(it) Palestina-Israele, la lotta unitaria ha davvero cambiato il mondo [en]

a-infos-it a ainfos.ca a-infos-it a ainfos.ca
Lun 7 Set 2015 15:17:09 CEST


Il video del mancato arresto del ragazzino di 12 anni a Nabi Saleh è stato visto da 
milioni di persone in tutto il mondo. Quel fatto e la manifestazione unitaria del venerdì 
successivo hanno dimostrato ancora una volta quanto la presenza degli ebrei Israeliani 
Anarchici Contro il Muro abbia impedito in passato ed impedisca ora l'esaurirsi della 
lotta palestinese non-armata in fiumi di sangue. Furono gli spari contro Gil Naamati nel 
2003 in una azione unitaria con gli Anarchici Contro il Muro che causarono uno vero e 
proprio scandalo mediatico in Israele (tanto da costringere il capo di stato maggiore 
dell'esercito a recarsi in ospedale per le scuse ufficiali) e che portarono ad un 
cambiamento nell'ordine di fare fuoco allo scopo di disperdere manifestazioni non 
autorizzate nei territori occupati, se in quelle manifestazioni vi erano presenti degli 
israeliani. Oltre al nostro impegno nel far circolare le notizie, il nostro contributo 
principale sta nel fornire una sorta di "assicurazione sulla vita" ai Palestinesi ed anche 
ai lanciatori di pietre nelle manifestazioni... certo non sempre le cose sono andate bene 
e nel corso degli anni circa 20 manifestanti sono rimasti uccisi e molti di più feriti.

Bil'in

Venerdì 21.08.15 a Bil'in. Il corteo si è diretto come al solito ai piedi della collina 
dove si trova il villaggio per poi proseguire sulla vecchia strada del muro della 
separazione ora smantellato. 8 Israeliani con gli Anarchici Contro Il Muro insieme a 
dozzine di internazionali si sono uniti agli attivisti del villaggio. Appena abbiamo 
raggiunto la valle, le forze di stato israeliane hanno iniziato ad inondarci di gas 
lacrimogeni. Approfittando del vento da nord, una parte di noi si è diretta verso 
l'uliveto per affrontare l'altra unità militare nella zona. Dopo meno dei 30 minuti 
canonici di scontri, le forze di stato si sono ritirate al di là del nuovo muro della 
separazione. Ci siamo ricompattati ed abbiamo dato inizio ad un nuovo corteo verso un'area 
proibita negli ultimi mesi tra la vecchia strada del muro ed il nuovo muro. Anche se colte 
di sorpresa, le forze di stato ci hanno impiegato un attimo a ritornare sul versante del 
muro dalla nostra parte per spararci addosso altri lacrimogeni. Dopo un lungo scontro, 
abbiamo messo fine alla manifestazione e siamo ritornati al villaggio. Anche questa 
settimana mi sono risparmiato i gas grazie al vento da nord e ad un po' di attenzione...

https://www.facebook.com/mohamed.b.yaseen/posts/802327399866594
https://www.facebook.com/haytham.alkhateeb/posts/10206429599791780
https://www.facebook.com/iyad.burnat/videos/1145271905487171/
https://www.facebook.com/rani.fatah/posts/10207418655487722
https://www.facebook.com/haytham.alkhateeb/media_set?set=a.1216914055967.34651.1022320161
https://www.facebook.com/haytham.alkhateeb/videos/10206438715899677

Venerdì 28.08.15 - la polizia di confine viene a fare esercitazioni a Bil'in ed arresta un 
attivista ed un fotografo. Questo venerdì prometteva sorprese. Il vento da nord faceva ben 
sperare che le forze israeliane non avrebbero avuto una giornata facile. Tuttavia i 5 
israeliani e le due dozzine di internazionali che si erano uniti agli attivisti locali 
potevano già capire da un primo sguardo che non sarebbe stata una passeggiata. C'erano più 
autoblindo del solito che ci aspettavano. C'era la polizia di confine, la cui presenza in 
genere promette arresti.

