(it) Palestina-Israele, un'altra settimana di lotte unitarie con contrasti in tutta la regione [en]

a-infos-it a ainfos.ca a-infos-it a ainfos.ca
Mer 4 Maggio 2011 11:00:27 CEST


Palestina-Israele, un'altra settimana di lotte unitarie con contrasti
in tutta la regione [en]
26.04.11 - 6 anni di lotta unitaria a Bil'in che hanno ispirato i
villaggi di Ni'ilin, Ma'sara, Beit Ummar, e Nabi Salih, e secondo
alcuni anche l'idea della terza intifada. Ed in Israele hanno favorito
l'adesione dei sionisti di sinistra alle azione dirette contro
l'occupazione e contro gli sgomberi sia a Gerusalemme est occupata
(soprattutto Sheikh Jarrah e Silwan) sia all'interno dei confini del
1948 nella regione di Lod, nella Taibe e a fianco dei Beduini del sud.
La conferenza annuale internazionale a Bil'in ha registrato una
integrazione delle lotte ed un bilancio politico favorevole per i
dirigenti della Cisgiordania (il cui sostegno alle lotte in corso è
più che altro verbale). Le forze di Stato israeliane hanno espresso la
loro disapprovazione in molti modi, ma la loro inconsistenza ed i
frequenti cambiamenti tattici stanno a dimostrare che hanno perso il
bandolo della matassa.
Beit Ummar
Attivisti hanno manifestato e lavorato la terra nonostante le
provocazioni dei militari israeliani.
Sabato 23 aprile, 8 attivisti israeliani e 24 volontari internazionali
si sono uniti ai residenti di Beit Ummar per un'azione vicino Karmei
Tsur organizzato dal Comitato Nazionale Contro il Muro e contro gli
insediamenti. Il contingente internazionale comprendeva volontari del
Progetto Solidarietà Palestina e del Movimento di Solidarietà
Internazionale, insieme al gruppo belga Checkpoint Singers. I
manifestanti si sono radunati sulle terre vicino Karmei Tsur, ed hanno
marciato verso l'insediamento portando bandiere, vessilli e cantando
contro l'occupazione.

Mentre il corteo si avvicinava all'insediamento, i soldati delle forze
di difesa israeliane si sono schierate lungo il sentiero. La
manifestazione è proseguita per qualche centinaio di metri finché i
soldati ci hanno bloccato, rifiutandosi di farci passare.

I belgi del Checkpoint Singers hanno iniziato a cantare mentre i
manifestanti discutevano con i soldati perchè lasciassero passare il
corteo. Il sottotenente al comando ha tirato fuori un'ordinanza di
zona militare chiusa ed ha minacciato di arrestare chiunque si fosse
trattenuto per oltre 3 minuti. Nessuno si è mosso.

I 3 minuti sono passati ed i soldati si sono preparati. Allora, Ahmed
Abu Hashem ha indicato la sua terra vicino alla strada, dicendo "siamo
qui per lavorare la mia terra".

Il sottotenente ha risposto: "Dov'è il tuo trattore? Torna con un
trattore e potrai lavorare".

Abu Hashem ha spiegato che il trattore non era necessario, dato che
che le pietre andavano tolte a mano. Il sottotenente ha replicato
dicendo che questi lavori dovevano essere concordati in anticipo.

"Concordati un cazzo" ha urlato un residente di Beit Ummar.

Abu Hashem si è allontanato dai soldati, ha girato attorno al loro
schieramento e si è diretto verso il suo terreno. Il corteo lo ha
seguito ed i soldati hanno cercato di formare un perimetro per
contenere il movimento. Mentre il coro belga cantava canzoni contro
l'oppressione, palestinesi, israeliani ed internazionali hanno
iniziato a rimuovere le pietre dal terreno aggiungendole a quelle del
muretto di confine del campo. Ogni volta che si avvicinavano ai
soldati, questi si ritiravano, per cui in poco tempo un pugno di
veloci ripulitori era riuscito a mandare via i militari dai tre quarti
del campo.

