(it) Bologna: IL CPS NON SI FARA' INTIMIDIRE

a-infos-it a ainfos.ca a-infos-it a ainfos.ca
Mar 25 Maggio 2010 09:58:40 CEST


IL CPS NON SI FARA' INTIMIDIRE
vi trasmettiamo, in risposta alle richieste di informazione, il
documento del coordinamento dei precari della scuola contro l'attacco
portato dal dirigente dell'Ufficio scolastico Regionale dell'Emilia e
Romagna contro i lavoratori della scuola che denunciano l'operato del
Ministro Gelmini ... avanza sempre più il modello fascista ....
Tocca a noi opporci a partire dalle lotte nella scuola indette a
Giugno, anche dall'USI AIT SCUOLA, BLOCCO DEGLI SCRUTINI secondo il
calendario scolastico regionale per due giorni per il personale
docente e BLOCCO DEGLI STRAORDINARI indetto per tutto il mese (solo
dall'USI) per il personale ATA.
                                Alex
Chi può partecipi!!!
giovedì 27/05 alle ore 15 si terrà a Bologna un presidio presso
l'U.S.R. in via dei Castagnoli n.1 per chiedere le dimissioni del
direttore Marcello Limina

IL CPS NON SI FARA' INTIMIDIRE

Il Coordinamento Precari Scuola prende atto del pesante atteggiamento
censorio del Direttore dell'Ufficio Scolastico Regionale per
l'Emilia-Romagna Marcello Limina, che vorrebbe che i docenti non
rilasciassero alla stampa dichiarazioni critiche nei confronti del
governo a pena di sanzioni disciplinari, pienamente avvallato dal
ministro Gelmini
http://notizie.virgilio.it/notizie/cronaca/2010/05_maggio/21/scuola_gelmini_difende_dir_usr_emilia_dai_prof_niente_politica,24421081.html

SIA CHIARO CHE IL CPS NON SI FARA' INTIMIDIRE DALLA GELMINI

Il CPS continuerà a dire la verità a tutte le famiglie, agli studenti
e agli organi di stampa ossia:
- che le leggi Gelmini non sono una riforma ma il più grosso
licenziamento di massa della storia italiana, attuato per risparmiare
sulla pelle delle famiglie più deboli, in favore dell'istruzione
privata, in spregio alla Costituzione;
- che il governo sta rovinando migliaia di famiglie di precari della
scuola, che resteranno disoccupati e senza reddito senza alcun
ammortizzatore sociale;
- che da settembre saranno costituite classi pollaio in spregio a
tutte le leggi sulla sicurezza: i nostri figli saranno in pericolo;
- che gli studenti diversamente abili non saranno più tutelati;
- che il tempo pieno non sarà garantito a tutte le famiglie che ne
faranno richiesta.

Ricordiamo che siamo in Italia sotto una Costituzione giudicata tra le
più avanzate al mondo, e che nessuna circolare, né ministeriale, né
direttoriale, può stravolgere le conquiste democratiche della libertà,
di pensiero e di opinione che i nostri nonni ci hanno consegnato dopo
la guerra e a cui non rinunceremo per nessun motivo!!!

Chiediamo le immediate DIMISSIONI del direttore dell'Ufficio
Scolastico Regionale dell'Emilia Romagna, convinti che la funzione
dell'Ufficio Scolastico Regionale è quella di svolgere la necessaria
funzione di raccordo delle esigenze della scuola statale della
Regione, e non, al contrario, di farsi zelante esecutore delle
imposizioni derivanti dal Ministero dell'Istruzione, assumendo sempre
più chiaramente il ruolo poliziesco di "prefetto" della scuola
pubblica. Esprimiamo quindi la nostra solidarietà ai colleghi
dell'Emilia Romagna e ricordiamo che giovedì 27/05 alle ore 15 si
terrà a Bologna un presidio presso l'U.S.R. in via dei Castagnoli n.1
per chiedere le dimissioni del direttore Marcello Limina


COORDINAMENTO PRECARI SCUOLA NAZIONALE

FORUM COORDINAMENTO PRECARI SCUOLA
http://docentiprecari.forumattivo.com
BLOG COORDINAMENTO PRECARI SCUOLA
http://retedocentiprecari.blogspot.com/
GRUPPO FACEBOOK COORDINAMENTO PRECARI SCUOLA
http://www.facebook.com/group.php?gid=35733685501
MAIL COORDINAMENTO PRECARI SCUOLA
precariscuola a gmail.com
da alex_950-a-yahoo.it


More information about the A-infos-it mailing list