(it) France, Alternative Libertaire AL #250 - Sciopero a Radio France: Buono ondata di scioperi (en, fr, pt) [traduzione automatica]

a-infos-it a ainfos.ca a-infos-it a ainfos.ca
Lun 15 Giu 2015 15:29:30 CEST


Christiane Passevant è responsabile dell'esecuzione TV e sindacato militante CGT Radio 
France. Dopo il suo ritiro alla fine di febbraio 2015, ha continuato il suo lavoro 
sindacale, sostenendo i loro colleghi in sciopero. E 'anche un attivista libertario nota 
per le sue trasmissioni su Radio Libertaire e alcune opere[1]. Si ritorna a Alternative 
Libertaire sullo sciopero a Radio France, la più lunga della sua storia. ---- Alternative 
Libertaire: Lo sciopero alla Radio France è la più lunga della sua storia. Eppure il 
confronto con altri conflitti non si ferma qui ed è necessaria la conoscenza della storia 
di questo servizio pubblico per capire il conflitto che viene dal chiarore. ---- 
Christiane Passevant: Dobbiamo tornare alla situazione prima di Radio France, vale a dire 
al momento della ORTF. Si deve sapere che nel 1968, i salariati della ORTF erano l'ultimo 
es tornare al lavoro. Nel 1974, lo Stato ha deciso lo scioglimento del ORTF in diverse 
entità (Radio France, TF1, Antenne 2, France 3, SFP, TDF, INA). In realtà, c'è un link, 
una continuità tra la situazione attuale e ciò che è accaduto nel 1974. L'obiettivo era 
quello di tenere a freno i media di radiodiffusione pubblica dopo le grandi scioperi del 
maggio-giugno 1968 . E per questo, deve prima affrontare i canali televisivi.

Nel 1986, il primo canale, TF1, viene privatizzata. Poi, il potere attacca la produzione 
di programmi TV Antenna 2 e 3. En Sempre più spesso, la produzione effettuata internamente 
è scarsa. Ha venduto fuori soprattutto con il caso dei francesi Società di produzione 
(SFP). Oggi France 2 produce solo il 12% dei suoi programmi e telegiornali essenzialmente. 
Questa cifra è del 23% per la Francia 3 a causa degli uffici locali.

La produzione è ora privatizzata, recuperato dai grandi studios e case di produzione 
fondata da voci Facilitatori Facilitatori sono pagati-per l'oro. Non c'è più un contratto 
collettivo è dunque tasse arbitrarie e corsa per professionisti-le-s.

Radio France produce ancora il 100% della sua produzione nazionale. I nostri leader 
saranno poi dire: "Abbiamo distrutto la SFP e privatizzare catene di produzione TV. 
Saranno ora in grado di distruggere Radio France " . Che consiste di 7 nazionali e 44 
antenne radio locali.

Nel 1976, ho lavorato presso TF1 e Radio France. In Cognac Jay (studi, la sala di 
controllo e anche un laboratorio di film) sono stati utilizzati da TF1 e Antenne 2. Fino 
al 1986, le pareti erano ricoperte di volantini. La CGT c'era maggioranza. Dopo la 
privatizzazione di TF1, potremmo vedere un opuscolo sindacato sulle pareti, sono stati 
sostituiti dai risultati quotidiane dei rating, anche negli ascensori. Una roba 
completamente pazzo.

Nell'aprile 1990 ci fu uno sciopero importante 13 giorni. Conosciuto come il "colpo di 
piccoli stipendi," ha coinvolto in particolare il servizio di pulizia, accoglienza e 
sicurezza, la posta, la reprografia, parte del personale ricevevano salari al di sotto del 
salario minimo (SMIC). Lo sciopero ha permesso loro riqualificazione, aumenta indossare 
questi salari al di sopra del salario minimo e il pagamento dei giorni di sciopero.