Mentre i manifestanti pulivano il campo, i soldati gli urlavano di
smettere. Nonostante l'ordinanza e le minacce di arresto, il lavoro è
proseguito e nessuno è stato arrestato. La manifestazione è finita
spontaneamente e con una sostanziale rimozione di pietre.


Bil'in

Dal 20 al 23 aprile si è tenuta la Conferenza della resistenza non-violenta.

Cari amici,

siete invitati ad un grande convegno di attivisti provenienti dai
territori del '48 e del '67.

In occasione della conferenza di Bil'in sulla lotta popolare
palestinese, vorremmo organizzare una riunione dedicata a riflettere
seriamente su come unificare le diverse lotte locali in qualcosa di
più grande ed efficace in tutta la Palestina.

sono invitati tutti coloro che sono coinvolti nella lotta palestinese,
quelli all'interno dei confine del 1948 e quelli della Cisgiordania e
di Gerusalemme Est - per discutere su come migliorare l'unità delle
lotte. Importante è anche la partecipazione dei nostri cari fratelli a
Gaza assediata, che si spera potranno collegarsi via video-conferenza,
ma che comunque avremo sempre nei nostri cuori.

Dove: a Bil'in, Palestina occupata
Quando: giovedì 21 aprile alle 14.00

La Conferenza sulla resistenza popolare termina con una danza di un
attivista veterano dell'OLP che è venuto molto spesso da Ramalla per
scontrarsi con le forze israeliane.
http://www.facebook.com/video/video.php?v=218876534796447

Manifestazione di massa:

La conferenza annuale di Bil'in sulla resistenza popolare è finita
questo pomeriggio con una manifestazione di massa contro il muro e
contro l'occupazione. Oltre 300 persone da tutta la Cisgiordania, da
Israele e dall'estero. La manifestazione si è svolta in memoria di
Bassem Abu Rahmah, che è stato ucciso da un lacrimogeno israeliano 2
anni fa durante una manifestazione disarmata. Ci sono stati molti
feriti, tra cui Mohammad Khatib, dirigente del Comitato di
Coordinamento della Lotta Popolare.

Venerdì 22 aprile, a centinaia si sono radunati per onorare la memoria
dei caduti negli ultimi 8 anni di lotta disarmata contro il muro della
separazione e contro l'occupazione. La manifestazione settimanale si è
svolta a conclusione della conferenza di 3 giorni dedicata alla
resistenza popolare a cui hanno partecipato diplomatici di alto rango
ed il primo ministro palestinese Salam Fayyad.

Dopo aver lasciato la piazza del villaggio, i manifestanti sono stati
attaccati dai lacrimogeni mentre l'esercito cercava di mettere fine
alla manifestazione in modo violento. 5 persone sono state ferite
durante gli scontri, mentre il dirigente del Comitato di Coordinamento
della Lotta Popolare, Mohammad Khatib, è stato percosso dalle truppe
israeliane.

Nonostante le violente misure prese dall'esercito, i manifestanti sono
riusciti a fare una breccia in una sezione del muro e ad issare una
bandiera palestinese su una jeep militare israeliana. Dopo la breccia
nel muro ci sono stati scontri sporadici che sono proseguiti
all'interno del villaggio invaso dall'esercito per reprimere la
manifestazione disarmata.

Haitham Al Khatib

Un altro resoconto:

"La manifestazione di venerdì 22 aprile a Bil'in

almeno 30 Israeliani ed un grande numero di internazionali si sono
uniti alla manifestazione palestinese a conclusione della conferenza
di Bil'in ed in ricordo dell'anniversario della morte di Bassem Abu
Rahme per mano degli occupanti a Bil'in. L'esercito sembrava
intimidito da un così grande numero di manifestanti, per cui ha fatto
uso del lacrimogeni ben prima che il corteo raggiungesse il recinto.
Il vento sfavorevole da ovest ha obbligato i manifestanti a
retrocedere. Poco dopo, comunque, i manifestanti si sono ricompattati
e si sono rimessi in marcia per affrontare l'acqua fetida, i gas e le
bombe assordanti. Alcuni manifestanti hanno aggirato l'ostacolo a nord
del recinto, chiedendo ai soldati di andarsene via dalla loro terra e
prendendo possesso di una jeep. Dopo una lunga schermaglia con feriti
da proiettili di gomma, altri colpiti da lacrimogeni, un fotografo
svizzero 80enne ferito ad una mano e spinto dai soldati sul filo
spinato, e spari con
 proiettili veri, i manifestanti si sono spostati sulla strada
principale. Ma anche lì sono stati attaccati con lacrimogeni ed acqua
puzzolente, finché non è stato deciso di concludere la
manifestazione."