Nel loro subdolo piano, ci hanno "permesso" di attraversare la valle e di avvicinarci a 
loro. Solo a quel punto hanno iniziato a sparare i lacrimogeni. Un'unità posizionata non 
lontano dalla strada era pronta a tenderci un agguato e ad entrare in azione. Un brusco 
cambiamento nella direzione del vento che portava i gas ha ritardato gli arresti per un 
po'. Poco tempo dopo ci sono stati gli arresti: sono stati presi un attivista di lunga 
data ed un fotografo. Una moderata dose di lacrimogeni mi ha investito facendo il pari con 
le due precedenti manifestazioni in cui me l'ero scansata.

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10207478671508085
https://www.facebook.com/hamde.a.rahma/posts/1612392639031107
https://www.facebook.com/haytham.alkhateeb/posts/10206476279158735
https://www.facebook.com/rani.fatah/posts/10207478694908670
Ci sono anch'io: https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10207478671508085
https://www.facebook.com/haytham.alkhateeb/videos/10206479328354963/?pnref=story

04.09.15 - Un'altra manifestazione del venerdì contro l'occupazione e contro i coloni, ma 
del tutto strana. 5 israeliani con gli Anarchici Contro il Muro ed un autobus pieno di 
dozzine di internazionali che si sono uniti ai locali. Le forze israeliane hanno bloccato 
come fanno negli ultimi mesi il percorso verso il nuovo muro della separazione al confine 
delle terre restituite [al villaggio, ndt] da una sentenza dell'Alta Corte. Hanno persino 
messo un autoblindo vicinissimo all'uliveto ai piedi della collina, così ci siamo trovati 
sotto il tiro dei lacrimogeni. Quando abbiamo varcato quella linea immaginaria, le forze 
di stato hanno lanciato qualche candelotto di lacrimogeni e poi basta. Con prudenza i più 
coraggiosi si sono fatti avanti ma non c'è stata nessun'altra raffica di candelotti. Anche 
quando i soldati hanno identificato uno dei giovani che stava lanciando pietre contro di 
loro, si sono limitati ad avvertirlo che stavano per venirlo a prendere - niente gas, 
niente proiettili di gomma, niente proiettili veri... solo avvertimenti. Dopo i soliti 30 
minuti di presenza, le forze di stato hanno lasciato l'area e noi abbiamo dichiarato 
vittoria ancora una volta.

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=761215373987694
https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10207532797341197
Rani Abdel Fatah: https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10207532796541177


Nabi Saleh

Venerdì 21.08.15 - Sarit Michaeli insieme a Bilal Tamimi e David Reeb sono stati arrestati 
alla stazione di polizia di Binyamin per presunta violazione di zona militare chiusa 
mentre riprendevano immagini degli scontri a Nabi Saleh. E' stato il fermo più soft della 
mia vita, tanto da avere ancora il telefono cellulare in tasca! Ma naturalmente l'abusata 
ordinanza di zona militare chiusa per impedire la ripresa degli scontri in Cisgiordania è 
del tutto inaccettabile.

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10206115156152162

"David ed io abbiamo rifiutato le condizioni che ci hanno proposto, così saremo tenuti in 
custodia fino a domani notte. Saremo condotti davanti ad un giudice. Bilal resterà agli 
arresti fino a domenica e finirà davanti ad un tribunale militare".

"Con le notize del rilascio di Muhammad 'Alan dalla detenzione amministrativa, i 
Palestinesi residenti di Nabi Saleh, insieme ad attivisti solidali, hanno manifestato per 
chiedere la liberazione di tutti i prigionieri politici. 'Alan ha fatto lo sciopero della 
fame per oltre due mesi, finché la Corte Suprema non ha deciso di sospendergli la 
detenzione amministrativa fino a che le sue condizioni di salute non siano chiare. 
L'esercito ha cercato di disperdere i manifestanti ricorrendo ai lacrimogeni ed ai 
proiettili d'acciaio ricoperti di gomma per poi procedere all'arresto di tre persone, 
impegnate nella documentazione della manifestazione: Bilal Tamimi, un giornalista locale, 
Sarit Michaeli, portavoce di Betselem e David Reeb, un videografico israeliano."

