano in 
molti pesticidi - in particolare organofosfati come il malathion o Roundup - o sono 
presenti in solventi e materie plastiche, nei cosmetici e imballaggi alimentari. Secondo 
il diabete studio ed Endocrinologia condotto da ricercatori statunitensi[3], l'esposizione 
al piombo PE 340 miliardi di dollari all'anno di danni alla salute negli Stati Uniti, e 
ancora una volta si tratta di un sub la stima, dal momento che lo studio preso in 
considerazione solo le malattie e disturbi per i quali esiste una forte evidenza di 
obesità collegamento e il diabete, disturbi del sistema riproduttivo e la sterilità, gli 
effetti neurologici e in particolare neurocomportamentale che rappresentano la maggior 
parte dei leone diminuendo la capacità intellettuale, punti di QI calcolato (QI) dei 
bambini esposti in utero. All'interno dell'Unione Europea, lo stesso danno è stimato a 157 
miliardi[4], un livello due volte più piccole, ma ancora enorme, e che è a causa di 
differenze normative.

Pesticidi e nutrizione

Una dozzina di scienziati e medici, professionisti ospedalieri o ricercatori e attaché.es 
I ricercatori del National Institute of Health e Medical Research (INSERM) e il CNRS sono 
stati recentemente rifiutato il finanziamento per il loro lavoro da parte dei servizi 
Agricoltura, Salute e Ambiente. Loro e hanno inviato loro una lettera in data 10 ottobre 
2016, chiedendo chiarimenti. Il loro progetto stava rispondendo ad una preoccupazione di 
medici reparto di ematologia-oncologia dell'ospedale di Avignone (Vaucluse). "Negli ultimi 
anni ci sono record da 280 a 300 nuovi casi all'anno di vari tumori del sangue e questa 
cifra è in aumento, ha detto uno dei firmatari. La base della popolazione non è aumentata 
a sufficienza per spiegare questa tendenza[5]. " L'obiettivo dei ricercatori era quello di 
ricostruire la carriera e luoghi frequentati dai pazienti, per suggerire o escludere un 
legame con alcuni usi di pesticidi. "In assenza di una precisa giustificazione scientifica 
dei motivi del rifiuto, hanno scritto nella loro lettera, appare come una decisione 
politica, che, purtroppo, aiuta a mantenere l'invisibilità delle malattie correlate 
dell'esposizione professionale e ambientale ai pesticidi. "

Oltre al danno per la salute umana, un'altra cosa è chiara. Il World Wide Fund for Nature 
(WWF) ha pubblicato nel mese di ottobre, nella sua indagine biennale condotta in 
collaborazione con la società appreso Zoological Society di Londra, le specie di 
vertebrati aveva perso il 58% della forza lavoro negli ultimi quaranta anni, come 
estinzioni cassa complessivo. habitat d'acqua dolce sono i più colpiti, con un crollo del 
81% delle persone di fronte a delle specie terrestri, 38%, e marines, 36%. Queste cifre si 
materializzano la sesta estinzione di specie dell'essere: una perdita di vita sul pianeta 
il cui motore è innegabilmente legato all'espansione del capitalismo. Le cause di questi 
cali sono attribuibili alla perdita e il degrado dell'habitat a causa di agricoltura 
industriale, la silvicoltura, l'urbanizzazione o miniere; sovrasfruttamento dei mari da 
pesca industriale; massiccio inquinamento da pesticidi; e, infine, più marginalmente, per 
il momento, ai cambiamenti climatici.

Jacques Dubart (AL Nantes)

facebookTumblrcinguettio
[1]Le Monde, 18 Ottobre 2016.

[2]Le Monde, 8 Novembre 2015.

[3]Cfr sulla rivista medica The Lancet, 18 Ottobre 2016.

[4]Il Mondo, 5 marzo 2015.

[5]Le Monde, 17 ottobre 2016.
http://www.alternativelibertaire.org/?Pesticides-L-Etat-au-service-des


Maggiori informazioni sulla lista A-infos-it