(it) Una panorama dell'anarchismo in Giordania oggi

a-infos-it a ainfos.ca a-infos-it a ainfos.ca
Ven 28 Mar 2008 15:43:44 CET


Gli anarchici in Giordania... teoria ed attività
Finalmente, dopo oltre 50 anni di attivismo comunista in Giordania, gli
anarchici hanno cominciato ad organizzarsi! Gli/Le anarchici/che giordan* sono
principalmente artisti che lavorano nei campi della musica, del cinema e del
disegno. Una compagna sta completando un masters in studi di genere. Alcuni
compagni sono giordani mentre altri sono rifugiati palestinesi in esilio.
Molti di noi vengono da una cultura politica marxista, perciò la teoria ha una
grande importanza per noi. Due compagni hanno trovato un libro in arabo
sull'anarchismo e successivamente abbiamo scoperto altri tre libri che parlano
di anarchismo, usando altri termini quali:
   1. Fawdawiya, letteralmente "caotico"
   2. La soltawiya, letteralmente "antiautoritarismo"
   3. Taharoriya, letteralmente "libertarismo"
   4. Anarkeya, letteralmente "anarchismo".

Abbiamo anche trovato dei siti internet egiziani e libanesi, che sono stati di
grande aiuto.

Attualmente siamo una ventina di compagni. Credo che ci siano altri anarchici
nel paese, ma non è facile trovarli!

Ultimamente siamo entrati a far parte di un largo movimento, conosciuto con il
termine "sinistra sociale", che consiste in marxisti, femministi ed altri.
Nonostante il fatto che il movimento conta circa 1.000 aderenti, noi anarchici
siamo relativamente forte in termini di influenza sul movimento e all'interno
del movimento. Ci si riunisce in un centro "no-global".

Quando abbiamo cominciato a leggere, abbiamo cercato forme di anarchismo nella
nostra storia e cultura locale. Dopo aver letto un libro del nome "I tropici
del Sufismo" di un autore iracheno (Hadi al-Alawi), abbiamo scoperto che il
sufismo è tutto anarchismo. Infatti abbiamo poi scoperto un sito internet che
parla di "anarcosufismo" e ora molti di noi usiamo il nome di "anarcosufista".
Abbiamo scoperto gruppi e movimenti anarcosufisti che esistevano tra l'ottavo
e il sedicesimo secolo. Abbiamo poi letto quello che siamo riuscito a trovare
degli scritti di Bakunin, Proudhon e Kropotkin. Abbiamo letto della storia
dell'anarchismo in Spagna, Ucraina, Francia e Messico. Da queste letture,
insieme allo studio del sufismo, abbiamo infine sviluppato una propria
concezione dell'anarchismo.

Abbiamo saputo che esistono gruppi anarchici in Egitto, Marocco, Libano e
Palestina, ma non abbiamo ancora preso contatti con loro.

La scorsa settimana, un giornalista molto conosciuto nel paese ha scritto un
articolo sugli anarchici giordani sul giornale di maggior distribuzione in
Giordania, dopo aver visto una nostra bandiera durante una manifestazione.

Ogni movimento e partito politico in Giordania ha problemi di numeri: è molto
difficile trovare nuovi aderenti dal momento che gran parte della gente ha
paura di partecipare.

Tutt'oggi in Giordania, si può essere espulso dall'università a causa di
attività politica. E' molto difficile capire ed accettare queste leggi che
vengono usati contro gli attivisti, leggi contro "reati" quali:
* disturbare l'armonia civile
* vilipendio di chi ha uno status più alto
* la lingua lunga
* copiare testi senza permesso
* assemblee non autorizzate

Human Rights Watch parla anche di tortura e rapimenti. La formazione di un
gruppo non autorizzato è punibile con tre anni di carcere.

Dunque, l'anarchismo in Giordania ha molta strada da fare ancora, ma siamo
sicuri di farcela!

Da i vostri fratelli e dalle vostre sorelle, dai compagni e dalle compagne!

hamza
jordanian anarchists
hamza_hhh -A- hotmail.com


Traduzione a cura di FdCA - Ufficio relazioni internazionali


Da: Federazione dei Comunisti Anarchici <fdca -A- fdca.it>




More information about the A-infos-it mailing list