http://schwarczenberg.com/?p=5940

Venerdì 28.08.15 - i Palestinesi hanno manifestato verso le loro terre confiscate, 
scandendo slogan contro l'occupazione israeliana in corso. L'esercito ha risposto con 
lacrimogeni e proiettili di gomma. Un gruppo di soldati ha teso un agguato ai 
manifestanti, mentre altri soldati tenevano impegnati i residenti, questo gruppo ha 
iniziato ad inseguire i manifestanti per cercare di arrestarli. Un palestinese di 19 anni 
ed un attivista internazionale sono stati arrestati e portati via. Un soldato israeliano 
ha cercato di fermare un minorenne di 12 anni con una mano rotta durante gli scontri a 
Nabi Saleh, ma diverse donne e bambini sono riusciti ad impedirlo. "Oggi l'esercito ha 
attaccato ed arrestato (i manifestanti) ed hanno cercato di arrestare mio figlio Mohammad 
(di 12 anni) che era stato ferito già due giorni prima, hanno sparato a suo fratello Salam 
di 9 anni ed hanno colpito mia figlia Ahed Tamimi e mia moglie Nariman Tamimi che ora sono 
in ospedale".

https://www.facebook.com/bassem.tamimi/posts/10206705088738165

Soldati folli e il mancato arresto di un ragazzino:
https://www.facebook.com/RamallahCityOfficialPage/videos/879179262156515/
Bilal Tamimi: https://youtu.be/pvJNYjzm9jk
yisraelpnm: https://www.youtube.com/watch?v=i227PNKWB1A
http://www.dailymail.co.uk/news/article-3214441/Remarkable-moment-young-girl-bites-Israeli-soldier-two-women-overpower-puts-Palestinian-boy-broken-arm-headlock-gunpoint-clashes-West-Bank.html
http://www.haaretz.com/news/diplomacy-defense/1.673469
David Reeb: https://youtu.be/iNny-lndz2g
http://schwarczenberg.com/?p=5982

04.09.15 - sull'onda dei fatti del venerdì precedente e dell'attenzione dei media 
mondiali, c'erano molti più israeliani con gli Anarchici Contro il Muro, più 
internazionali e più Palestinesi che si sono uniti ai residenti del villaggio di Nabi 
Saleh per dare dimostrazione della sfida all'occupazione. Anche i coloni si sono radunati 
sulle colline, all'ingresso di Halamish, a favore del divieto della manifestazione 
palestinese da parte dell'esercito. Che ha cercato di disperdere i palestinesi 
inizialmente ricorrendo a granate assordanti, poi ai lacrimogeni ed ai proiettili 
d'acciaio ricoperti di gomma. Sono stati arrestati 5 palestinesi, tra cui un giornalista. 
Sono stati tutti rilasciati nel corso della giornata. Sebbene parecchi manifestanti siano 
stati colpiti dai proiettili di gomma, non risulta nessun ferito grave.

https://www.youtube.com/watch?v=qHHytzcL-Z8
Bilal Tamimi: https://www.youtube.com/watch?v=gRP_CLJmrrE
David Reeb: https://www.youtube.com/watch?t=11&v=qHHytzcL-Z8
https://www.youtube.com/watch?v=rOeQ6Y-HArM
yisraelpnm: https://www.youtube.com/watch?t=16&v=LUskDRXeHak
http://schwarczenberg.com/?p=6001


Qaddum

Manifestazione di Kafr Qaddum di oggi 21.08.15. Questa settimana l'esercito israeliano ha 
invaso il villaggio ed arrestato 3 minorenni e due adulti per aver partecipato a 
manifestazioni. Due minorenni sono stati rilasciati dietro pesante cauzioni ma senza 
nessuna notifica di accusa (!) Gli altri attendono la loro prima udienza davanti alla 
Corte Militare domenica.

4 feriti da proiettili di gomma nella manifestazione di di oggi a KAFR QUDOUM
Oggi l'esercito di occupazione israeliano ha invaso il nostro villaggio verso le 10:30 
sparando proiettili di gomma in tutte le direzioni provocando feriti. Hanno preso di mira 
anche la moschea con i lacrimogeni e bombe acustiche e vicino alle case con acqua fetida.
L'uso dell'acqua fetida ha danneggiato la rete elettrica che illumina l'area degli scontri.

https://www.facebook.com/media/set/?set=a.989019301120123.1073742003.271405776214816
https://www.facebook.com/PopularStruggle/posts/1146089178753508

28.08.15

https://antinarrativeblog.wordpress.com/2015/08/29/%D9%86%D8%B9%D9%84%D9%8A%D9%86-nilin-28-8-2015-%D7%A0%D7%A2%D7%9C%D7%99%D7%9F/