Nel 2003, quando Jean-Marie Cavada guidato Radio France, la gestione ha emesso un avviso 
con il pretesto di obbligo di portare l'edificio a norma. A partire dal 2005, il 
management ha intrapreso il lavoro negli studi come in uffici a dispetto del buon senso in 
una logica contabile e burocratico, ma la gestione del lavoro portato quasi il triplo del 
costo previsto. Ogni CEO vuole lasciare il segno e stampare il marchio del suo potere e 
questo è in parte ciò che spinge ogni fase di costruzione. Gli unici beneficiari di questo 
caso sono studi di architettura, ma le sue mai di lavoro.

Il lavoro svolto dal 2005 combinano tutti i difetti (difetti, architettura inadeguato, uso 
di materiali cancerogeni) con esiti occupazionali di salute (il disagio, emicranie). Così, 
31 Ottobre, 2014, c'è stato un incendio nella parte dell'edificio che si affaccia sulla 
stazione RER. Un'opera di rimozione dell'amianto era in corso e di un dispositivo 
surriscaldato è stata la causa di questo incidente. Gestione ha deciso di disattivare 
l'allarme antincendio nel lavoro di partito senza preavviso i vigili del fuoco e tanto 
meno ancora i salariati che lavorano nella zona di costruzione del 6 °, 7 °, 8 ° pavimenti 
e studi. Per non parlare del parcheggio rifatto tre volte negli ultimi anni, l'ultimo 
livello in acqua, zona non protetta e il rifatto spianata troppo, ma ancora allagata. Il 
tutto a spese dei bilanci delle emissioni e dramma i cui bilanci sono congelati fino al 2020.

L'ultimo "fantasy" è stata l'idea di una porta "monumentale" sulla spianata della storia 
parcheggi eliminare, prevenire i salariati a lavorare in condizioni dignitose di 
produzione e un aggravio sul bilancio sito.

AL: Il lavoro riprende Giovedi, 16 aprile, a seguito di una decisione presa durante 
l'ultima riunione generale degli scioperanti Eppure, nonostante la mediazione in corso, 
nulla è risolta. Riuscite a ricordare i motivi che hanno innescato poi induriti sciopero?

CP: Vi è stato in questi ultimi anni un bilancio della politica di restrizione da parte 
dello Stato. Al centro della ristrutturazione proposto, la gestione ha assunto 
incompetente come leader del settore privato come strapagati (contratti al di fuori del 
contratto collettivo) e offensivo nei confronti del personale. Questo è ciò che ha 
motivato una dichiarazione del sindacato CGT, in particolare nel luglio 2013, perché 
avevamo paura di suicidi del personale, come le Poste o da altre società vittime di 
violenza di ristrutturazione simile. Mentre la gestione ridotto budget di produzione, che 
ha moltiplicato i festival finanziati a caro prezzo. Ha anche messo conoscenza dal privato 
il cui scopo era di outsourcing.

  Il personale di pulizia di servizio, la maggior parte dei quali è stato esternalizzato, 
sarebbe ora essere relegato al piano seminterrato. Con la nuova organizzazione dei mezzi 
di produzione - "verticalizzazione" - gestione vuole rompere gateway permettendo salariati 
in produzione, tecnico ne s, ogni ora-realizzazione, legato-es di produzione, etc. che 
lavora per diverse catene di Radio France, al fine di controllare meglio e li trasmette in 
seguito alla direzione generale. Si tratta anche di ridurre le orchestre - ora l'Orchestra 
Nazionale di Radio France, la Filarmonica di Coro e master (per bambini) - e ritorno 
musicista s ne. La strategia di sacrificare il servizio pubblico è chiara, nonostante le 
grandi parole nei media e accordo con le istanze. Le orchestre stanno partecipando a 
programmi educativi in tutti i campi musicali. E ultimo punto importante, le stazioni 
della rete France Bleu, creato sul principio di prossimità, soffrirebbero progetto 
syndication, così vicino, ci si siede su di esso.

C'è anche da anni la proliferazione di audit ha invitato le stesse imprese e che costano 
una fortuna. Gli organismi e le organizzazioni sindacali hanno chiesto che la trasparenza 
sui costi e consulenze ... Gestione e sviluppo delle risorse umane rifiuti. Solo di 
recente quadri presentati farneticazioni provengono-es da queste verifiche, come grafici, 
a volte proiettato CE, CEC e CHSCT, la neolingua dei servizi riflette il disprezzo di 
Radio France, l'ignoranza della produzione, l'incompetenza di coloro che vantano di 
attuare la ristrutturazione professionale insegnarlo-s della casa come fare radio. Tra i 
dirigenti in questione, e anche la direzione, non so gli studi e andare lì solo per 
ricevere personalità politiche o dei media. Rari sono coloro che vi si recano per vedere 
che cosa cuoce.

