(it) France, Coordination of Anarchist Groups - Il sistema razzista di dominazione in Francia (en, fr, pt) [traduzione automatica]

a-infos-it a ainfos.ca a-infos-it a ainfos.ca
Gio 4 Giu 2015 12:31:54 CEST


  Su chi è tutte le persone che si trovano in una zona che l'ideologia dominante definisce 
come membri "naturali" del corpo nazionale. Vale a dire, quelli che non viene contestato, 
a prescindere dalle loro azioni, l'appartenenza del corpo nazionale, nazionalità, la cui 
lealtà non richiede la prova di considerarle all'interno dell'organismo nazionale. ---- Le 
minoranze nazionali 1 , questi sono tutti i gruppi di minoranza che sono presenti in un 
determinato territorio, ma che sono, o che potrebbero essere presi in considerazione al di 
fuori l'organismo nazionale come definito dalla ideologia dominante. A seconda del 
contesto, essi possono essere considerati come appartenenti al corpo nazionale o essere 
fuori, ma nel primo caso, l'adesione è sempre suscettibili di essere interrogato, in 
interventi, nella pratica e in particolare l'atteggiamento istituzioni.

  Questi sono i gruppi che hanno l'obbligo prove di fedeltà, se si considera che essi 
possono appartenere al corpo nazionale. Gli atti delle persone appartenenti a minoranze 
nazionali possono essere mobilitati dall'ideologia dominante di negare o comunque 
concedere l'accesso al corpo nazionale a tali persone.

Maggioranza e minoranze nazionali in Francia

In Francia, la maggioranza nazionale, secondo l'ideologia dominante, è la pelle bianca, 
cultura cristiana (che le persone siano credenti o no).

Con ideologia dominante si intende qui tutte le rappresentazioni dominanti, la maggior 
parte, come veicolata da riferimenti culturali impliciti che dal discorso politico esplicito.

Le minoranze nazionali sono per la loro composto da tutte le persone che non soddisfano 
tali criteri arbitrari, esplicitamente o implicitamente, dall'ideologia dominante.

Possiamo così elencare i seguenti minoranze nazionali:

Quelli basato in primo luogo sul colore della pelle nel classico ideologia razzista, così 
come altri potenziali stereotipi pseudo-culturali:

La minoranza nazionale "araba", che raccoglie quelle designate come tali dal discorso 
dominante sulla base del colore della pelle e quello dell'Associazione di cultura araba (o 
quello che sostiene di essere la cultura ideologia dominante arabo), anche se tale Amazigh.

La minoranza nazionale nera, che raccoglie quelle basate sul colore della pelle.

La minoranza nazionale rom.

La minoranza nazionale Asiatico.

  Più due minoranze nazionali, il prodotto di un processo di razzializzazione o 
etnicizzazione della religione da parte l'ideologia dominante, in cui le persone sono 
assegnate a una religione sulla base del colore della pelle, un appartenenza o il 
patrimonio culturale:

La minoranza nazionale ebraico, raccogliendo la cultura persone o origine ebraica, 
credenti o meno al giudaismo. L'ideologia dominante definisce qui appartenenti alla 
minoranza ebraica non basata su religione, ma sulla etnica, culturale o razziale, la 
religione è rappresentata anche fantasticato modo. Questa è la base di anti-semitismo.

La minoranza musulmana nazionale, raccogliendo le persone di cultura o di origine 
musulmana, credenti o no l'Islam. Sullo stesso modello come la minoranza nazionale 
ebraico, l'ideologia dominante definisce l'appartenenza alla minoranza non musulmana su 
base religiosa, ma su un etnico, culturale o razziale, la religione è rappresentata anche 
fantasticato modo.

  Questi due minoranze nazionali sono diverse da minoranze religiose con lo stesso nome, 
che comprendono esclusivamente le persone religiose a religio ns ebraica e islamica.

Il discorso dominante e escluse le persone appartenenti a minoranze nazionali tali organi 
nazionali non sulla base delle loro credenze religiose, ma su quello di un incarico di 
identità di tipo etnico o razziale in cui la religione non è indirizzato come un set di 
credenze e pratiche sociali, ma come un'identità assegnato all'individuo sulla base della 
discesa.