04.09.15
https://www.youtube.com/watch?v=GuwjZkwQWoU


Rishon-Letzion

Sabato 15.08.15 - presidio a sostegno di Ido Rimon, refusenik [obiettore di coscienza al 
servizio militare, ndt], davanti al muro del carcere militare. 4 bandiere rosse&nere 
portate da anarchici di Ahdut (unità).

https://www.facebook.com/israelsocialtv/videos/10153457502909088/


"Non dite che non lo sapevamo", n°463

Martedì 11 agosto 2015, soldati israeliani sono arrivati nel villaggio palestinese di 
Jiftlik, nella Valle del Giordano, per demolire due case e due ovili. I soldati hanno poi 
proseguito per Humsa, vicino al posto-di-blocco di Bekaot, per demolirvi una casa e tre 
ovili. 18 anime senza tetto.


Sheikh Jarakh

Venerdì 4 settembre alle ore 16.00 ci incontriamo in piazza per protestare. Sei anni fa 
iniziava la lotta contro l'evacuazione delle famiglie dalle loro case messa in atto dai 
coloni, che riescono a fare queste cose grazie ad un iniquo uso delle leggi sulla 
proprietà dopo la guerra del 1948.

Il successo della lotta ha fermato altre evacuazioni a Sheikh Jarrah ma non in tutta la 
città. Le organizzazioni dei coloni hanno scoperto nuovi e peggiori modi per prendere il 
controllo di sempre più proprietà in quartieri come Silwan e nel quartiere musulmano. In 
altri posti, l'amministrazione cittadina ha confiscato le terre destinate allo sviluppo; 
il muro della separazione è stato fatto passare dentro la città per mantenere un'assoluta 
maggioranza ebraica.

Nella stessa Sheikh Jarrah i vicoli intorno alla diverse case stanno per essere riaperti. 
In questi giorni la tensione sta salendo ed il livello di violenza è di nuovo alto.

Non permetteremo le discriminazioni razziste!
Non vogliamo privilegi solo per gli Ebrei!
Non permetteremo che i coloni esproprino, rubino e controllino!

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10153598277102138
https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10153598253857138
https://www.facebook.com/photo.php?fbid=1038032309564741


"Non dite che non lo sapevamo", n°464

Molte demolizioni sono state fatte la scorsa settimana in Cisgiordania. La maggior parte 
delle quali sono passate sui media.

Con l'inizio dell'anno scolastico, mi corre l'obbligo di dare voce al seguente caso:

Giovedì 20 agosto 2015, soldati israeliani hanno demolito la scuola che era stata 
costruita nel villaggio palestinese di Khirbat Samra (nella Valle del Giordano a est della 
Allon Road). E' bene sapere che in tutta l'area a nord della Valle del Giordano ora non 
c'è più una sola scuola per i bambini palestinesi!


"Non dite che non lo sapevamo", n°465

Domenica 23 agosto 2015, sono iniziati i lavori di sbancamento per la costruzione 
dell'insediamento ebraico di Hiran. Hiran sarà costruito al posto del villaggio beduino di 
Umm Al Hiran.

Mercoledì 26 agosto 2015, rappresentanti del governo, scortati dalla polizia, sono 
arrivati per una giornata di demolizioni nei villaggi beduini del Negev. A El-Za'arura, a 
sud-ovest di Arad, hanno sradicato ulivi e demolito una diga contro le alluvioni. A Kufr, 
vicino Dimona, hanno demolito una casa. A Bir El Hammam, vicino Moshav Nevatim, hanno 
distrutto tre case. A Wadi Gawain, vicino la Strada 31, hanno demolito una shig (una tenda 
beduina che serve da centro della comunità per gli uomini). Ancora una volta hanno 
demolito El-Araqeeb.

Per ulteriori informazioni: amosg a shefayim.org.il


Ilan Shalif
http://ilanisagainstwalls.blogspot.com/

Anarchici Contro Il Muro
http://www.awalls.org

Blog di Ahdut (Unità - organizzazione comunista anarchica israeliana): 
http://unityispa.wordpress.com/
Documento politico di Ahdut sulla lotta palestinese: http://www.anarkismo.net/article/27038

Traduzione a cura di Alternativa Libertaria/FdCA - Ufficio Relazioni Internazionali
Sito in italiano su Anarchici Contro il Muro:
http://www.fdca.it/wall


More information about the A-infos-it mailing list