(it) USI: Appello agli operatori sociali

a-infos-it a ainfos.ca a-infos-it a ainfos.ca
Mer 10 Set 2008 08:39:58 CEST


 UDITE, UDITE… MENTRE NOI  LAVORATORI E LAVORATRICI ERAVAMO IN LOTTA
IN VARIE PARTI D'ITALIA, CGIL CISL UIL E CENTRALI COOPERATIVE
STIPULAVANO IL  RINNOVO DEL CONTRATTO NAZIONALE DELLE COOPERATIVE
SOCIALI
AUMENTI SALARIALI INSUFFICIENTI PER CHI LAVORA NEL TERZO SETTORE (130
euro lordi  a regime in tre rate fino al 2009) aumenti notevoli per i
dirigenti delle cooperative… peggioramenti e carenze non risolte per
la parte normativa (CAMBIANO PURE I LIVELLI E LA CLASSIFICAZIONE, MA
NON LA SOSTANZA PENALIZZANTE).
UN BRUTTO CONTRATTO, DA RIMANDARE AL MITTENTE
Il 31 luglio, dopo 31 mesi di calvario e uno sciopero nazionale del 4
aprile che le controparti hanno sentito, è stato sottoscritto il
rinnovo del contratto collettivo nazionale di lavoro (CCNL) dei
lavoratori e delle lavoratrici delle cooperative sociali, uno dei
contratti applicati nel terzo settore che riguarda ormai oltre 200
mila persone, applicato dai servizi socio-sanitari, a quelli
assistenziali ed educativi, dai servizi culturali  fino ai canili
appaltati o in convenzione con Enti Locali, ASL, Università e aziende
pubbliche. Un contratto scaduto da 31 mesi, CHE NON CI FARA'
RECUPERARE CON GLI AUMENTI PREVISTI E UNA MISERIA DI UNA TANTUM, IL
POTERE DI ACQUISTO DEI NOSTRI SALARI E RETRIBUZIONI…Infatti, dai
calcoli risulta che si è preso a parametro un tasso di inflazione pari
al 2,8% per l'anno 2008 e del 3,3% per l'anno 2009, MENTRE
L'INFLAZIONE REALE VIAGGIA ORMAI AL 4%. Chi ha firmato l'accordo di
rinnovo (Legacoopsociali, Confcooperative, Agci e  Cgil-Cisl-Uil),
CHISSA' DOVE VA A FARE LA SPESA E QUANTO SPENDE DI TARIFFE E BOLLETTE.
In sintesi, alcuni aspetti salienti di questo CCNL

SALARIO:  l'aumento mensile a regime in tre rate è pari a 130 euro
lordi (riferiti all'attuale quarto livello per 38 ore full time) :

1 gennaio 2008 1 gennaio 2009 1 dicembre 2009
Euro 60.00 Euro 40.00 Euro 30.00


CONSIGLIO UTILE PER LEGGERE LA BUSTA PAGA CON GLI AUMENTI: quando si
toglierà l'indennità di vacanza contrattuale IVC (che non si erogherà
più per effetto dell'inserimento nelle retribuzioni e salari del primo
aumento con il rinnovo del CCNL) l'aumento di 60.00 euro diventa
effettivamente dimeno,  48.55 euro lorde (60.00 – 11.45) sempre
riferiti al 4 livello e per un contratto a tempo pieno di 38 ore. Per
chi ha il part time, oltre che per gli altri livelli di inquadramento
va fatta la proporzione in base alla percentuale di part time (si veda
la casellina in alto sulla busta paga) o all'adeguamento per i livelli
superiori al 4° che come è prassi è preso come riferimento.
Cambia con questo contratto anche la STRUTTURA DEL CONTRATTO PER LA
PARTE ECONOMICA (sono gli effetti del famoso accordo quadro nazionale
del 23 luglio 2007, quello della finta consultazione confederale con
il beneplacito di governo e padroncini fatto a Ottobre del 2007, sul
quale facemmo campagna per il NO…), NON C'E' PIU' IL RINNOVO SUL
BIENNIO ECONOMICO,  gli aumenti sono distribuiti fino al 2010.
A proposito dei  130 euro lordi di aumento, sbandierati da
CGIL-CISL-UIL come una "giusta risposta al problema salariale dei
lavoratori del settore", facciamo un esempio pratico calcolato questa
volta sul 6° livello, che era stato preso come riferimento nella
piattaforma unitaria di CGIL-CISL-UIL:

Nella piattaforma sindacale  dei sindacati cgil cisl uil, si
richiedevano 170 euro sul 6° livello per la copertura del solo anno
2007. NOI DELL'USI E DI ALTRI COORDINAMENTI DI LOTTA, visto che due
conti li sapevamo fare, AVEVAMO CHIESTO NELLA PIATTAFORMA PRESENTATA
NEL 2006, 200 EURO NETTI DI AUMENTO DAL 4° LIVELLO E IN AUMENTO
PROGRESSIVO PER I LIVELLI SUPERIORI.
L'ACCORDO FIRMATO DAI CONFEDERALI E DALLE CENTRALI COOPERATIVE, HA
PREVISTO UN AUMENTO CHE PARTE DA GENNAIO 2008 (quindi ci siamo giocati
un anno di aumenti reali…) pari  a 67.74 euro (differenza 102.26 euro
in meno sulla piattaforma confederale, 152, 26 in meno sulla
piattaforma del sindacato autorganizzato) e arriva a dicembre 2009 con
un aumento di 145.41 (differenza di 24.56 euro in meno, 74 e spicci in
meno sulla nostra, sempre sul 6° livello).
QUINDI, ANCHE A LIVELLO ECONOMICO E' UN CONTRATTO NAZIONALE A PERDERE,
perché nei quattro anni di durata di un CCNL non si recupera  rispetto
all'inflazione reale del 4% e non si ottiene quello che era stato
richiesto solo per coprire i primi due anni (2006-2007)
ARRETRATI: nonostante i 31 mesi (più di due anni e mezzo) di ritardo
sono previsti solo 200 euro lordi nella busta paga relativa al mese di
agosto a copertura del periodo 2006/2007, ma al lordo dell'IVC (11, 45
mensili sul 4° livello), alla fine restano circa 100 euro lordi) e
proporzionato pure all'effettiva presenza; per gli arretrati del
periodo gennaio 2008 – luglio 2008 ci saranno due rate con le
retribuzioni del mese di settembre e del mese di ottobre 2008.

MENTRE PER I DIRIGENTI DELLE COOP GLI AUMENTI SONO COSPICUI
Il giorno prima il 30 luglio 2008, cooperative e sindacati
CGIL-CISL-UIL hanno firmato il rinnovo del contratto nazionale dei
dirigenti delle cooperative. Si tratta di un aumento di 650 euro e per
gli arretrati hanno concordato a titolo di una tantum per 1300 euro.
MA CHI LI EROGA I SERVIZI, I DIRIGENTI  O GLI OPERATORI E OPERATRICI?
CHI MANDA AVANTI  LA "BARACCA" HA LE BRICIOLE, I "CAPI" UNA BELLA
FETTA DI TORTA.

LIVELLI:  come detto prima, con questo rinnovo di CCNL cambia la
classificazione del personale in 6 categorie/livelli "verticali" dalla
A alla F, simile a quella presente negli altri contratti come la
sanità privata (ARIS AIOP), con l'aggravante che non vi sono
scorrimenti orizzontali, non saranno automatici, quindi una operazione
di facciata ma senza  concrete possibilità di miglioramento, un vero
regalo di CGIL CISL UIL ai datori di lavoro, oltre al restringimento
degli aumenti salariali.
 O.S.S.: per gli operatori socio-sanitari dopo tante promesse, arriva
la FREGATURA.
Infatti, è prevista l'introduzione di un livello intermedio tra il 4°
livello e il 5° livello, ma con il riconoscimento di una differenza
retributiva a regime rispetto al livello di provenienza (4°) di ben 38
euro lordi al mese (proprio così: 38 euro lordi al mese sono il
riconoscimento concordato tra cooperative sociali e sindacati per i
lavoratori che hanno acquisito il titolo da OSS),.
Per fare un confronto con il contratto della sanità privata, un OSS
prende allo stato attuale circa 280.00 euro in più al mese. Non solo:
il riconoscimento del nuovo livello non è per tutti gli OSS ma solo
per quelli che operano in servizi e strutture sociosanitarie, mentre
non vi è tale riconoscimento per tutti coloro che lavorano in altre
strutture o tipi di servizio ma hanno applicato il CCNL Cooperative
Sociali, TUTTI-E SU SERVIZI ESTERNALIZZATI O SOGGETTI A
PRIVATIZZAZIONI O RISTRUTTURAZIONI.

SI RIPORTANO ALCUNI ESEMPI DI TABELLE DI RIPARAMETRAZIONE TRA I VECCHI
LIVELLI E I NUOVI TIPI DI INQUADRAMENTO E CLASSIFICAZIONE DEL
PERSONALE

ASSISTENTE DI BASE NON QUALIFICATO: dal 3° livello diventa B1
  ASSISTENTE DI BASE QUALIFICATO: dal 4° livello diventa C1
 OPERATORE SOCIO SANITARIO (con la clausola di servizio): dal 4°
livello diventa C2
  EDUCATORE NON PROFESSIONALE (senza titolo): da 5° livello diventa D1
  EDUCATORE PROFESSIONALE (con titolo): da 6° livello diventa D2
 COORDINATORE DI SERVIZI dal 7°  livello diventa  D2 se non ha
esperienza, D3  dopo la progressione
 LE TABELLE DELLE RETRIBUZIONI CONTRATTUALI MINME (in attesa che le
tabelle con il costo del lavoro complessivo, siano depositate al
Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali e diventino ufficiali)
                  Minimi contrattuali conglobati dal 1/1/2008
 LIVELLI IMPORTO
1 1060,95
2 1070,75
3 1120,63
4 1205,21
5 1277,95
6 1348,07
7 1435,09
8 1548,96
9 1710,78
10 1953,78