Nella ideologia razzista dominante, la minoranza musulmana di oggi tende a fondersi o 
sostituire in parte la minoranza araba. Non vedono che "musulmano" ha sostituito "arabo" 
nel discorso destra e sinistra, per lo stesso razzismo trucco ieri, sta perdendo una 
realtà particolarmente significativo oggi. Questo è ciò che intendiamo con il termine 
islamofobia. E pensare che, come l'antisemitismo, non rientra la difesa della religione. 
La denuncia della meccanica razzisti non deve essere utilizzato come garanzia per 
religiosi per la difesa della loro cappella. Se si considera che non è opportuno ora di 
criticare l'Islam in particolare, perché quel tipo di discorso è troppo facilmente 
utilizzato da ideologia razzista di presentare il loro modo nascosto, affermiamo allo 
stesso tempo la necessità di lottare contro tutte le religioni in genere, incluso l'Islam, 
in quanto tutti operano sulla stessa logica di sottomissione degli individui.

  Razzismo, un sistema di dominio

  Questa divisione tra una "maggioranza nazionale" e delle minoranze nazionali non è 
quello dell'ordine di un discorso. Stereotipi razzisti etnicista s, che veicolo potranno 
non solo l'ordine di "pregiudizi" indossati singolarmente, si sarebbero sufficienti a 
"sradicare" per combattere il razzismo.

  Sono il prodotto di un sistema razzista, che è stato costruito nel doppio movimento di u 
sviluppo degli Stati nazionali ideologia e nazione, e dell'imperialismo coloniale.

  Lo sviluppo dell'ideologia nazionale, è stato il prodotto di un meccanismo di potere 
centralizzato di uniformare i territori controllati, in primo luogo, e in secondo luogo la 
volontà di sostituire la sovranità del diritto divino dei una comunità formata 
artificialmente sulla costruzione dei miti storici e culturali. Questa costruzione è stata 
fatta nel creare l'illusione della continuità storica selezionando elementi e territori 
delle popolazioni di storia, evacuazione che non si adattavano "romanzo nazionale  "delle 
origini di una storica comunità nazionale. Nello stesso movimento, sono stati selezionati 
gli elementi culturali perché sono considerati territorio distintivo, evacuando tutti i 
tratti culturali specifici che contrastare questa standardizzazione volto a rafforzare il 
potere politico centrale.

  La costruzione di qualsiasi parte di una "comunità nazionale" sulla base di una "storia 
nazionale" e di una "identità nazionale" in tutti i casi artificiale, è stato il fatto 
ideologi del potere statale, che, a partire dal meccanismo della monarchia assoluta, 
proseguito con la costruzione dello stato-nazione giacobina centralizzazione, ha cercato 
di legittimare il controllo delle popolazioni e dei territori fornite dal l'uso selettivo 
di storia e cultura. Essi hanno cercato di definire la "nazione", fissando i suoi limiti 
territoriali e demografici. L'organismo nazionale è stato progressivamente definito come 
avente caratteristiche comuni, al contrario di un "altro", o meglio di "altri": ma anche 
le minoranze nazionali estere considerate al di fuori del corpo nazionale, anche se il 
cittadinanza dello stato-nazione costituita.

  E 'in questo contesto che si è sviluppato l'antisemitismo in Europa, ad esempio, gli 
ebrei sono definiti come figura antinazionale, colorazione razziale, definita come esterno 
al corpo nazionale.

  Struttura islamofobia in quanto gli ultimi 20 anni da parte della stessa logica, fino a 
comprendere e modo globale per indirizzare una serie di minoranze nazionali nella stessa 
categoria colorazione razziale, che ha assegnato tutti gli uomini di cultura o di origine 
musulmana, che 'sono credenti o no.

Nel frattempo, la colonizzazione dell'America, e, a partire dal XIX secolo, l'espansione 
dell'imperialismo coloniale a tutto il mondo non occidentale, hanno fatto affidamento 
sulla definizione razzista dei popoli non europei. Per giustificare il loro asservimento e 
territori in cui vivono e afferrando la loro ricchezza, i popoli colonizzati sono stati 
designati come inferiori per civilizzare i barbari o come animali da soma semplice per 
consentire al massiccio ricorso alla schiavitù vale a dire, la deportazione ei lavori 
forzati di milioni di persone.

Se le parole e le forme dell'imperialismo coloniale evoluti oggi, è ancora sostenuta dalla 
stessa ideologia razzista. Come ieri, guerre e colpi di forza sempre mirare espansione 
economica capitalistica, e la giustificazione ideologica per la presunta superiorità 
dell'Occidente, che hanno la responsabilità di decidere per civilizzare il mondo di ciò 
che è bene per lui.

  Quello contro il razzismo?