Inoltre, la gestione del programma fa più elaborato, prodotto con una squadra piena, o 5 a 
6 persone. Qualità, non sia superato. L'appassionato-es-es vengono considerati 
"perfezionisti" e "backward-looking". Il loro modello è la BBC o Radio Canada che hanno 
subito lo stesso rullo compressore.

A Radio France, abbiamo 250 diversi mestieri. Gestione vuole trasformare mestieri non 
qualificati e qualificati versatile lavori precari. Così il tecnico può anche raggiungere. 
Questo è ciò che sta già accadendo in Francia Inter (informazioni) e RFI. Alcuni es 
tecnico ne s sono attratti da ciò che vedono come e promozione. Si tratta di una trappola 
e gli scioperanti stessi opposti-es a questo, dicendo che è un lavoro di squadra, in grado 
di fornire un lavoro di qualità.

Nel mese di novembre 2014, la "apertura" della Casa della radio per 50 anni trascurato la 
sicurezza ed i mezzi per la ricezione. Per rendere redditizio i grandi studi, ha 
sacrificato il lavoro, le prove orchestre, e affittato a Pernod Ricard e altre caselle 
private, idem per la moda locale mostra. Tutto è a partita e ogni giorno è l'occasione per 
una nuova sorpresa. E 'anche questo che ha partecipato allo sciopero. L'austerità per i 
salariati, cattiva gestione dei dirigenti, è questa la politica che permette 
l'amministratore delegato di investire 110.000 EUR per la ricostruzione del suo ufficio 
ristrutturato un anno prima (30 000 lampada). Quando L'Anatra Incatenata ha rilasciato la 
questione del costo di ufficio Gallet, le relative motivazioni e la comunicazione interna 
erano marche disprezzo molto sentita da salariati. Ha aggiunto il cambio della vettura e 
autista privato da dell'INA.

AL: Abbiamo sentito parlare molto interposta media da parte dei sindacati durante lo 
sciopero. Tuttavia quello che era la realtà di auto-organizzazione?

CP: Il primo attacco ha avuto luogo il 12 marzo, su iniziativa della UNSA e l'Unione 
Nazionale dei Giornalisti (SNJ). Questo è stato soprattutto sui salari. La CGT non ha 
sostenuto perché sciopero di un giorno su quella sola pretesa sembrava timido, mentre i 
progetti di gestione messi a rischio non solo i salariati, le loro condizioni di lavoro, 
ma anche qualsiasi organizzazione Lavora con Radio France e il servizio pubblico. Lo 
sciopero indefinito iniziato 19 marzo ed è durata 28 giorni. L'Inter era composta da 
sindacati CGT, FO, SUD, UNSA e CFDT, SNJ-CGT-FO e SNJ.

La CFTC e il SNJ non hanno indetto uno sciopero. Maggio, se il sindacato dei giornalisti 
(SNJ) non ha indetto uno sciopero, molti giornalisti erano in sciopero, il suo sostegno e 
ha parlato in AG. La CFDT e UNSA ha mostrato riluttanza durante lo sciopero, ma le 
assemblee generali sono enormi. L'auditorium e lo studio 104 sono stati confezionati. I 
discorsi erano presto politiche. Le discussioni hanno riguardato in ciò che il servizio 
pubblico, la mancanza di dialogo sociale e il fatto che lo Stato non vuole un servizio 
pubblico. Gallet è stato costretto a venire e spiegare agli scioperanti in sala. Il suo 
atteggiamento, affrontare le questioni degli scioperanti era impronte di disprezzo e di 
una certa condiscendenza e ha anche voltato le spalle al sicuro es. Dimostrazione della 
lotta di classe, la gerarchia non si trova nella stessa posizione come la persona che 
pulisce l'ufficio! E 'stato fischiato e attaccanti raccolto fuori dal suo ufficio-es dove 
è stato rinchiuso. Come il dialogo sociale "gestione".

