A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) France, Alternative Libertaire AL Novembre - Autostrada Lyon-Saint-Étienne: i contadini lasciano la macchina (en, fr, pt) [traduzione automatica]

Date Wed, 29 Nov 2017 07:12:38 +0200


L'elezione di Laurent Wauquiez nel 2015 alla guida della regione Auvergne-Rhône-Alpes ha notevolmente accelerato il progetto di " nuova autostrada " A45. Il progetto è ora sospeso al momento della firma o meno del decreto di concessione da parte del governo. E la resistenza è in un momento cruciale. ---- La questione dei trasporti è centrale nell'area metropolitana di Lione, un crocevia di flussi tra il nord e il sud dell'Europa. La linea ferroviaria è la più trafficata della provincia. Il progetto A45 di cui parliamo oggi è una vecchia idea, dichiarata pubblica utilità negli anni '60 (preferiamo l'A47, che viene ora completata), poi di nuovo nel 2008. Nel 2015 con l'elezione di Laurent Wauquiez alla presidenza della regione Auvergne-Rhône-Alpes, il calendario sta accelerando.
Da allora, è stato adottato il piano di finanziamento, il concessionario prescelto e il decreto che convalida la concessione a Vinci firmata dal Consiglio di Stato. Una firma governativa definitiva consentirebbe l'inizio degli espropri. Ma il progetto incontra una decisa opposizione e, per una buona ragione, è stimato in 1,2 miliardi di euro, finanziati dai due terzi dei fondi pubblici (Regione, Dipartimento della Loira e Saint-Étienne Métropole), tutti per un'autostrada pagare parallelamente ad un libero !

Crescita come un alibi

L'argomento su questo punto è che l'asse Lyon-Saint-Étienne è saturo in alcuni punti e, secondo gli sviluppatori, ciò ostacolerebbe lo sviluppo di Saint-Étienne. Ma questa discussione è una visione a breve termine. Infatti, da un lato la A45 avrebbe portato ad uno scambiatore giornaliero imbottigliato (tra A450 e A7), e in secondo luogo, anche una volta cambiato lo scambiatore, il miglioramento - molto reale - n ' avrebbe un tempo, e questo perché rimane un problema fondamentale: il trasporto commerciale via treno diminuisce quando la strada, più economica, viene ripulita, e nel lungo periodo, finché certe condizioni globali non vengono cambiate, il rischio di saturazione minaccia questo asse.

Dobbiamo vedere che il progetto autostradale non è isolato. La metropoli di Lione, che comprende Saint-Étienne, ha bisogno di costruire l'A45 per rimuovere le A6 e A7 nel centro di Lione e trasformarle in viali urbani, con traffico regolare.

Con questo in mente, l'A45 è anche complementare alla tangenziale ovest di Lione e al raddoppio della RN88 che costituirà un asse Lione-Tolosa. Progetti che vengono altrimenti respinti in tempi lontani o addirittura abbandonati, che mettono in dubbio la rilevanza della A45, in particolare sulla questione della congestione dell'uscita A6 / A7 dell'A45. A questo livello di analisi, Saint-Étienne sarebbe diventata la porta occidentale verso la grande area metropolitana e trarrebbe beneficio economico da questa situazione strategica. Ma anche qui il problema: la costruzione di un'autostrada accelera le tendenze preesistenti se non viene fatto nulla. Infatti, la zona più dinamica dell'agglomerato di Saint Etienne si trova nel nord-ovest della città, con un salto di fortuna dall'arrivo della A45. CQFD !

Senza entrare nella logica degli sviluppatori, scopriamo che gli argomenti a favore della A45 sono in ogni caso fuorvianti: la congestione della A47 è dovuta allo sprawl urbano lungo l'asse ea decenni politiche che favoriscono il trasporto su strada piuttosto che il trasporto ferroviario, l'auto privata piuttosto che il trasporto pubblico. Mentre è auspicabile sostenere alternative al modello di tutte le strade e al suo corollario, l'espansione urbana suburbana, la realtà è molto più complessa.

La soluzione alla congestione, che deriva da scelte più ampie, resta da inventare e deve passare attraverso varie leve come la densificazione delle aree residenziali o la delocalizzazione di posti di lavoro e alloggi. Ciò equivarrebbe a un vero lavoro sull'ambiente di vita nella valle e nell'agglomerato di Etienne, a cui si potrebbe aggiungere la creazione di isolamento fonico, assente lungo la A47.

Infine, i principali fastidi della A45 riguardano i terreni agricoli, poiché una zona di rifornimento principale alle porte di Lione e Saint-Etienne, dove sono presenti tutti i tipi di produzione, è direttamente minacciata. Si tratta di circa 500 ettari e 375 aziende agricole interessate o direttamente amputate dal progetto. Inoltre rappresenta una minaccia per i coltivatori arboricoli delle colline di Jarez, per i quali il risarcimento sarebbe quasi impossibile. Altri, situati sul bordo della A45, troveranno difficile trovare sbocchi a causa dell'inquinamento indotto. Un altro problema di fondo è la destrutturazione di molte reti di vendita diretta in giro.

Inoltre, vi è il rischio di sprawl derivante dalla crescente domanda di alloggi e aree di attività, in particolare sull'altopiano di Mornant. Anche se è incorniciato in questa zona, anche il più piccolo sprawl alla scala di un comune può rappresentare vaste aree alla scala di un intero territorio.

Si tratta quindi di sollevare la pressione per evitare un saccheggio dei territori e una cattiva gestione finanziaria. L'opposizione è organizzata attorno a un nuovo coordinamento delle associazioni. In questa struttura si fondono associazioni " storiche "»Di residenti come Salvare Coteaux du Jarez e Lyonnais, Salvare Rhône Gier, funzionari eletti, ambientali (FRAPNA, LPO ...), contadini e contadini, altre politiche (Attac, Alternatiba 69) e assemblee / collettivi di lotte. Fu all'interno del coordinamento che nacque l'idea di fare un festival di avversari e una marcia più vicina alla rotta che erano i punti salienti di questo anno di lotta. Il record di questi eventi è piuttosto positivo, hanno permesso di mediare la lotta e soprattutto di sottolineare la forza dell'opposizione. Circa 8.000 persone sono andate lì. Spetta a noi libertari cogliere la questione del trasporto, che è cruciale nella vita di una società.

Elise (AL Tarn)

http://www.alternativelibertaire.org/?Autoroute-Lyon-Saint-Etienne-La-voiture-fossoyeuse-des-paysans
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it