  Periodo di regressione sociale che abbiamo di fronte è favorevole allo sviluppo del 
razzismo. Le autorità usano questo sistema razzista di dominazione a dividere chi farebbe 
bene a unirsi per contrastare gli effetti devastanti del capitalismo designato come capri 
espiatori responsabili per la disoccupazione, la precarietà e la povertà, permette la 
borghesia per deviare le pretese della classe operaia di uguaglianza economica e sociale. 
Per questo contro il razzismo è una questione fondamentale per tutti coloro che lottano 
per l'uguaglianza.

Dobbiamo contribuire ideologicamente per smantellare i meccanismi e discorsi su cui il 
sistema razzista di dominazione. Ciò implica la denuncia e la lotta contro ogni forma di 
razzismo che abbiamo definito. Il razzismo di stato, il razzismo "ordinario" integrato, il 
razzismo nascosto in pseudo discorso sociale e secolare, la discriminazione razziale di 
tutti i giorni e / o giuridiche, discorsi e pratiche razziste assunte sono tutti 
combattendo MEM e 's che non significa la stessa cosa e non richiedono le stesse risposte.

   La lotta contro il razzismo ha ovviamente una dimensione antifascista che abbiamo 
sviluppato nel nostro movimento su antifascismo 2.

   E 'indispensabile continuare a sostenere le lotte di persone che vivono il razzismo e 
le richieste egualitarie che indossano (lotta contro gli sfratti, lotta dei migranti senza 
documenti per ottenere il permesso di soggiorno o contro i centri di detenzione, ecc.) 
sostenere l'auto-organizzazione di coloro che lottano.

  Tutte queste operazioni devono essere eseguite in un obiettivo di convergenza di classe 
, per contrastare l'uso del razzismo da parte delle autorità al fine di deviare questioni 
sociali.

  Per smettere di fare i capri espiatori vivendo il razzismo, abbiamo bisogno di 
diffondere un discorso significativo: i nostri nemici sono le classi dirigenti, così 
abbiamo alcun interesse a dividere noi sulla base della nazionalità e / o religione, ma 
piuttosto di venire insieme su una base di classe.

Ciò consentirà di aumentare la domanda di razzismo su un livello politico al di là di un 
puramente umanista cui dinamica attraverso sono numerosi (paternalismo, mancanza di 
visione globale). Siamo inoltre convinti che es buoni sentimenti , se possono lavorare su 
situazioni specifiche, non sono sufficienti per costruire un ampio equilibrio di potere 
mantenuto nel tempo e che può effettivamente spingere indietro il razzismo, soprattutto 
nel periodo di regressione sociale che conosciamo.

Sforzatevi di collocare la lotta contro il razzismo su base di classe e internazionalista 
aiuta anche a contrastare gli sfruttamenti politici e / o religiosi di questa lotta. E 
'più difficile per il Partito Socialista di venire sfilare in mobilitazioni antirazziste 
quando viene visualizzata la dimensione della classe. Correnti religiose che i 
rivoluzionari possano combattere più difficile venire sulle mobilitazioni antirazziste se 
il carattere internazionalista di classe si dice...

  Il razzismo in Francia è in gran parte legato alla idea di nazione e si nutre del 
passato e il presente dello Stato coloniale francese. Come la lotta contro l'imperialismo 
economico e militare francese sta sviluppando per combattere il razzismo. Allo stesso modo 
la dimensione internazionalista della lotta contro tutte le frontiere fa parte di una 
lotta contro il razzismo.

  La nostra lotta al razzismo si basa quindi su una dimensione rivoluzionaria e 
internazionalista, mettendo in evidenza tutte le esigenze di parità economica e sociale.

  Il 30 maggio 2015,

  Relazioni esterne del Coordinamento di gruppi anarchici

1 La nozione di minoranza nazionale, contrariamente a quanto si è detto, non è un marxista 
import / maoista nel movimento libertario, né la ripresa del concetto ONU. E 'utilizzato 
da attivisti anarchici per analizzare l'antisemitismo e Negrophobia all'inizio del 
ventesimo secolo. Appare ad esempio nell'articolo "Ghetto", scritto da un militante 
anarchico ebreo, Jules Chazoff di enciclopedia anarchica di Sébastien Faure (1934): 
http://www.encyclopedie-anarchiste.org/articles/g/ghetto.html , ben prima maoismo e le 
Nazioni Unite!

  2 Movimento CGA "Che il fascismo oggi? "Adottato nel novembre 2011, disponibile 
all'indirizzo: www.cga.org/content/quel-antifascisme-aujourdhui-0

http://www.c-g-a.org/content/le-systeme-de-domination-raciste-en-france


More information about the A-infos-it mailing list