(it) USI-AIT - Disegno di legge sulla scuola! No alla scuola dei padroni, via questi governi, autogestione!

a-infos-it a ainfos.ca a-infos-it a ainfos.ca
Mar 24 Mar 2015 10:43:59 CET


L'USI-AIT Educazione dichiara la sua totale contrarietà alle proposte di Legge 
Renzi/Giannini che vorrebbero riformare la scuola italiana. ---- on faremo qui discorsi in 
difesa della costituzione, dell'educazione statale, o per tutelare interessi corporativi: 
siamo qui a ribadire, invece, che un luogo dove si cresce a vicenda, dove si pongono 
interrogativi sulla vita, dove la curiosità, la razionalità e la volontà dovrebbero 
prevalere sull'omologazione e sul pensiero unico imposto dal governo (potere) di turno non 
può diventare una sterile azienda sottoposta ai "capricci" (che qualcuno chiama "leggi") 
del mercato. ---- La buona scuola, così come è stata proposta nel disegno di legge, non ha 
nulla di accettabile perché fa degli studenti dei meri utenti che devono formarsi per 
offrirsi, in futuro, quali liberi schiavi nel mondo del lavoro o peggio dei tirocini 
formativi (strumenti di sfruttamento e di erosione del lavoro reale ossia retribuito).

La buona scuola non ha nulla di accettabile e/o emendabile perché precarizza all'estremo 
il mondo del lavoro scolastico: ci saranno solo albi professionali territoriali da cui un 
DS attingerà a suo esclusivo arbitrio e discrezionalità e contro il quale non è prevista 
alcuna forma di ricorso giudiziale: in altri termini si legalizzano forme di assunzione 
clientelari per attribuire un lavoro - eticamente e socialmente - rilevante al quale, 
perlomeno formalmente, si dovrebbe accedere per concorso pubblico.

La mercificazione (ovvero la cultura declassata a merce) e la gerarchizzazione della 
scuola già iniziata dal governo Prodi/Berlinguer con i provvedimenti Renzi/Giannini 
raggiungerebbe il suo, naturale, epilogo raggiungendo, contemporaneamente, elevati picchi 
di autoritarismo bilanciato da una discesa verticale di investimenti e risorse! La scuola 
autonoma affidata al DS sceriffo, la scuola dove tutto deve essere fatto in ossequio al 
potere senza alcuna forma di dissenso, senza alcuna forma di libertà. Il concetto del 
"docente di ruolo" sarà abolito: tutti precari perché tutti dipendenti dalle volontà del DS.

Questa scuola che favorisce - esaltandola - solo la competizione per la sopravvivenza non 
è la comunità educante che noi vogliamo e auspichiamo.

Non crediamo negli "aggiustamenti" parlamentari che - è l'esperienza a rammentarcelo - 
spesso sono peggiori del disegno di legge in discussione. Crediamo che sia però necessario 
contrastare questo e tanti altri disegni legislativi che - ispirati dalla stessa ratio 
consideriamo tanto aberranti da rispedirli al mittente.
Non possiamo rimanere passivi ed inerti di fronte al, progressivo, aumento del contributo 
statale, tramite defiscalizzazione, alle scuole private mentre, al contrario, assistiamo 
ai continui tagli di bilancio nella pubblica, ai quali corrisponde una richiesta di denaro 
alle famiglie sempre più esosa, attraverso il, cosiddetto, contributo "volontario".

Concludiamo invitando tutte e tutti a diffidare rispetto a quello che - reiterato 
acriticamente innumerevoli volte al giorno dai media mainstream - dice Renzi   e i 
componenti/portavoce del suo governo sulla scuola poiché sono solo bugie e propaganda atte 
ad agevolare il progetto liberticida finalizzato alla distruzione di quella possibilità di 
liberazione che - stimolando lo spirito critico delle giovani generazioni - passa 
attraverso la cultura pluralista, laica e razionale.
Pertanto sosterremo le lotte autorganizzate dei lavoratori e degli studenti ... perché 
questa riforma non s'ha da fare.

USI-AIT Educazione

c/o U.S.I.-A.I.T. Milano (sede Ticinese)

Via Torricelli 19

Tel/fax 0289415932

email: info-usieducazione a autistici.org

http://www.usi-ait.org/index.php/usi-educazione/870-disegno-di-legge-sulla-scuola-no-alla-scuola-dei-padroni-via-questi-governi-autogestione


More information about the A-infos-it mailing list