http://www.youtube.com/watch?v=U1vNrgbYJeA

Haitham Al Khatib Conference Cori
http://www.youtube.com/watch?v=nCr_H6kebVo


Lod

Manifestazione ogni martedì.

Martedì 26 aprile alle 19.00 manifestazione a Lod presso la tenda di
protesta della famiglia Abu-Id.

Le attività di solidarietà nell'area di Lod-Ramle continuano a
crescere, grazie ai recenti successi ed ai residenti locali che
desiderano rafforzare la cooperazione. Si sta creando un gruppo locale
di attivisti che lavorerà nella zona. Facciamo appello agli attivisti
di unirsi al gruppo per cambiare la realtà politica nell'area.


Gerusalemme/Al-Quds

Azione artistica contro gli insediamenti a Slwan alle 11.00:

Bendati a Silwan (Kfutim) il 22.04.11 http://www.youtube.com/watch?v=yo-AMxM20Q4
lacrimogeno sulla scuola-tenda http://www.youtube.com/watch?v=_s4jMxa6auo

Sheikh Jarrah:

22 aprile manifestazione alle 16.00.

Proprio prima della Pasqua ebraica, le organizzazioni dei coloni hanno
consegnato petizioni per lo sgombero a 5 famiglie del caseggiato di Um
Haroun a Sheikh Jarrah.
Venerdì 22 aprile presidio con i residenti di Um Haroun e con tutta
Sheikh Jarrah per la loro lotta contro l'esproprio delle loro case da
parte dei coloni.

Continueremo a lottare contro questo sistematico esproprio.

Venerdì 22 aprile alle 16.00 manifestazione settimanale nei giardini
di Sheikh Jarrah vicino a Nablus Road.

Concentramento lì (qualcuno viene dopo la manifestazione di Bil'in).
Corteo nel quartiere per visitare le case confiscate dai coloni e
quelle che lo saranno in futuro.


Nabi Salih

22.04.11 http://www.youtube.com/watch?v=R7oudXvqujY


Ni'lin

La manifestazione settimanale è iniziata come al solito con la
preghiera nell'uliveto in fiore. La manifestazione si è poi avvicinata
alla strada del muro, dove circa 30 manifestanti hanno cantato slogan
per l'immediata restituzione delle terre ai loro proprietari. Pochi
giovani hanno tirato pietre verso i soldati che hanno risposto coi
lacrimogeni. Nessun ferito. I manifestanti hanno fatto ritorno al
villaggio.


Colline a sud di Hebron

Continuano gli attacchi ai residenti palestinesi delle colline sud di
Hebron. Domenica 24 aprile i coloni hanno aggredito Yosuf Mur di
fronte ai soldati. Mur è stato ricoverato nell'ospedale di Hebron.

Contro la continue violenze dei coloni, sabato 23 aprile
manifestazione per accompagnare i contadini ed i pastori palestinesi
sulle loro terre e per pulire le cisterne d'acqua demolite
dall'esercito.

Video di un attacco di coloni a pastore palestinese:
http://www.youtube.com/watch?v=ZliHco4mWao


Tel Aviv

Blocco anarchico ed antifascista per la manifestazione del Primo Maggio.


Ilan Shalif
http://ilanisagainstwalls.blogspot.com/

Anarchici Contro Il Muro
http://www.awalls.org

Traduzione a cura di FdCA - Ufficio Relazioni Internazionali
Sito in italiano su Anarchici Contro il Muro:
http://www.fdca.it/wall


More information about the A-infos-it mailing list