Minimi contrattuali conglobati dal 1/1/2009
categorie Posizioni economiche
  1 2 3
A 1096,16 1106,28
B 1157,82
C 1245,21 1282,51 1320,37
D 1320,37 1392,81 1482,72
E 1482,72 1600,37
F 1767,56 2018,62


Minimi contrattuali conglobati dal 1/12/2009
Categorie Posizioni Economiche
  1 2 3
A 1122,57 1132,94
B 1185,72
C 1275,21 1313,4 1352,18
D 1352,18 1426,37 1518,45
E 1518,45 1638,93
F 1810,14 2067,25


LAVORO DOMENICALE: rispetto al CCNL del 1995, è inserito il
riconoscimento  di una maggiorazione per il lavoro svolto di domenica
(alcune cooperative o enti lo riconoscevano già, se vi erano accordi
di livello aziendale ma  solo ora è inserito dal contratto nazionale),
una maggiorazione che in altri contratti varia dal 15% al 30%  e anche
fino al 50% della paga oraria: cosa si prevede per i lavoratori  e le
lavoratrici delle cooperative sociali? Ovviamente  si è riconosciuto
il minimo, il 15% e solo da dicembre 2009.
 TANTO PER CAMBIARE, NON SONO CAMBIATE LE REGOLE SUI CAMBI DI GESTIONE
E DI APPALTO PER IL RICONOSCIMENTO AUTOMATICO DEGLI SCATTI DI
ANZIANITA' MATURATI, NE' SONO MIGLIORATE LE CLAUSOLE  CHE LEGITTIMANO
LE TIPOLOGIE DI CONTRATTI ATIPICI E PRECARI, CHE QUINDI SARANNO LO
STRUMENTO MEGLIO UTILIZZATO IN MOLTI SERVIZI E PROGETTI DI RILEVANZA
PUBBLICA.

COSA POSSIAMO FARE E CHE INDICAZIONE DIAMO COME USI AIT
Alle lavoratrici e lavoratori soci, dipendenti e precari delle
cooperative sociali e associazioni terzo settore
 CHIEDIAMO DI FARE UN PASSAGGIO SEMPLICE, CHIEDERE LE ASSEMBLEE O
CONVOCARLE TRAMITE I SINDACATI DI BASE PRESENTI E ATTIVI, PER
RESPINGERE IL CCNL, METTERE IN PIEDI UN FORTE E COMBATTIVO
COORDINAMENTO NAZIONALE AUTORGANIZZATO E CONFLITTUALE, CHE UNISCA NEI
PERCORSI DI LOTTA E DI ORGANIZZAZIONE DIRETTA E CHE COSTRUISCA DOVE
POSSIBILE STRUTTURE AUTORGANIZZATE  CHE, COME HA DIMOSTRATO LA NOSTRA
ESPERIENZA, SONO STATE CAPACI DI ESSERE FORTI COMBATTIVE E
"RICONOSCIUTE"  IN AZIENDE E COOP. SOCIALI, COME RSA (rappresentanze
sindacali aziendali) E PER UNA GRANDE CAMPAGNA PER AVERE I
RAPPRESENTANTI DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA (RLS). IN OGNI LUOGO DI
LAVORO.
 NON SIAMO CONVINTI DELLA GIUSTEZZA E DELL'EFFICACIA DELLE RSU, CHE
NEMMENO NELLE FABBRICHE O NEL TERZIARIO HANNO PRODOTTO UNA SVOLTA DI
DEMOCRAZIA DIRETTA NEI POSTI DI LAVORO (non parliamo del Pubblico
Impiego, dove in molti comparti le Rsu non possono fare nemmeno le
assemblee nei posti di lavoro se le burocrazie territoriali pongono il
veto o dove l'unità tra Rsu di base e autorganizzate è di difficile
applicazione per le chiusure dei vertici sindacali confederali).

USI AIT – UNIONE SINDACALE ITALIANA
SEGRETERIA NAZIONALE COLLEGIALE (sito: www.usiait.it)
MILANO – VIA ISONZO 10 – 20136 – TEL. 02/54107087 – FAX 02/54107095
ROMA – VIA ISIDE 12 – 00184 – TEL. 06/70451981 – FAX 06/77201444
UDINE – VIA VAL D'AUPA 2 – 33100 – cell. 3474264674
e-mail: usiait1 a virgilio.it; milano a usiait.it; info a usiait.it.


More information about the A-infos-it mailing list