Nel AG, la continuazione dello sciopero abbiamo votato, abbiamo deciso di eventi al di 
fuori di apostrofare gestione. Gli scioperanti hanno cercato di ottenere il movimento 
verso l'esterno: i concerti sono stati organizzati dagli scioperanti musicista-do-s ogni 
giorno nella casa della radio, ma anche al di fuori, diversi festival, incontri con i 
revisori e forum sono stati organizzati a Parigi e la sua periferia. Dimostrazioni si sono 
svolti anche, tra cui uno con discussioni spontanee e distribuzione di volantini al Salon 
du Livre di Parigi. Blog la migliore onda http://lemeilleurdesondes.blogspot.fr/ ha tutto 
AG on-line. Ha inoltre creato un libro volto, tweeter, caricature, cartoni animati, poster 
... è stato impressionante, soprattutto gli attaccanti non hanno giocato in prima linea, è 
stato collettivo. Questo sciopero è stata l'occasione per conoscere e politicizzazione di 
un ampio parlare per il servizio pubblico, la solidarietà, contro la cosiddetta corrente 
di "gestione".

AL: Perché maggior parte dei sindacati (UNSA, SUD, FO, CFDT), ad eccezione della CGT hanno 
hanno chiamato di nuovo al lavoro, anche se la gestione di Radio France sarebbe concedere 
nulla?

CP: Queste unioni giustificato il loro ritiro dal Inter con la nomina di un mediatore da 
parte del governo. E Lunedi 13 aprile tre sindacati (UNSA, CFDT e Sud) hanno chiesto la 
ripresa del lavoro, nonostante un AG per lo più favorevoli nell'accordo sciopero. Era la 
fine del dell'Inter.

Perché egli ha creato un coordinamento durante lo sciopero? Alcuni es e hanno pensato che 
non avevano il diritto! Era necessario per me di coordinamento AG e una delegazione di 
membri non sindacali nei negoziati. Questo è stato uno dei limiti di auto-organizzazione.

AL: Come gli scioperanti hanno percepito l'atteggiamento del governo ha sempre sostenuto 
la gestione di Radio-France sin dall'inizio?

CP: coloro che hanno votato PS hanno le palle. Ma molti attaccanti hanno preso coscienza 
della loro forza e sono stati creativa che ha ricordato i 68 ei drive-volantini, o quelle 
dei lavoratori del settore di tutto il mondo verso gli Stati Uniti.

AL: Come vede il risultato di questo conflitto? Pensi che una ripresa di uno sciopero è 
possibile?

CP: Sono in corso trattative con il mediatore. Per la gestione, ci vogliono più posti di 
lavoro, ma di posti di lavoro. I giornalisti sono sempre più precarie, ed è per lo più 
giovani, che pagheranno il prezzo alto di questa politica.

In questo sciopero, la cosa importante è la consapevolezza e la creazione di collegamenti 
tra i lavoratori dipendenti che hanno capito che i più vulnerabili sono inizialmente cui 
es - i servizi di home-sicurezza, pulizia e laboratori - ma gli altri seguiranno.

La mancanza di una reale "dialogo sociale" è percepita come il disprezzo e, 
l'atteggiamento di gestione, il malcontento e la rabbia continua a parlare: "Questo è 
l'inizio", "Dovremo combattere di nuovo. ". Ci sono anche un sacco di spirito combattivo 
nella radio locale e questa è una novità.

Resta inteso che la direzione, il controllo e il governo vogliono attaccare il servizio 
pubblico, le condizioni, stabilimento di lavoro, competenza essendo completamente 
secondario in una logica capitalista di tecnocrati.

Intervistato 20 aprile 2015 da Laurent Esquerre (AL Paris Nord Est)

[1] Si veda la bibliografia in http://fr.wikipedia.org/wiki/Christiane_Passevant

http://www.alternativelibertaire.org/?Greve-a-Radio-France-Les-bonnes


More information about the A-infos-it mailing list