(it) Pordenone: Torneo antirazzista interregionale di calcio a 5 - Città di Pordenone

a-infos-it a ainfos.ca a-infos-it a ainfos.ca
Gio 9 Mar 2006 14:23:47 CET


Sull’onda della bella esperienza dei Mondiali Antirazzisti di Montecchio
Emilia, nati nell’ormai lontano 1997 e quest’anno alla loro nona edizione,
abbiamo voluto farci promotori anche qui nel nordest di un’analoga
iniziativa. Con la proposta di un torneo interregionale di calcio
antirazzista è nostra intenzione creare un momento di festa dove lo sport
diventi un modo per divertirsi e un’occasione per mettere a confronto
esperienze e vissuti diversi. Fuori da ogni logica di competitività e
profitto, pensiamo che lo sport possa rappresentare una forma di
comunicazione universale verso un modello di convivenza aperto e solidale,
libero da atteggiamenti di discriminazione e razzismo.

I processi di globalizzazione stanno mutando il volto della società
contemporanea, “sconquassando” le vecchie forme della socializzazione: gli
attori di questa trasformazione sono milioni di uomini e di donne in
movimento, alla ricerca di un riscatto sociale che viene loro negato nel
proprio paese d’origine. La maggioranza di essi portano con sé i segni di
un tragico vissuto, fatto di guerra, violenza, sfruttamento e miseria.
Bussano alle nostre porte per chiedere dignità, diritti umani e
accoglienza, ma si scontrano con un clima di intolleranza sostenuto da
gruppi di potere xenofobi e da leggi razziste.

Anche qui nel nordest, la numerosa presenza di migranti, utile forza
lavoro per il mantenimento del nostro modello produttivo, deve fare i
conti con manifestazioni di intolleranza, alimentate da una campagna
massmediatica che fa dell’immigrato un potenziale criminale o terrorista.

Come effetto delle politiche securitarie e segregazioniste, si alimentano
quei fenomeni di marginalizzazione sociale derivanti dal considerare
culture e stili di vita differenti come una barriera, come una minaccia
alla sicurezza della propria persona e del proprio gruppo, per poi
affrontarli con gli strumenti della repressione o dell’integrazione
coatta.

Attraverso questa manifestazione sportiva, vogliamo costruire un percorso
che parta dall’idea che le diversità producono arricchimento. Obiettivi
della manifestazione sono quelli di costruire relazioni non discriminanti
e mettere assieme esperienze personali e collettive per favorire reti e
connessioni contro ogni forma di pregiudizio.

Lo sport si è sempre caratterizzato per essere un ottimo strumento
aggregativo e luogo ideale di confronto. Se questa è la sua natura, è da
essa che dobbiamo partire per superare quella mentalità autoritaria che
sta all’origine delle gerarchie sociali.

Il Torneo interregionale di calcio antirazzista si svolgerà nei giorni
26-27-28 maggio 2006 a Pordenone, presso l’impianto sportivo del quartiere
di Villanova.

Per ulteriori informazioni e/o contatti, visita il sito:
http://www.uncalcioalrazzismo.org

indirizzo e-mail:  info a uncalcioalrazzismo.org


Da: "Lino Roveredo" <alterlinus -A- libero.it>




More information about the A-infos-it mailing list