A - I n f o s

a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **
News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts Our archives of old posts

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Catalan_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ _The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_
First few lines of all posts of last 24 hours | of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019 | of 2020

Syndication Of A-Infos - including RDF - How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups

(it) France, Union Communiste Libertaire UCL AL #308 - Antipatriarcato, #IwasCorsica: per rompere finalmente l'omertà (de, en, fr, pt)[traduzione automatica]

Date Sat, 17 Oct 2020 11:13:20 +0300


Tra le 400 e le 600 persone hanno preso parte alle proteste femministe in Corsica all'inizio dell'estate. Seguendo l'hashtag #Iwas, molte donne hanno testimoniato delle violenze sessuali subite. È stato così creato un hashtag specifico per la Corsica (#IwasCorsica). ---- #Metoo ha avuto poca risonanza in Corsica. A seguito di questa osservazione Laora Paoli-Pandolfi e un amico decidono di identificare la testimonianza delle vittime corse. Il 6 giugno è stato creato l'account Twitter di Iwascorsica. Sono state poi organizzate dimostrazioni a Bastia e Ajaccio, dalle Zitelle in zerga (ragazze arrabbiate), Donne in lotta (donne in lotta), Donne di Manca (donne a sinistra), Donne e Surelle (donne e sorelle) e il Centro di informazione sui diritti delle donne e delle famiglie (CIDFF). "Organizzarsi è sia difficile come vittima, ma anche catartico. Una confraternita è stata creata attorno alle manifestazioni", testimonia Lina, del collettivo Zitelle in zerga. È un nuovo impulso per il femminismo corso. Parte della popolazione ha dovuto aprire gli occhi: lo stupro non è raro e l'aggressore è spesso vicino alla vittima.

Gli organizzatori chiedono l'istituzione, nelle scuole medie e superiori, dell'educazione sessuale, nonché la presenza di caregiver formati in materia di violenza sessuale. "Una vera educazione al consenso ci avrebbe aiutato a non vivere tutti questi traumi o almeno a comprenderli meglio" assicura Lina. Inoltre, chiedono un migliore accesso alla contraccezione. La Corsica ha un alto tasso di aborto di minori, mentre i centri di pianificazione sono rari (quelli in Haute-Corse non praticano l'aborto medico) e il segreto medico non è rispettato. Un viaggio scoraggiante, soprattutto per i più piccoli.

Vogliono attuare il "brevetto non violenza", lanciato da NousToutes nel 2017. L'obiettivo è sensibilizzare fin dalla tenera età alla violenza sessuale sul modello del certificato di sicurezza stradale. Tuttavia, il progetto rimane non implementato a causa della mancanza di risorse. Infine, chiedono che la polizia venga addestrata per accettare denunce di stupro. "Non ci aspettiamo molto dalla polizia. Abbiamo discusso con diversi ufficiali, tengono un discorso sessista o si sono dimessi" , dice Lina.

Prevenire la violenza
Tutti i candidati comunali di Bastia hanno partecipato alle manifestazioni ma nessuno ha presentato misure concrete. Su richiesta di Schiappa, l'ex prefetto della Corsica e l'ex segretario regionale per l'uguaglianza di genere hanno accettato di ricevere gli organizzatori. Gli ex eletti si sono dichiarati favorevoli alle richieste e hanno proposto un incontro, senza però fissare una data. Un consigliere regionale ha annunciato di voler incontrare uno dei collettivi, ma non l'ha mai fatto. Laora Paoli-Pandolfi suppone che questa inversione di tendenza sia "forse in seguito alle accuse di aggressione e molestie sessuali che prendono di mira un politico corso" .

#Iwascorsica e il collettivo Zitelle in zerga continuano a raccogliere testimonianze, aiutare a sporgere denunce e sostenere progetti femministi. Sono in discussione l'organizzazione di una manifestazione a Corte e incontri pubblici tra le varie organizzazioni femministe. Il movimento non è finito.

Le nostre società sono patriarcali [1]. Le autorità pubbliche non hanno alcun interesse a mettere in atto misure reali contro la violenza sessuale. Solo l'equilibrio di potere stabilito dalle femministe ha permesso il progresso. Per rompere il patriarcato e le sue istituzioni: una soluzione, l'autogestione.

Akina (UCL Montreuil)

convalidare

[1] "Percezioni di uguaglianza tra donne e uomini in Francia", CSA Report, settembre 2016.

https://www.unioncommunistelibertaire.org/?IwasCorsica-pour-enfin-briser-l-omerta
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it
A-Infos Information Center