(it) Collettivo Alternative Libertaire Bruxelles - Spagna: grande ondata di perquisizioni e arresti a Barcellona e Madrid (en, fr, pt) [traduzione automatica]

a-infos-it a ainfos.ca a-infos-it a ainfos.ca
Sab 20 Dic 2014 13:14:02 CET


Martedì [16 dicembre 2014], alle 5 del mattino, ha iniziato l'operazione anti-terrorismo 
denominata giustamente chiamato "Pandora", contro il cosiddetto "terrorismo anarchico". 
Persone sono state arrestate con l'accusa di appartenere a un'organizzazione anarchica a 
cui vengono assegnati diversi attacchi da ordigni esplosivi. L'operazione, guidata dal 
Tribunale Nazionale di Madrid, ha mobilitato 450 poliziotti Mossos d'Esquadra catalani, 
che dalle 5:30 fatto irruzione 13 case in Catalogna - 8 a Barcellona, un Sabadell e 
Manresa - ma anche un persona a Madrid dalla Guardia Civil. ---- I poliziotti sono tornati 
nello squat Kasa de la Muntanya [aperto dal 1989], Barcellona, attorno al quale centinaia 
di poliziotti sono stati dispiegati nel corso di un elicottero assistito all'operazione 
illuminando la scena. I media hanno la Kasa de la Muntanya come il "centro operativo di 
terroristi anarchici" (sic). La ricerca è durata più di 13 ore, durante le quali i venti 
abitanti è svolta nella palestra dello squat, mentre i poliziotti hanno consultato ogni 
stanza dell'edificio. Allora erano altre ricerche, in libertario Athénées Sant Andreu e 
Poble Sec, Barcellona. I poliziotti integrati portatili, computer e materiale informatico, 
di cassa e libri.

Durante l'operazione di sette donne e quattro uomini sono stati arrestati tra il 31 e il 
36, di nazionalità spagnola, l'Uruguay, Italia e Austria.

Gli arresti sono legati a diversi attacchi che hanno avuto luogo nel 2012 e 2013, compresi 
gli attacchi esplosivi in DAB sportelli bancari. Il giudice nazionale fa un collegamento 
tra questi attacchi e insurrezionale Commando Mateo Morral, che sosteneva di aver piazzato 
una bomba nella cattedrale Almudena di Madrid 7 Febbraio 2013, e un altro presso la 
Basilica di El Pilar di Saragozza 3 Ottobre 2013 . Due attacchi per i quali sono accusati 
sono non l'operaio-s Mónica Caballero e Francisco Solar , arrestati del 13 novembre 2013 a 
Barcellona, e in carcere da allora.

Coordinamento immediato possiamo notare che si verifica tra la National Hearing, i 
poliziotti catalani e dei media, tutti servono la stessa storia, mettendo in scena un 
avviso di massima.

?A 19h, diverse migliaia di persone hanno manifestato nel centro di Barcellona, bloccando 
diverse strade, è una delle più grandi marce di solidarietà spontanea a partire dagli anni 
1970 in Catalogna. Banche e agenti immobiliari finestre sono andati in frantumi, 
proiettili sono stati gettati verso i poliziotti, e cassonetti sono stati bruciati. A 
priori non ci sarebbe nessun arresto, nonostante alcune spese di polizia durante l'evento. 
Altre manifestazioni si sono svolte in diverse città. A Madrid ci sono almeno tre arresti.

Queste poche manifestazioni offensive sono importanti, mostrano lo stato che gli anarchici 
non scavano sotto la prima grotta in cui la repressione colpisce. I compagni devono 
affrontare Javier Gómez Bermúdez giudice, o domani, Mercoledì 17 Dicembre, accusati di 
"appartenenza a un'organizzazione anarchica tipo criminale a scopi terroristici", niente 
di meno. Sarà quindi deciso di rilasciare o detenere in custodia.

Solidarietà con i compagno / nes arrestati in Spagna Martedì 16 dicembre.
Libertà per Monica e Francisco.
tou Freedom / vostro prigioniero / es di guerra sociale.
Sources : squat.net
http://fr.squat.net/2014/12/17/espagne-grosse-vague-de-perquisitions-et-arrestations-a-barcelone-et-madrid/
https://albruxelles.wordpress.com/2014/12/17/espagne-grosse-vague-de-perquisitions-et-arrestations-a-barcelone-et-madrid/#more-1162


More information about the A-infos-it mailing list