A - I n f o s

a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **
News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts Our archives of old posts

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Catalan_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ _The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_
First few lines of all posts of last 24 hours | of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019

Syndication Of A-Infos - including RDF - How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups

(it) France, Manifesto dell' Union Communist Libertaire UCL - Contro-potenza, doppia potenza e rottura rivoluzionaria (en, fr, pt)[traduzione automatica]

Date Mon, 12 Aug 2019 09:36:33 +0300


La rivoluzione non è dovuta esclusivamente alla maturazione ideologica, né solo a condizioni economiche "oggettive". Può verificarsi al termine di una dinamica basata su pratiche sociali che consentono una consapevolezza collettiva e l'emergere di un progetto di società condivisa sempre più ampiamente. ---- Dopo la popolare rivolta del 2001, l'Argentina ha visto molte aziende (qui, la fabbrica di Zanon) spontaneamente rilevate. ---- cc Sebastian Hacher ---- La rivoluzione libertaria non è la sostituzione di un gruppo dirigente per un altro: è una rivoluzione globale delle forme economiche, sociali, politiche e culturali della società. ---- La rivoluzione non è dovuta esclusivamente alla maturazione ideologica, né solo a condizioni economiche "oggettive". Può verificarsi al termine di una dinamica basata sulle pratiche sociali, sulle pratiche effettive delle masse e degli individui, sulle loro lotte, che si svolgono nelle condizioni materiali di ogni epoca e che consentono una consapevolezza e un'emergenza collettive un progetto sociale condiviso sempre più ampiamente.

In un periodo non rivoluzionario: costruire contro-poteri
La consapevolezza rivoluzionaria di solito si basa su una sperimentazione concreta attraverso la lotta di classe, le lotte emancipatorie e la loro auto-organizzazione. I sindacati di wrestling, i comitati per l'impiego privati, i comitati per senzatetto, le organizzazioni femministe, i gruppi antirazzisti, i comitati che denunciano la violenza della polizia ... Tutti fanno parte di una logica di contro-potere contro il capitalismo e il Stato.

Questi contro-poteri sono potenzialmente gli embrioni di un'alternativa politica e sociale, ma potenzialmente solo. Possono diventarlo se adottano pratiche di autogestione e anticapitalista, anti-patriarcale, antirazzista, ecologista, prospettive rivoluzionarie ... La corrente comunista libertaria deve contribuire attivamente e fare attenzione ad opporsi ai discorsi e alle pratiche dirigiste, perché la libertà non è per noi un fine lontano che consente il ricorso a qualsiasi mezzo, ma è l'obiettivo e i mezzi.

D'altro canto, rafforzare il potere popolare significa anche rafforzare la nostra autonomia dai capitalisti e dallo stato. Pertanto, è utile partecipare alle iniziative per riappropriarsi della produzione, della distribuzione, dell'educazione, ecc., Portando la nostra analisi e le nostre lotte anticapitaliste e attraverso l'impulso auto-diretto ed pratiche di emancipazione.

Durante un periodo pre-rivoluzionario: spingere per raddoppiare la potenza
Un periodo pre-rivoluzionario inizia quando lo stato è sopraffatto dall'ascesa della lotta di classe al punto che inizia a disintegrarsi e la sua autorità viene messa in discussione. Se alcuni luoghi di produzione vengono rilevati dai lavoratori, gli stessi datori di lavoro vedono la loro ragione per essere direttamente minacciati.

I contropoteri attivi a monte possono quindi costituire la spina dorsale di una rete di organi democratici - siano essi federazioni locali, federazioni industriali, comuni, consigli, comitati di vicinato o di fabbrica, assemblee popolari - che stanno iniziando a rilevare attività economiche e sociali. La federazione progressista di questo ensemble disegna i contorni di un potere popolare in competizione con il potere statale.

Per "potere popolare" intendiamo non uno "stato di lavoro" secondo la concezione leninista, ma una dinamica di democrazia di base diretta, controllata a livello federale.

Durante questo processo - in cui il potere capitalista viene apertamente messo in discussione - la corrente comunista libertaria non cerca di formare uno "staff" che aspira a prendere il potere dello stato. Al contrario, incoraggia il potere popolare a prendere coscienza di se stesso, a consolidarsi, a espandersi e a considerare la sostituzione del potere statale.

La corrente comunista libertaria deve aiutare a orientare il processo rivoluzionario verso una soluzione autogestita, evitando le insidie della burocratizzazione, senza fare completamente affidamento sulla spontaneità. Ha già dimostrato, nella storia, il suo straordinario potere creativo, ma anche la sua instabilità.

http://www.alternativelibertaire.org/?Contre-pouvoir-double-pouvoir-et-rupture-revolutionnaire
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it
A-Infos Information Center