(it) France, Alternative Libertaire AL - politica, Antoine per rilasciare 53 persone e una dimostrazione (en, fr, pt) [traduzione automatica]

a-infos-it a ainfos.ca a-infos-it a ainfos.ca
Sab 11 Giu 2016 10:29:29 CEST


Il nostro amico Antoine , sindacalista CGT a Valenciennes, è in carcere dal suo arresto di 
mira il 17 maggio a Lille, dove stava protestando contro la legge sul lavoro. Al suo 
processo, il 9 giugno avrà il sostegno di centinaia di firmatari e di migliaia di 
manifestanti. ---- ANTOINE GRATIS! ---- Antoine militante CGT Valenciennes è in stato di 
detenzione dal 17 maggio ---- E 'stato arrestato a Lille durante una manifestazione contro 
il diritto del lavoro. Tre agenti di polizia hanno arrestato poi gettandosi con violenza 
su di lui e pinning. ---- Un poliziotto accusato Antonio di colpirlo. O le persone che 
erano con lui e ha testimoniato in favore dicono che non è così. Antoine era appena 
dimostrare con le mani la bandiera CGT. ---- Non vi è quindi alcuna giustificazione per il 
suo arresto.

Questo arresto fa parte di un giro di vite che interessa tutto il paese; specificamente le 
organizzazioni attive nel movimento sociale che è durato per tre mesi. I sindacati sono 
specificamente mirati: arresti, provocazione della polizia, intrusione dei locali 
sindacali, carico contro picchetti, ...

L'incarcerazione di Antoine voluto da parte delle autorità è parte di una strategia della 
tensione. Questo per fare un esempio per spaventare per scoraggiare coloro che si stanno 
mobilitando contro il diritto del lavoro e più in generale nei confronti di un ordine di 
sempre più disuguale e autoritaria in fondo alla strada.

Ciò che è in realtà criticato Antoine è quello di essere un attivista sindacale, 
libertario e antifascista particolarmente attiva a Valenciennes. Antoine è una vittima del 
tutto arbitraria. Oltre alle conseguenze legali, una condanna al carcere avrebbe 
conseguenze drammatiche per questo giovane operaio precario.

Antoine deve essere giudicato a Lille Giovedi, 9 giugno

Anche le organizzazioni e le persone firmatari del presente appello:

affermare la loro solidarietà con Antoine;
chiamare tutti i sindacati, democratici e progressisti, locali o nazionali, così come 
tutte le persone in rivolta da questa situazione per sostenere e mobilitare Antoine quel 
giorno;
chiedendo il suo rilascio immediato e far cadere tutte le accuse contro di lui.
Protesta il giorno dell'udienza

Inoltre, dipartimentale CGT Nord ha chiesto una manifestazione alla periferia di Lille 
TGI, dove Antoine appaiono dietro le parole d'ordine

Una classe giustizia, la risposta di classe
Quando si tocca un compagno CGT è la chiave per qualsiasi CGT!
Quando tocchiamo un lavoratore è la chiave per tutti i lavoratori!
Giovedi, 9 giugno, 2016 13 ore,
dinanzi alla High Court
Avenue du Peuple Belge, Lille

L'appello per la liberazione di Antoine è firmato da sindacalisti oltre 300 commerciali, 
accademici, comunità e attivisti politici, artisti, molti paesi, tra cui:

Clémentine Autain, Ensemble;
Ludivine Bantigny, storico, Università di Rouen;
Hervé Basire, segretario generale della FERC-CGT;
Olivier Besancenot, NPA;
Eric Beynel, portavoce del sindacato Solidarnosc;
Frédéric Bodin, Segretario Nazionale della syndicale Solidaires dell'Unione;
Béatrice Bonneau, sindacalista eletto PCF, Parigi 2e;
Angelo Bosqued, Confederación General del Trabajo (CGT spagnola Stato);
Jean Marc Cannon, segretario generale della CGT-UGFF;
Anne Clerval, geografo;
Philippe Corcuff, professore di scienze politiche presso l'Institut d'Etudes Politiques de 
Lyon;
Geremia Crépel Assessore EELV Lille, consigliere regionale Nord-Pas-de-Calais;
François Cusset, storico e scrittore, Università Paris Ouest Nanterre;
Laurence De Cock, storico e docente;
Christophe Delecourt, segretario nazionale della CGT-UGFF;
Delphy, sociologa;
Gérard Delteil, scrittore;
Alain Desjardin, ex presidente della CFDT Metallurgia Roubaix-Tourcoing;
Jean-Baptiste Eyraud, attivista della comunità;
Eric Fassin, sociologo, Università di Paris-VIII;
Bernard Friot, economista e sociologo;
Cécile Gondard-Lalanne, portavoce del sindacato Solidarnosc;
Dominique Grange, impegnato cantante;
Nacira Guénif, antropologo, Università di Paris-VIII;
Eddy Guilain, locale CGT unione Douai;
David Hamelin, CNT-Workers Solidarity Poitiers;
Razmig Keucheyan, sociologa, Università Paris-IV;
Lola Lafon, scrittore;
Frédéric Lordon, economista e filosofo, CNRS;
Olivier Le Cour Grandmaison, accademico;
Philippe Martinez, segretario generale della CGT;
Xavier Mathieu, attore, CGT continentale;
Hugo Melchior Ensemble attivista, studente di dottorato, tre volte la dimostrazione 
vietato a Rennes;
Julian Mischi, sociologa;
Olivier Neveux, professore di Studi Teatrali;
NnoMan, Fotoreporter fondatore di Collectif EYE;
Oussedik Mohammed, segretario generale della Federazione CGT vetroceramica;
Aline Pailler, giornalista, CGT-SFA;
Willy Pelletier, sociologo, Copernico Fondazione;
Irene Pereira, sociologa;
Christine Poupin, NPA;
Theo Roumier, sindacalisti chiamata "Blocca tutti! ";
Eric Santinelli, segretario federale SUD ferroviario;
Annie Sic, segretario generale della Confederazione Contadina;
Elsa Squirone, Alternative Libertaire;
Baptiste Talbot, segretario generale della Federazione CGT di servizio pubblico;
Tardi, relatore per parere;
Bernard Thibault, ex segretario generale della CGT;
Enzo Traverso, storico, Università di Cornell;
Charles-André Udry, economista, Svizzera;
Céline Verzeletti, membro dell'ufficio confederale della CGT;
John Vines, Segretario Generale della Federazione SUD Santé-sociale;
Olivier Vinay, membro dell'ufficio nazionale del FSU ...
In totale, oltre 360 firmatari individuali in Francia.

Ma quasi 80 sindacati, sezioni sindacali, sindacati locali, federazioni e confederazioni; 
una dozzina di organizzazioni politiche; 5 associazioni; quaranta sindacalisti a livello 
internazionale ...

Tutti i primi firmatari su http://liberezantoine.org

http://www.alternativelibertaire.org/?Pour-liberer-Antoine-53


More information about the A-infos-it mailing list