(it) Pordenone: Info-point contro le ronde militari e distribuzione del fazzoletto giallo

a-infos-it a ainfos.ca a-infos-it a ainfos.ca
Gio 3 Set 2009 00:22:33 CEST


Pordenone: Info-point contro le ronde militari e distribuzione del
fazzoletto giallo
Neppure due settimane e sono oltre il centianio le persone che
porteranno appresso il fazzoletto giallo contro la presenza dei
militari a Pordenone: oltre 70 le adesioni al gruppo su Facebook, una
trentina quelle arrivate in email antironde a gmail.com e più di una
trentina tra i promotori della campagna di disobbedienza per questo
ennesimo attacco alla libertà di tutti nel solco di una politica di
odio e diffidenza nazionalista e leghista.
Le prenotazioni del fazzoletto giungono da più parti, moltissimi i
giovani (i più tartassati dai controlli) ma anche da intere famiglie
("ne ordino 3 per tutta la famiglia" chiede una donna in email),
sappiamo che dall'opinione ai fatti il passo non è facile ne breve e
quindi questa adesione ci rincuora e chiediamo a tutti, anche gli
indecisi che su FB hanno messo in forse la propria partecipazione
(sono una novantina), trovino il coraggio di esporsi pubblicamento
come segnale di una inversione di tendenza rispetto a tutto questo
livore e razzismo gettato dall'alto di poteri e mezzi da partiti
politici che sulla paura della gente stanno facendo le proprie
fortune.

La campagna quindi prosegue e diamo appuntamento per venerdì 4
settembre in P.zza Risorgimento alle ore 18.00 per un Info-Point dove
verranno distribuiti i fazzoletti gialli a chi ne ha già fatto
richiesta e a coloro che in quel momento volessero aderirvi.

In questo presidio informativo oltre a volantini che spiegano i motivi
di quest'azione ci saranno anche materiali riguardo ai numeri reali
sulla sicurezza sia a Pordenone sia in Italia mostrando con dati alla
mano come tutte queste operazioni lavorino sulla "percezione" della
realtà, alimentandone le fobie e nascondendo, depistandoli, i veri
motivi di paura che invece la gente vive quotidianamente, anche a
Pordenone, come quella di non poter garantire asili e scuole pubbliche
ai propri figli con tagli generali agli organici e agli orari delle
attività in aule fatiscenti o mancanti, la paura di non poter accedere
alle cure sanitarie, sempre più costose e sempre meno qualificate a
causa dei tagli di risorse umane e strumentali, con la continua
privatizzazione dei servizi e l'affossamento della ricerca, a causa
della costante precarizzazione del lavoro, dei licenziamenti e della
cassa integrazione di massa edell'impossibilità di arrivare
economicamente
 alla terza settimana per sempre più famiglie e cittadini.

Infine assieme al fazzoletto daremo un prontuario di autodifesa legale
per qualsiasi inconveniente od abuso che chi lo indossa dovesse
incontrare oltre all'appoggio totale ed incondizionato sul piano
solidale e di partecipazione attiva.


Iniziativa Libertaria



Da: "Lino Roveredo" <alterlinus -A- libero.it>


More information about the A-infos-it mailing list