(it) Roma: Resoconto assemblea operatori sociali romani e prossime iniziative

a-infos-it a ainfos.ca a-infos-it a ainfos.ca
Mer 10 Set 2008 08:26:51 CEST


RESOCONTO ASSEMBLEA LAV. COOP SOCIALI E TERZO SETTORE DEL 3 SETTEMBRE
2008 ALL'EX SNIA – ROMA
 L'assemblea convocata per il 3 settembre 2008 al CSOA Ex SNIA a Roma,
alla quale hanno partecipato oltre 60 lavoratori e lavoratrici di
molte cooperative sociali, esprime la propria adesione allo sciopero
nazionale generale indetto dai sindacati di base e autorganizzati CUB,
RdB, Cobas, SdL e USI AIT del 17 Ottobre, dandosi come obbiettivo la
partecipazione con un numeroso e combattivo spezzone alla
manifestazione che sarà organizzata.
Molti interventi hanno segnalato la prosecuzione delle iniziative di
mobilitazione dopo quelle fatte nei mesi di giugno e luglio, non
limitandosi solo alla questione dei ritardati o mancati pagamenti di
stipendi e salari, situazione che ancora stenta a risolversi, ma
affrontando gli altri nodi che stanno  venendo al pettine, dalla
precarietà dilagante alla perdurante logica di servizi pubblici
esternalizzati, alla carenza di efficaci controlli da parte degli Enti
committenti (Comune di Roma, ma anche ASL, Università, Scuole…) nel
rispetto dei CCNL, dei diritti e delle condizioni di parità di
trattamento nei servizi dove vi è compresenza di personale dipendente
pubblico e di lavoratori e lavoratrici delle cooperative o di enti del
terzo settore.
Si è affrontato l'aspetto del rinnovo del CCNL delle Cooperative
Sociali, sottoscritto il 31 luglio tra centrali cooperative e
sindacati confederali, dando informazioni e materiali di commento e di
riflessione su questo ennesimo brutto contratto.
Molti interventi hanno ribadito la necessità di avere un coordinamento
e un collegamento in rete tra le varie situazioni lavorative e i vari
servizi coperti da operatori e operatrici, per evitare ricatti,
pressioni e sensazione di isolamento nei luoghi di lavoro.
Sul piano operativo, si è dato impulso alla bozza elaborata per una
delibera di iniziativa popolare sulla reinternalizzazione di alcuni
servizi  direttamente al Comune di Roma come per il servizio di AEC e
per la gestione pubblica tramite istituzione o aziende speciali per
molti altri servizi ora esternalizzati.
Su questa situazione, data la rilevanza e l'importanza della
questione, si attiverà a breve un percorso come già fatto per le
delibere 135 del 2000 e per il regolamento attuativo del 2005, facendo
tesoro della passata esperienza e dell'uso corretto di questo
strumento normativo, che non va tenuto come rilevato in diversi
interventi scollegato dalle lotte e dalle iniziative di denuncia
pubblica e di mobilitazione.
Per mettere in piedi un comitato promotore e le iniziative per la
delibera di iniziativa popolare,sulla quale vanno raccolte almeno 5000
firme valide quindi oltre 6- 7000 firme in totale, è convocata una
prima riunione per mercoledì 10 settembre 2008 alle ore 17, presso la
sede della USI che si è resa disponibile in Via Iside 12 (traversa di
Via Labicana altezza incrocio con via Merulana).
Per costruire un percorso di autorganizzazione e di mobilitazione sia
sulle questioni locali sia per preparare lo sciopero nazionale del 17
ottobre, sono state messe in cantiere due iniziative, anche con
copertura di assemblea sindacale da parte dei sindacati che si sono
resi disponibili come già fatto a Luglio (RdB Cub e USI AIT). La prima
il 25 settembre nel primo pomeriggio al Municipio IX del Comune di
Roma, l'altra per il 9 Ottobre sempre nel primo pomeriggio al
Municipio VI. Altre iniziative saranno messe in campo dai lavoratori
dei canili comunali, all'interno anche di questo percorso presso
l'assessorato competente, come di lavoratori addetti alla
scolarizzazione rom in occasione dei rispettivi cambi di gestione  e
di appalto.
Un altro gruppo di lavoro dovrà essere messo in piedi per intervenire
sul lavoro che i consulenti dell'assessorato e i tecnici del
Dipartimento V stanno predisponendo, per modificare i parametri e i
criteri per il sistema di accreditamento dei servizi comunali dati in
appalto, convenzione o affidamento, proprio per evitare che si lasci
passare sotto silenzio questo importante tassello della
ristrutturazione dei servizi socio-assistenziali- educativi e
culturali della città di Roma gestita dalla Giunta Alemanno, che per
molti versi prosegue quanto fatto dalle precedenti giunte di centro
sinistra ma che mette in questo percorso i suoi valori e metodi di
gestione dei servizi.
Va detto che vi è stata una ampia partecipazione numerica e  anche
qualitativamente elevata negli interventi di analisi e di operatività
nel dibattito e nelle decisioni prese in assemblea.
 Per contatti: Coordinamento lav. del terzo settore di Roma
coord.terzosettore a email.it
 Operatori sociali squattrinati maldoror2006 a libero.it
 Con il sostegno di USI AIT (tel 06/70451981) e di RdB Cub (tel. 06/7628260)


More information about the A-infos-it mailing list